To Top
Eventi passati

Rules of Engagement – Mark Jenkins & Rero

Due giganti dell’arte contemporanea espongono a Wunderkammern Milano le loro inquietudini sulla nostra società

Iperrealismo, interattività, surrealismo, esperimento sociale. Tutto questo è Mark Jenkins. Classe 1970, questo big dell’arte contemporanea ama mettere alla prova le nostre concezioni sulla realtà e sulla normalità con i suoi audaci lavori. Esposto in tutto il mondo, dagli Stati Uniti al Giappone, Jenkins intesse la propria arte di temi politici e sociali. Tiene molto alla pop culture, tre anni fa ha preso parte a due degli eventi più importanti d’Europa: la Nuit blanche di Parigi e il festival di Glastonbury.

Mark Jenkins - Rules of Engagement - Wunderkammern Milano

Rero invece, più giovane di tredici anni, recupera le suggestioni della graffiti art, la sua arte è tutta verbale: brevi, spiazzanti messaggi lasciati in luoghi esposti o nascostissimi. La sua firma è onnipresente: una sbarra nera che taglia i caratteri. Si riappropria di materiali estranei all’arte per rielaborarli artisticamente. Riflette sull’autocensura e sulla contraddizione di cui è piena la nostra società.

Rero - Rules of Engagement - Wunderkammern Milano
Ora, dopo due mostre personali a Roma, i due artisti si uniscono a Milano nel contesto della Wunderkammern. Il titolo del loro progetto corrosivo e ambiguo insieme: Rules of Engagement. Letteralmente sia le “Regole di ingaggio” dei militari, che stabiliscono il dispiegamento delle forze in campo, che le “Regole del fidanzamento”, con questa voluta frattura fra la vicinanza dell’amore e la distanza della guerra. Attraverso queste regole, le nostre emozioni vanno sempre più definendosi, cristallizzandosi e formalizzandosi. Di questo fenomeno il progetto di Jenkins e Rero è uno studio, fatto tramite opere di tecnica mista e istallazioni prodotte à deux.

wk-mark-jenkins-dublin-ireland-cover2

Una mostra che potrete visitare da mercoledì 20 Settembre alla galleria Wunderkammern Milano, un luogo quanto mai adatto a eventi del genere, sempre inteso a esplorare le nuove frontiere della relational art, quell’arte cioè che ha come punto di partenza l’insieme delle relazioni umane e il loro contesto sociale, con un’attenzione particolare a ciò che connette l’interiore e l’esteriore, il normale al paradossale e il normale con l’inaudito.

Ti potrebbero interessare anche...

Frida Kahlo a Milano

Dal 1 febbraio fino al 3 giugno, il Mudec di Milano ospiterà una delle mostre più complete della celebre pittrice messicana Frida Kahlo. Dopo molti anni, verranno finalmente esposte in un'unica sede tutte le opere conservate nelle collezioni del Museo Dolores Olmedo di Città del Messico e della Jacques & Natasha Gelman Collection, oltre a quelle appartenenti ad altri importanti [...]

“Dal Tunnel”: l’arte contro la violenza sulle donne

L’arte come testimonianza, l’arte come via di fuga e strumento di dialogo. Tutto questo è il progetto culturale “Dal Tunnel” che si propone di sensibilizzare  il pubblico sul delicato tema della violenza nei rapporti affettivi. Un gravissimo problema che affligge tante relazioni e spesso sfocia in esiti tragici. Dal 5 al 13 Dicembre, per un’intera settimana, e [...]

Swiss Winter Lounge – La Terrazza di via Palestro

Da sempre la Svizzera con i suoi panorami mozzafiato, i suoi maestosi scenari innevati e la tranquillità delle sue valli è stata il rifugio d’inverno dell’élite europea. St. Moritz, Ginevra, Montreux, Leukerbad sono solo alcuni dei nomi delle località più rinomate di questo paese dalla pacifica storia. E perché non portare per qualche tempo tutto il [...]

Milano e la Mala

Oggi Milano è sinonimo di business, design, innovazione, moda. Ma c'è stato un tempo in cui il viso scintillante del boom economico e del benessere sociale convivevano con gli aspetti più oscuri e pericolosi della vita urbana che hanno contribuito a scrivere la storia della Milano tra gli anni '60 e '80. Ed è proprio questa storia che verrà raccontata dal [...]

Lo sguardo di Narciso – The Flat

La nuova mostra "Lo sguardo di Narciso", al The Flat in via Paolo Frisi 3, racconta di un Narciso che fatica a trovare la sua immagine. Gli artisti internazionali invitati, utilizzando materiali o superfici specchianti, restituiscono figure beffarde che ci spingono a riflettere sulla nostra identità di spettatori. L’artificio degli artisti distorce, frammenta i riflessi e ostacola il rapporto [...]