To Top
Trattorie

Al Garghet

Un gioiello senza tempo di un’autenticità invidiabile

Che decidiate di andarci sotto Natale con mille lucine, il camino acceso e l’accompagnamento del pianista, o in estate, occupando uno dei tavoli in pietra del suo splendido giardino, Al Garghet resta un gioiello senza tempo.

Siamo a sud di Milano, in un edificio del XXIII secolo, nell’antica Gratum Solum – l’odierna Gratosoglio – un tempo vissuta da innumerevoli colonie di rane. Proprio dal loro gracidare prende il nome il ristorante e seppure il territorio sia stato investito da massicce trasformazioni, l’identità di Al Garghet è rimasta intatta.

Sembra di essere catapultati sul set di un film d’epoca: per una sera si vive la vecchia Milano, come si parlava, quali profumi si riversavano nelle strade. Qui si percepisce ancora il ritmo lento scandito dalla passione e dalla dedizione verso il proprio mestiere: con venticinque anni di attività alle spalle, Al Garghet preserva ancora un’autenticità invidiabile sotto molti punti di vista.

Sala Piano - Al Garghet

Sala Piano

L’edificio si compone di più parti, all’interno ci sono sale e salette di stili differenti: il cottage inglese, dove regnano il verde, il rosso e le tovaglie scozzesi; la saletta di Botero o petite chambre, dove una serie di vetrinette raccolgono ninnoli di vario genere tra cui delle bellissime ricostruzioni della vita delle case di ringhiera di un tempo. La saletta più piccola è quella chiamata “della musica” ma la mia preferita resta il chiosco, una sorta di ampia veranda lignea in stile provenzale che affaccia a 360 gradi sul giardino. Qui le tovaglie sono rigorosamente floreali.

Sala Chiosco - Al Garghet

Sala Chiosco

Quando l’aria si fa più tiepida e le giornate si allungano, optate per un pranzo in giardino in uno dei freschissimi tavoloni in pietra sotto il pergolato o un po’ più nascosti. Vi è anche una terrazza, più areata e con una vista a cavallo tra due epoche: il panorama sulla città che cresce e, alle vostre spalle, la campagna rigogliosa del Parco Sud.

Il menù di Al Garghet è rigorosamente in dialetto – con una magnanima traduzione appena sotto – e scritto a mano in calligrafia elementare nei quaderni a righe di scuola. La tradizione impazza fin dagli antipasti: nervetti, lardo con crostini e paté di fegatini, gnocco fritto e salumi, fiori di zucca fritti. Tra i primi – di produzione propria, nemmeno a dirlo – risotto ai funghi, alla milanese (gustabile anche nella combinazione ossobuco con risotto), al salto, ravioli di grano saraceno, tagliatelle di farina di castagne, gnocchi di patate. I secondi ancora più trionfali: dall’orecchia di elefante – una delle più grandi in zona – alla Cassoela, senza farsi mancare mondeghili, rognoncini e le animelle di vitello. Dolci fatti in casa.

Più o meno romantici che siate, non fatevelo sfuggire!

Photo credit: EFFIGE 2.0

Ti potrebbero interessare anche...

La Taverna della Trisa

Via Francesco Ferrucci 1, 20154 Milano

In zona Sempione, a pochi passi dalla più mondana area dell’Arco della Pace, si può scovare La Taverna della Trisa, un ottimo rifugio dallo stress cittadino dove assaggiare le più sfiziose pietanze della cucina tipica del Trentino, accompagnate da profumati vini locali e grappe alle erbe. La location occupa il piano terra di una palazzina milanese dotata di un piccolo déhors [...]

I 10 ristoranti di carne migliori di Milano

To read this article in English, click here. L’ondata vegana ci ha travolto ma i carnivori del mondo resistono ancora indefessi. Quando un carnivoro guarda il mondo non vede che un gigantesco ristorante. Un maiale non sarà un semplice maiale, ad esempio, ma un assemblaggio di future braciole, lonza, costine e salsicce. Allo stesso modo un [...]

10 ristoranti per la notte di Capodanno

To read this article in  English, click here. Il cenone di Capodanno. Temuto, atteso, è una delle occasioni più importanti dell’anno. Alcuni decidono di passarlo in casa con gli amici, è una delle tante opzioni, ma altri preferiscono non doversi mettere ai fornelli e andare semplicemente in un ristorante. In qualsiasi altra città il cenone al [...]

Garage Italia Customs

Viale Certosa 86, 20156 Milano

Garage Italia Custom non è solo un bar, non è solo un ristorante capitanato da uno chef stellato, ma è un hub creativo e culturale di 1700 mq, con progetti in continuo divenire. Un luogo esperienziale dove vivere, gustare e ammirare le grandi eccellenze italiane: i motori, il design e il cibo. Si trova in piazzale Accursio, un indirizzo simbolo della [...]

Chiedile scusa con l’appuntamento perfetto

To read this article in English, click here. È successo, diciamocelo, avete commesso un errore e ora la vostra lei è arrabbiata con voi. Può essere per un motivo più o meno valido ma una cosa è sicura: urge farsi perdonare. Bisogna sempre dimostrare a una donna quanto si tiene a lei. Quale migliore maniera [...]