To Top
Drink Etnici

Sakeya – The House of Sake

La prima sake house italiana patrocinata direttamente dalle prefetture giapponesi

Se siete alla ricerca di un posticino intimo e accogliente per un appuntamento romantico o una cena diversa dal solito, Sakeya è il luogo giusto. Nascosto in una traversa di corso Genova, in via Cesare Da Sesto 1, il locale è al contempo cocktail bar, bistrot e sake shop.

Sakeya |Interni

Appena entrati sentirete subito il bisogno di guardavi attorno, catturati dai curiosi dettagli, dai mattoni a vista e dall’atmosfera calda e intima, resa tale dal tocco raffinato di Flavio Angiolillo (Mag Cafè), che non lascia nulla al caso: l’arredamento della sala cocktail, infatti, è interamente composto da pezzi di antiquariato provenienti da mercatini dell’usato giapponesi, scelti durante un viaggio a Tokyo.

Sakeya | Sala

Delicato o corposo, fresco o secco, fermo o mosso: da Sakeya il protagonista è ovviamente il sake, in tutte le sue possibili varianti (Sake Ya significa letteralmente proprio “casa del sake”). Le etichette presenti in lista sono infatti più di 150, provenienti dalle 47 prefetture giapponesi. Il locale, che vanta la più ampia selezione di sake in Europa, nasce dalle menti del Sake Sommelier Lorenzo Ferraboschi (Responsabile Italiano della Sake Sommelier Association) e della sua compagna nel business e nella vita Maiko Takashima; la coppia è inoltre fondatrice della startup Sake Company, ad oggi il principale distributore italiano di etichette di alta gamma. Il progetto del locale gode inoltre del patrocinio diretto delle prefetture giapponesi, interessate a promuovere all’estero il proprio territorio e le proprie tradizioni.

Sakeya |Sake

La mission di Sakeya è dimostrare la versatilità di una bevanda fino a qualche anno fa ancora poco nota nel nostro paese: la stessa cucina offre proposte in abbinamento ai sake in lista, con materie prime ricercate e di ottima qualità, volte ad esaltare il sapore del calice che sceglierete. Lo staff, infatti, è interamente composto da Sake sommelier, che sapranno consigliarvi sia che siate neofiti o degustatori abituali. Il servizio è professionale e appassionato ma mai invadente. Oltre alle etichette e agli ottimi drink dei mixologist Alessio e Jacopo, classici o a base di sake (kanpai! Gli abbinamenti e la presentazione vi lasceranno a bocca aperta), è possibile degustare anche una selezione di birre artigianali e whisky rigorosamente giapponesi.

Sakeya | Cocktail

Passando alla sala bistrot, dominata da uno scaffale a tutta parete sul quale sono esposte, illuminate, centinaia di bottiglie di sake, e da una bellissima cartina che illustra le regioni giapponesi, una volta accomodati vedrete sfilare adorabili piattini di ceramica di Kyoto con le delizie dello chef Masaki Inoguchi (affiancato in cucina dal “giapponese adottivo” Andrea Piga e più recentemente anche dallo chef Takashi Kido). In particolare vi consigliamo il polpo in tre cotture su letto di potado salada e polvere di bonito servito con salsa takoyaki e mayo giapponese, gli spiedini cotti su brace al carbone (tra i quali spicca quello di Wagyu, carne di manzo pregiatissima, tipica della zona di Kyoto) e il sushi al branzino.

Sakeya | Bistro

Che sia per un drink o per una cena, una cosa è certa: Sakeya mantiene la sua promessa di esperienza giapponese a 360 gradi, perché uscirete dal locale arricchiti culturalmente, chiedendovi se nel mentre qualcuno non vi abbia teletrasportato di nascosto a Tokyo.

Ti potrebbero interessare anche...

Dabass

Via Piacenza 13, 20135 Milano

Il quartiere di Porta Romana continua a stupire e una delle sue ultime sorprese, regalateci quest’estate, è Dabass Milano il cui concept nasce da un’idea di tre imprenditori (due dei quali provenienti dal ristorante vegetariano MAM Milano Amore Mio, sempre in Porta Romana) che hanno trasformato un’ex cartolibreria in un ristorante accogliente dall’anima artistica e intima. Il ristorante si [...]

Gods of Mixology – Vol. 2

To read this article in English, click here. Grandi scontri, grandi potenze, nessuna pietà. Se con la prima puntata di Gods of Mixology credevate di aver visto tutto, credevate male. L’Olimpo della mixology milanese è vasto, vastissimo e i contendenti sono come gladiatori che si sfidano all’ultimo drink. In amore come in guerra non ci sono regole, si sa, [...]

Rufus Cocktail Bar

Via Alberto da Giussano 2, 20145 Milano

A pochi passi dalla fermata Conciliazione sorge un posticino che a poco tempo dalla sua apertura ha già guadagnato un largo seguito di fedelissimi: parliamo del Rufus Cocktail Bar, che grazie alla mano esperta dei suoi mixologist, incanta i palati dei suoi ospiti con miscele ricercate e innovative. Il piccolo locale, attrezzato con un dehors su strada, appare [...]

NIO – Needs Ice Only

To read this article in English, click here. Dicembre non è ancora iniziato eppure il calendario è già intasato di appuntamenti che volenti o nolenti sapete di dover affrontare. Un mare di lavoro, i regali di Natale, un’immensità di cose da fare, un oceano di persone da vedere. Un’unica voglia è forse più grande della [...]

Bao House

Via Plinio 37, 20129 Milano

Se adorate il cibo asiatico, meglio ancora se in versione street food, e in particolar modo quello di Taiwan, allora la cucina del ristorante Bao House fa per voi. Fate spazio nella vostra agenda per una pausa pranzo veloce, per uno spuntino spezza fame o per una cena alternativa tra amici del tutto informale. Destinazione Milano. Puntate [...]