To Top
Classifiche

Le 10 Migliori Trattorie Milanesi

Mangiare bene a Milano è scontato, mangiare bene milanese a Milano è un’altra storia

To read the article in english click here

Autunno, inverno e voglia di tradizioni. Quelle forti, quelle dell’infanzia. Mangiare bene a Milano è scontato, mangiare bene milanese a Milano, non tanto. Ecco dunque la classifica di Flawless Milano sulle 10 migliori trattorie milanesi che non dovete assolutamente mancare. Per la tradizione, per il vostro palato e per la voglia della Milano BUONA a tavola.

Antica Hostaria della Lanterna | Via Giuseppe Mercalli 3

Antica Hosteria della LanternaPhoto Source: Corriere della Sera
Ok il nome vi fa pensare alla vecchia Zena, ma qui si parla e si respira il milanese vero. Chi frequenta questo posto lo chiama “la Sciura”. Ambiente da osteria alla mano, la signora (sciura, appunto) ne sa… Primi piatti fatti in casa (maccheroncini o gnocchi), sugo della tradizione (gorgonzola e pistacchi, salsiccia e pomodoro, trevisana arrostita), secondi ottimi (ossobuco, cotoletta o spezzatino). Porzioni da dessert (tiramisù per dirne una) impegnative. Non si esce mai tristi. Mai insoddisfatti. Sempre molto appagati. GARANZIA

La Madonnina | Via Gentilino 6

La MadonninaPhoto Source: Brindando.com
Questa è una trattoria casareccia caratterizzata da un ambiente rustico, con tanto di tavoli sotto un piccolo pergolato esterno affacciato su un cortile della vecchia Milano per la bella stagione. È la tipica trattoria milanese per compiere un tuffo nel passato. Scelta limitata (per me sinonimo di qualità), poche materie prime ma usate bene e cibo casalingo. La cotoletta alla milanese, l’ossobuco e il risotto la fanno da padrone. SEMPLICE E BUONO

La Pesa trattoria dal 1902 | Via Giovanni Fantoni 26

Trattoria La Pesa dal 1902Photo Source: TheFork.it
Ambiente curato e moderno ma pur sempre da trattoria. Menù semplicemente da tradizione milanese. Cotoletta fatta come il commensale vuole (bassa o alta). La tradizione di Milano dice alta almeno un dito: se non avete mai provato osate e non tornerete più indietro! Risotto morbido e cremoso, ossobuco tenero e saporito, antipasti da tradizione, mondeghili, gnocco fritto con la coppa, nervetti e cipolle all’aceto. Secondi squisiti, antipasti antichi e stupefacenti. TIPICO

Enoteca Regionale Lombarda | Via Stampa 8

Enoteca Regionale Lombarda
Alle spalle della caotica via Torino, sotto l’ombra della Madonnina, un posto dove certo si può bere, ma si mangia divinamente. Il risotto alla milanese è grandioso ma non dimentichiamo il cotechino, i fiori di zucca farciti di baccalà mantecato, la trota affumicata, la polenta col brasato di manzo, il minestrone con le verdure dell’orto e di stagione, i cappelletti in brodo. L’ossobuco di vitello in gremolada con risotto allo zafferano merita un minuto di silenzio. IL FASCINO DELLA TRADIZIONE.

La Libera | Via Palermo 21

La Libera MilanoPhoto Source: MyArtGuide.it
Nel cuore di Brera, in via Palermo, da moltissimi anni il Ristorante La Libera propone piatti della cucina milanese e della tradizione lombarda e italiana. In un ambiente accogliente, caldo e dal gusto retrò, potrete assaporare la vera cucina meneghina e i suoi piatti tipici come il risotto al salto e l’immancabile cotoletta alla milanese, grande classico cucinata secondo tradizione. SAPORI ANTICHI

Al Matarel | Via Laura Solera Mantegazza 2

Al Matarel Photo Source: TheFork.it
Ristorante che più tipico non si può. Ambiente anni ’80, menù sempre quello, una garanzia di tradizione. Antipasto di nervetti, cipolle, salame e funghi. Il risotto con ossobuco da primato, risotto perfettamente al dente, ossobuco tenerissimo con midollo nel cucchiaio… top. Orecchia di elefante (cotoletta alla milanese) cotta perfettamente. MILANO NEL PIATTO

Il Solferino | Via Castelfidardo 2

Il Solferino Ristorante Milano
Dal 1909 il Solferino delizia i passanti e gli habitué con le tradizioni gastronomiche milanesi, con accenni in menù alla cucina lombarda e italiana. Aperto 7 giorni su 7 sia a pranzo che a cena, potrete sbizzarrirvi tra piatti di carne e di pesce, una particolare attenzione è riservata anche alle proposte vegetariane. Il ristorante è stato recentemente ristrutturato ma ha mantenuto l’antica eleganza e atmosfera conviviale. In cucina Savino Antonacci e Francesco Centaro – chef rinomati a livello internazionale – e in sala Gianni Di Buduo, esperto maitre che con i clienti ci sa davvero fare. ELEGANZA D’ALTRI TEMPI

Antica Trattoria della Pesa | Viale Pasubio 10

Antica Trattoria Della Pesa
“Ognuno di noi ha il proprio indirizzo preferito per l’ossobuco del cuore, lo spezzatino ad hoc, il riso più o meno all’onda… È chiaro che le alternative ci sono. Però c’è un aspetto della Pesa che resta a mio parere imbattibile: l’ambiente. Tavoli e credenze in legno, tovaglie bianche, piastrelle crema e mattone anni ‘50 e una calda luce gialla che scalda ogni sala. Il personale è quello di sempre, li vedi compiere ogni gesto come se fosse ormai una parte di loro, con una naturalezza e disinvoltura che infondono fiducia.” MADE IN MILANO

Trattoria Arlati | Via Alberto Nota 47

Ristorante ArlatiPhoto Source: ClubMilano
Fondata negli anni ’30 da Luigi e Modesta Arlati, questa trattoria è oggi guidata da Leopoldo, che rappresenta la terza generazione dopo i nonni e il padre Mario, che negli anni ’60 ha trasformato questo locale da osteria di periferia a ristorante frequentato da artisti e manager di tutta Milano. Punto di riferimento in città per storia e cucina, qui potrete assaggiare i migliori piatti della tradizione milanese in un ambiente accogliente e rilassato. Per gli amanti della musica dal vivo la trattoria offre anche un programma musicale (dal jazz al rock) eseguito sul palcoscenico della taverna da celebri band. AUTENTICITÀ e DIVERTIMENTO

Al Garghet | Via Selvanesco 36

al-garghet-ps
“Che decidiate di andarci sotto Natale con mille lucine, il camino acceso e l’accompagnamento del pianista, o in estate, occupando uno dei tavoli in pietra del suo splendido giardino, Al Garghet resta un gioiello senza tempo. Il menù di Al Garghet è rigorosamente in dialetto (…) e scritto a mano in calligrafia elementare nei quaderni a righe di scuola. La tradizione impazza fin dagli antipasti: nervetti, lardo con crostini e paté di fegatini, gnocco fritto e salumi, fiori di zucca fritti. Tra i primi (…) risotto ai funghi, alla milanese (gustabile anche nella combinazione ossobuco con risotto), al salto, ravioli di grano saraceno, tagliatelle di farina di castagne, gnocchi di patate. I secondi ancora più trionfali: dall’orecchia di elefante – una delle più grandi in zona – alla Cassoela, senza farsi mancare mondeghili, rognoncini e le animelle di vitello”. GIOIELLO SENZA TEMPO