To Top
Classifiche

I 10 migliori ristoranti romantici per San Valentino

Eleganza, romanticismo, gastronomia. Non passate un San Valentino come gli altri.

To read this article in English, click here.

Parliamo di San Valentino. Lo chiamano “il giorno degli innamorati”, ma sarebbe forse più giusto “le cinque ore degli innamorati”. Quando gli innamorati lavorano, infatti, il tempo per ritrovarsi è un po’ limitato, a scapito del romanticismo e delle ricorrenze.

La vita cittadina è bella ma ha il suo prezzo: la fretta. Facciamo tutto di fretta, continuamente, e trovare spazi liberi in cui inserire momenti di svago, di tranquillità e di piacere è sempre più difficile. Spesso quei momenti sono relegati alle ore notturne, quando gli uffici chiudono e il lavoro finisce, ma non per questo bisogna rinunciarci.

E siamo convinti che anche quest’anno ci ridurremo tutti così: il nostro San Valentino sarà solo l’occasione per andare fuori a cena, dopo una giornata di lavoro uguale a mille altre. Ma quando siamo con la persona che amiamo non è mai solo e soltanto una cena, giusto? È tempo passato insieme, è regalare sé stessi all’altro nello spazio di una sera, è il sapere di essere insieme, nonostante tutto.

Sarà meglio rendere speciale questa cena, allora, non credete? Abbiamo a lungo pensato quali potessero essere i ristoranti più romantici di Milano e ne abbiamo trovati dieci. La caratteristica che li lega fra loro? Nessuna, tranne che sono posti perfetti per innamorarsi. Ogni amore, dopo tutto, è una commedia e ogni commedia richiede ambientazioni e palcoscenici. Quelli di cui vi parliamo sono semplicemente perfetti. Quindi non abbiate paura (perché ci vuole coraggio anche a innamorarsi) e calcate le scene: il finale della commedia sarà quello che avevate previsto.

La Cupola al Park Hyatt

Via Tommaso Grossi, 1

san-valentino-milano-cupola-park-hyatt

Quale maniera migliore di festeggiare San Valentino che nel cuore di uno degli alberghi più sfarzosi della città, sotto lo scintillio di una cupola di vetro a nove metri d’altezza, fra luci soffuse e vetrate? Tanto più se la proposta gastronomica è curata dallo chef Aprea, che non lesina né sulle ostriche, né sui risotti, né sugli astici arrosto. Per vivacizzare la serata, si terrà un’estrazione e saranno selezionati cinque vincitori. I premi? L’unico che si conosce per ora è il primo: una notte in una delle Top Suites dell’albergo. E ci sarà anche, in omaggio, un coffret fleur di Sisley Paris con un buono sconto per un trattamento alla Spa dell’hotel.

Il Santa – Bistrò Moderno

Via Melchiorre Gioia, 37

Il Santa - Bistrò Moderno | Milano

La location romantica c’è, con le luci indirette e la rarefatta atmosfera di design, che fanno sentire più in un loft newyorkese che a Milano; lo chef (e che chef!) c’è, con i suoi piatti che richiamano a sé tradizioni vicine e lontane, haute cuisine e impiattamenti raffinati, ai limiti del design. Per il resto, dovete esserci pure voi. Cosa garantiamo che vi lascerà stupefatti? Il doppio menù, per lei – sexy – e per lui – macho – che inizierà la cena dopo le usuali bollicine di benvenuto. Il resto della serata sarà frizzante come un flûte di champagne: ogni piatto, ogni bicchiere, ogni dettaglio non faranno che stimolare di più i vostri sensi. Quando uscirete e tornerete a casa, il vostro San Valentino sarà appena iniziato.

Boeucc

Piazza Belgioioso, 2

San Valentino - Milano - Boeucc

Il Boeucc ha alle sue spalle più di trecento anni di storia, in pratica è più antico dell’Italia unita. Fidatevi, qui sanno come si celebra un San Valentino coi fiocchi. Un’elegante sala dai soffitti a volta, colonne, boiseries alle pareti, argenteria e cristalli sui tavoli… Cenare qui vuol dire sperimentare in pieno tutta la bellezza e l’eleganza della Milano aristocratica di una volta. Il loro ossobuco di vitello è forse il distillato più puro dell’arte gastronomica meneghina in città. La loro proposta di pesce è altrettanto eccelsa. Il loro segreto? In due parole: semplicità e perfezione. Imperdibile.

