To Top
Enogastronomia

Fiera Tartufo Bianco D’Alba

Alla scoperta del profumo inconfondibile del fungo "per eccellenza"

È un gioiello ma non è d’oro. Ha un profumo inconfondibile, così travolgente da farsi riconoscere anche a metri di distanza, ma sempre diverso. O piace o non piace, o è bianco o è nero. Non ci sono mezze misure. Più grande è e più aumenta il suo valore, più che proporzionale rispetto alla dimensione. È semplicemente inimitabile.  È “Il fungo” per eccellenza, tesoro nascosto del nostro paese, tutt’oggi non coltivabile e, proprio per questo, così raro. Prezioso a tal punto da avere una sua quotazione, al Borsino del Tartufo.

Se c’è un motivo per adorare l’autunno, ecco il mio: la Fiera Internazionale del Tartufo Bianco D’Alba, quest’anno all’87esima edizione, attiva dal 7 Ottobre al 26 Novembre. Aspetto con impazienza questo periodo dell’anno per concedermi uno “strappo” dalla vita milanese e già regolo la cintura con un paio di buchi aggiuntivi. Si parte.

A un paio d’ore di macchina da Milano, cari amici, verrete rapiti dal fascino di questa terra tanto silente quanto colma di sorprese. Iniziamo dai colori: l’arancio, il marrone e il verde, così brillanti da accendere gli occhi, la mente, il cuore e sicuramente lo stomaco. Siamo in Piemonte, nelle langhe, territorio riconosciuto a livello internazionale per i suoi molteplici frutti: il tartufo d’Alba – tubero per eccellenza – in tutte le sue varianti, il vino, i prodotti gastronomici (avete mai assaggiato i ravioli del “plin”, la carne di Fassona o i formaggi DOP?), l’ospitalità, la cultura, le attività all’aria aperta e chi più ne ha più ne metta.

C’è un qualcosa di profondamente affascinante in questa terra, a tratti nostalgica e a tratti malinconica, ma sempre misteriosa e indiscutibilmente irresistibile. Mi ha da sempre attratto il contrasto tra l’apparenza severa e l’opulenza dei suoi frutti, così incredibilmente calorosi quanto conviviali. È bello andarci in coppia, da soli o con un gruppo di amici per la certezza di un weekend ad alto tasso alcolico. È bello tornarci tutti gli anni, o nello stesso anno più weekend, perché, state sicuri, l’esperienza non sarà mai la stessa e gli itinerari possibili sicuramente troppi per stare tutti nella stessa cartina.

È un’esperienza da vivere con calma, senza la fretta di correre da un borgo all’altro o da un bar all’altro. Fate fermare il tempo, mettete l’orologio un’ora indietro e rilassatevi: segnatevi quei due o tre eventi a cui tenete partecipare, la cantina prescelta e improvvisate. Sicuramente consigliata la prenotazione per le visite delle cantine e per i ristoranti, affollatissimi nei weekend. Come potrebbero non essere pieni? Ce n’è per tutti i gusti.

La mia parte preferita? Entrare in fiera e fermarmi a ogni singolo stand, parlare con ogni produttore e ascoltare le loro storie, piene di passione, per decretare infine il personale vincitore. È lì che comprerò il mio tartufo, con il profumo giusto, quello della scelta. Quello da mangiare con i tajarin al burro il lunedì sera, una volta tornati, per rimettere insieme i ricordi di un altro weekend indimenticabile.

Scaricate il programma e non ci pensate troppo, avete ancora un mese!

Ti potrebbero interessare anche...

I Maestri del Panettone

Secondo la leggenda il panettone nacque alla corte di Ludovico il Moro, quando, in occasione di un sontuoso pranzo, il cuoco scoprì che il dolce si era bruciato nel forno. Mise allora insieme ciò che era rimasto nella dispensa: farina, burro, uova, scorza di cedro e uvetta. Quando lo portò a tavola già sentiva che [...]

The Love Affair

Sono quattro anni, ormai, che il concept di Cristina Di Giovanna e Sofia Barozzi, The Love Affair, mette insieme giovani coppie che programmano il loro matrimonio e specialisti del campo wedding attraverso un evento che non è solo una fiera di settore ma una vera e propria celebrazione di tutto il bello che circonda quel fatidico sì. Segni [...]

Un weekend nelle Langhe

To read this article in English, click here. Lunghe, verdi fughe di colline fino all'orizzonte, sparse di piccoli borghi medievali, ognuno con la sua storia, la sua cultura, il suo spirito. Questo è uno degli scenari più belli di tutta Italia, un luogo che per secoli ha ispirato poeti, musicisti, cuochi e pittori: le Langhe, storica regione [...]

Il Duomo di Milano svela i suoi angoli nascosti

Il Duomo di Milano festeggia quest'anno i suoi 630 anni. Sei secoli più che intensi: tra bombardamenti, restauri e ricostruzioni. Sei secoli di arte e di architettura legati indissolubilmente alla storia della città. Da settembre a dicembre 2017, la Veneranda Fabbrica del Duomo farà un enorme regalo ai milanesi, ai turisti e agli appassionati che vorranno conoscere luoghi solitamente non accessibili [...]

Lear Gourmet & Relais

Via Col del Frejus 3, 20836 Briosco

Alle porte di Milano, nel cuore della Bassa Brianza esiste un luogo magico e molto nascosto. Un luogo dove fuggire dalla routine quotidiana e dallo stress cittadino, dove innamorarsi, ritrovarsi e sognare ad occhi aperti. Siete al Lear Gourmet & Relais: nido d’amore per eccellenza, con un forte tocco country chic, piacevolmente sperduto tra le verdi colline [...]

Flawless Milano è un progetto nato dal sogno di un gruppo di ragazzi, amici e compagni di università, oggi professionisti nei settori della moda, del lusso, della grande distribuzione e della finanza.

Bombardati quotidianamente da informazioni di ogni tipo trasmesse da un numero sempre maggiore di strumenti di comunicazione, a volte cerchiamo solo la semplificazione. Una guida.

Copyright © 2017 Flawless Living s.r.l. - Via dell'Orso 7/A - 20121 Milano - PI 08675550969