To Top
Fuori Porta

Osteria dell’Arco

Semplicità, tradizione e accoglienza nel cuore di Alba

Ci sono luoghi in cui dove vai, vai, cadi sempre bene. Le langhe in questo senso sono una certezza ma per essere sicuri di cadere in piedi e sempre al top, ecco il posto che non potrete mancare: l’Osteria dell’Arco nel centro di Alba. Se fosse a Milano e non a un’ora e mezza di strada, sarei sempre lì a fare il pieno di bontà (e comunque, ovunque voi viviate, venire a mangiare qui è necessario almeno una volta all’anno). Semplicemente irrinunciabile.

Presidio slow food certificato, manderà le vostre papille gustative in estasi… davvero non ha nulla in meno di un ristorante stellato! Il menù varia a seconda della stagione e della disponibilità dei fornitori quasi tutti a km zero. Iniziamo con ordine, anche se è difficile mantenere un ordine rigoroso alla bontà! Qui un antipasto diventa un secondo in un battito di ciglia e il menù degustazione è disponibile anche per singola persona (senza che debba ordinarlo l’intero tavolo). Semplicità, tradizione e accoglienza a completare l’esperienza.

Osteria dell'Arco - Alba

Tajarin 40 tuorli e tartufo bianco

I richiestissimi Tajarin 40 tuorli al burro d’Alpeggio con formaggio grattugiato (fresco e buono come quasi mai capita) sono semplicemente divini. Elementare fare un piatto così buono? Può essere… Ma assaggiatelo prima e replicatelo, poi potrete commentare. Raviolini del plin rigorosamente fatti in casa. La tartare di Fassona saporita, buona, pulita e accompagnata a una insalata russa che boh, “l’originale è davvero così buona?”. La cipolla dorata, cotta al sale rosso e gratinata al Raschera e tartufo nero… non ve la commento neppure, immaginatela.

Osteria dell'Arco - Alba

Tartare di Fassona e tartufo bianco

Il Vitello tonnato (ah era un antipasto), il prosciutto di maiale cotto da loro con focaccia e insalata russa, la guancia di vitello stracotta al vino rosso, la tagliata di Fassona o il coniglio arrosto valgono davvero la pena di scegliere il secondo anche se lo spazio nello stomaco è sempre di meno… un goccino di nebbiolo o barolo e il posto si trova.

Il dolce, si sa, non è obbligatorio, ma gli chef più sgamati sanno che è il loro messaggio di arrivederci con i clienti. Quindi non si può sbagliare, bisogna mantenere il livello delle portate. Ne ho visti passare di diversi, lo chef nota la mia curiosità (serve anche ai tavoli se c’è bisogno) e mi dice “questo è il mio tiramisù, non lo perda”. Non gli lascio il tempo di aggiungere altro che l’ho già ordinato al cameriere. Di fianco a me il mio commensale si lascia tentare dal cremino al gianduia, cioccolato e lamponi… una vera estasi. Io ve lo dico: obbligatorio andarci almeno una volta all’anno, prenotando in anticipo, ça va sans dire!

Photo credit: Joie de vivre by @g4gary

Ti potrebbero interessare anche...

I 10 ristoranti di carne migliori di Milano

To read this article in English, click here. L’ondata vegana ci ha travolto ma i carnivori del mondo resistono ancora indefessi. Quando un carnivoro guarda il mondo non vede che un gigantesco ristorante. Un maiale non sarà un semplice maiale, ad esempio, ma un assemblaggio di future braciole, lonza, costine e salsicce. Allo stesso modo un [...]

10 ristoranti per la notte di Capodanno

To read this article in  English, click here. Il cenone di Capodanno. Temuto, atteso, è una delle occasioni più importanti dell’anno. Alcuni decidono di passarlo in casa con gli amici, è una delle tante opzioni, ma altri preferiscono non doversi mettere ai fornelli e andare semplicemente in un ristorante. In qualsiasi altra città il cenone al [...]

Garage Italia Customs

Viale Certosa 86, 20156 Milano

Garage Italia Custom non è solo un bar, non è solo un ristorante capitanato da uno chef stellato, ma è un hub creativo e culturale di 1700 mq, con progetti in continuo divenire. Un luogo esperienziale dove vivere, gustare e ammirare le grandi eccellenze italiane: i motori, il design e il cibo. Si trova in piazzale Accursio, un indirizzo simbolo della [...]

Cittamani

Piazza Carlo Mirabello 5, 20121 Milano

Segnatevi questo nome: Ritu Dalmia. Indiana di nascita e italiana di adozione e nel cuore, Ritu è considerata una vera “celebrity chef” in India e in tutto l'Oriente in generale e ha deciso di aprire nella nostra Milano quello che forse si rivelerà il miglior ristorante indiano contemporaneo di tutta Italia. Cittamani è il suo nome, una parola che deriva [...]

Il Santa – Bistrò Moderno

Via Melchiorre Gioia 37, 20124 Milano

Milano è un fermento. Giorno dopo giorno la città cresce, le sue linee metropolitane si estendono, i palazzi si alzano e nuove vie prendono nome. In mezzo a tanto fervore la zona di Gioia sta conoscendo una nuova primavera, evolvendosi giorno dopo giorno in direzioni impreviste. Un fiore all’occhiello di questa stagione urbana è Il Santa Bistrò Moderno, un ristorante [...]