Les Gitanes Bistrot

Via Forcella, 2/A

San Valentino - Milano - Les Gitanes Bistrot

“Via dalla pazza folla”, come scriveva Thomas Hardy. Separato, grazie all’opera di una qualche magia, dal babelico caos in cui viviamo immersi, Les Gitanes possiede un’eleganza senza tempo, un’estetica ovattata a metà fra il concept design e la lounge anni ‘50. Il tratto più evidente sono i colori: bianchi e neri che si alternano alle pareti come il disegno di un effetto Doppler, mobili dalle linee moderne in sala, parquet dai toni caldi al pavimento. Il menù è ristretto e raffinatissimo, come si conviene a tutti quei ristoranti che invitano i loro ospiti a condividere con loro la propria visione, a vivere un’esperienza e godere di un’estetica precisa e determinata.

Osteria La Voliera

Via Crema, 17

San Valentino - Milano - La Voliera

Purezza, linearità, candore. La voliera che dà il nome al ristorante è la prima cosa che vedrete entrando, ricordandovi di epoche dove anche il gioco poteva tramutarsi in inarrivabile raffinatezza. Marinella e Francesca, signore della casa, l’amministrano come un piccolo regno di fiaba. Il dettaglio che preferiamo è sicuramente la parete decorata soltanto di essenziali piatti in ceramica, simbolo di uno chic quotidiano, che non vuole dare troppo nell’occhio. Quanto al cibo, non avete da temere: se voleste uscire dalla solita càrte, troverete un menù ad hoc per la sera di San Valentino. Indimenticabile.

Osteria di Porta Cicca

Ripa di Porta Ticinese, 51

San Valentino - Milano - Osteria Porta Cicca

Atmosfere boho-chic richiamano alla mente la dorata Parigi dei giorni dell’Art Noveau, fra tavolini di piccoli bistrot di quartiere e passeggiate da Gare du Nord a Montmartre. La prima cosa che salta all’occhio, entrando, sono i colori della sala: tenui, come dilavati dal tempo, sui quali spiccano i raffinati tocchi di décor alle pareti. Il menù? Un misto di elementi classici e di sofisticati tocchi creativi, che non sfociano mai nell’eccessivo o nel pretenzioso. Il vostro San Valentino qui si trasformerà in una serata intima e deliziosa, perfetta per sentirsi come l’unica coppia che conti al mondo.

Sixième Bistrò

Via Scaldasole, 7

Six project - Milano

Una piccola, tranquilla via a due passi da Sant’Eustorgio, una location nascosta e raccolta, con pochi coperti, che dà su un piccolo cortile interno, una cucina raffinata, che colpisce e va a segno. Sixième Bistrò è questo e molto altro. Parte di un progetto più grande che vuole integrare food, product e flower design, il Sixième possiede un’estetica tutta sua: urban chic ma con contaminazioni di modernariato e un culto della linea essenziale e flessuosa. Questo posto è diverso da tutti gli altri: ha l’anima del ristorante “alto” nel corpo giovanile, raffinato e smart di un bistrot contemporaneo.

Il Bacaro del Sambuco

Via Monte Napoleone, 13

San Valentino - Milano - Bacaro

Il Quadrilatero della Moda è bello, sì, ma sarebbe bello staccare la spina da quella frenesia, giusto? E perchè non farlo rimanendo in zona? Il Bacaro del Sambuco vi fa pure scegliere dove ambientare la vostra cena. Potete accomodarvi in una delle sale con pavimento a scacchi e pareti azzurre stuccate di bianco, oppure scegliere il cortile interno, che è coperto e riscaldato come una serra, oltre che infinitamente più romantico. Nel menù prevalgono i sapori del mare, ma non manca di certo la carne, ogni piatto è creativo e intrigante quindi troverete di certo qualcosa che fa per voi. Trés bon.

LùBar

Via Palestro, 16

San Valentino - Milano - LùBar

Atmosfere ariose, con tanta luce e tocchi vegetali e neoclassici per questo bistrot situato all’interno della Galleria d’Arte Moderna, alla Villa Reale. Difficile trovare luoghi più principeschi di questo in città. L’impronta gastronomica del menu è marcatamente siciliana, ricca di aromi marittimi (ottimi gli spaghetti con la bottarga di tonno rosso) ma che non rinuncia ad accogliere suggestioni da altre gastronomie regionali. Se una serata romantica e sognante è quello che state cercando, il LùBar è il posto da visitare.

Saigon

Via Archimede, 53

San Valentino - Milano - Saigon

Un ristorante vietnamita che vi trasporta fra i vapori e i meandri dell’Indocina, con le sue pareti verdi, i pavimenti di rovere e le grandi piante tropicali che richiamano alla mente il folto della giungla. La location è unica già dall’esterno: una palazzina di due piani interamente dipinta di nero. La cucina è delicata, tropical-chic come l’arredamento del locale, bilancia bene il classico vietnamita mantenendo ambizioni moderne e contemporanee. Non ve ne pentirete.

 

Photo credit cover picture © Saigon