To Top
Eventi passati

Nan Goldin – The Ballad of Sexual Dependency

Un viaggio nel cuore duro di New York

La “The Ballad of Sexual Dependency” (1981) di Nan Goldin è arrivata in Triennale. Nan Goldin, classe 1953, è un’artista originaria del Massachusetts, lasciò la famiglia dopo il suicidio della sorella, un evento così brutale da scioccarla per sempre, e frequentò la scuola del Museum of Fine Arts di Boston. Trasferitasi poi a New York, l’artista iniziò a documentare la realtà dei sobborghi degradati, una realtà a volte cruda, fatta di sesso, droga, amore, vecchiaia e disperazione.

La “Ballad” è uno slideshow di 700 scatti che testimonia come la ricerca della Goldin fosse rivolta all’istinto, all’attimo trasparente, a una realtà senza censura. Tutti i suoi slide show sono sempre in costante mutamento, vivi, completi, incompleti, finiti, infiniti, una vera e propria macchina del tempo. L’artista ricerca la verità e non necessariamente la bellezza oggettiva, il risultato è un’immagine sempre enigmatica, che spinge a riflettere.

Narrare se stessi e il mondo che ci circonda è una realtà che tutti noi oggi conosciamo molto bene, perché viene ricreata quotidianamente utilizzando i social ma ai tempi degli esordi della Goldin, questa ricerca artistica faceva di lei una pioniera alla stregua di Diane Arbus e Larry Clark.

Nan Goldin collabora ancora oggi con le più grandi case di moda al mondo, il suo punto di vista sulla realtà è affascinante, concretizzato in una carriera artistica unica. Le sue foto sono d’ispirazione per i più importanti fotografi d’arte. Negli ultimi anni l’artista ha portato avanti la sua visione artistica sviluppando progetti unici, come quello per la SNCF, nel 2003, una pubblicità per le ferrovie di Parigi, dove ritraeva scene di vita a bordo dei treni. Insomma un’artista che presta la sua visione in molti campi e chissà in futuro quali nuovi progetti potremmo avere l’onore di vedere.

Ti potrebbero interessare anche...

Frida Kahlo a Milano

Dal 1 febbraio fino al 3 giugno, il Mudec di Milano ospiterà una delle mostre più complete della celebre pittrice messicana Frida Kahlo. Dopo molti anni, verranno finalmente esposte in un'unica sede tutte le opere conservate nelle collezioni del Museo Dolores Olmedo di Città del Messico e della Jacques & Natasha Gelman Collection, oltre a quelle appartenenti ad altri importanti [...]

“Dal Tunnel”: l’arte contro la violenza sulle donne

L’arte come testimonianza, l’arte come via di fuga e strumento di dialogo. Tutto questo è il progetto culturale “Dal Tunnel” che si propone di sensibilizzare  il pubblico sul delicato tema della violenza nei rapporti affettivi. Un gravissimo problema che affligge tante relazioni e spesso sfocia in esiti tragici. Dal 5 al 13 Dicembre, per un’intera settimana, e [...]

Milano e la Mala

Oggi Milano è sinonimo di business, design, innovazione, moda. Ma c'è stato un tempo in cui il viso scintillante del boom economico e del benessere sociale convivevano con gli aspetti più oscuri e pericolosi della vita urbana che hanno contribuito a scrivere la storia della Milano tra gli anni '60 e '80. Ed è proprio questa storia che verrà raccontata dal [...]

Lo sguardo di Narciso – The Flat

La nuova mostra "Lo sguardo di Narciso", al The Flat in via Paolo Frisi 3, racconta di un Narciso che fatica a trovare la sua immagine. Gli artisti internazionali invitati, utilizzando materiali o superfici specchianti, restituiscono figure beffarde che ci spingono a riflettere sulla nostra identità di spettatori. L’artificio degli artisti distorce, frammenta i riflessi e ostacola il rapporto [...]

L’Atlas – CRYPTOGRAMS

La Galleria Wunderkammern ospita, dal 23 Novembre al 21 Dicembre, una mostra personale di L’Atlas. Se siete esterni ai circoli d’arte è probabile che questo nome non vi dica niente, se invece vi tenete al corrente saprete di certo che si tratta di un parigino di trentanove anni, alto e bello con gli occhi chiari,che [...]