To Top
Stellati

Tokuyoshi

Le nozze celesti (e culinarie) di Italia e Giappone

Una stella Michelin appena presa, va bene, ma la curiosità è tutta per lui, Yoji Tokuyoshi, chef proprietario dell’omonimo ristorante con un passato importante. Nove anni da Massimo Bottura, di cui tre come sous-chef, non sono cosa da nulla. Le aspettative, quando si entra, sono abbastanza alte. Adesso, lo chef Tokuyoshi ha aperto il suo ristorante giapponese dove l’estremo Oriente incontra l’Italia.

Tokuyoshi

Il locale è d’atmosfera, con un grande e lungo bancone centrale. I tavoli sono pochi ma ben disposti, eleganti anche i dettagli. Ma arriviamo al sodo e parliamo del menù e degli accostamenti arditi che propone. Prima di iniziare delle olive nere, amare e salate al punto giusto, vengono servite come entrée accompagnate dal pane di lievito madre appena sfornato e dal burro nocciolato.

Tokuyoshi

Ogni portata (e dunque anche questo assaggio) è accompagnata da un bicchierino di brodo: ora di carne, ora di verdure, ora di spezie seguendo la tradizione giapponese che vuole ogni pietanza accompagnata da una bevanda calda. Fra gli antipasti, il non plus ultra è il pane con burro e alici,  una nuvola bianca, morbida e vaporosa, impastata con acqua di mare, alici marinate e burro nocciolato. Al secondo posto abbiamo il cannolo siciliano salato ripieno di baccalà mantecato seguito a ruota dalla tartare di daino e dal lardo di Wagyu.

Tokuyoshi

Per i primi piatti, invece, abbiamo una scelta assolutamente originale. La pasta Tributo a Noto consiste in spaghetti con latte di mandorle, vongole e pistacchi. Il risotto con ostriche e Wagyu è un’apoteosi gastronomica e, sempre sulla stessa linea di commistione di gastronomia italiana e giapponese, abbiamo i ravioli del plin su brodo tonkotsu, a cui manca solo la parola.

Tokuyoshi

Come secondo una buona scommessa è il piccione con finferli e porcini,  davvero buonissimo, il suo fondo di cottura è semplice ma corposo, delicato e saporito. Sempre incredibili, poi, sono la guancia di vitello brasata nel Barbaresco, la sogliola in spuma e salsa d’impepata di cozze  o la triglia alla livornese con salsa di triglia ridotta. Tutti piatti complessi e articolati che non mancheranno di sorprendervi.

Tokuyoshi

Il dessert invece è un babà inzuppato nel Sauternes Chateau d’Yquem, una incredibile variazione su un piatto famoso e tradizionale che fa ben capire tutta la carica di innovazione che lo chef Tokuyoshi mette in ogni singolo piatto della sua cucina. Un’esperienza indimenticabile.

Ti potrebbero interessare anche...

Al Porticciolo 84

Via Fausto Valsecchi 5/7, 23900 Lecco

Se siete tra quelli che amano le stelle a tavola, allora non potete perdervi i percorsi di gusto dello Chef Fabrizio Ferrari. Siete al ristorante Al Porticciolo 84, al civico 5 di via Fausto Valsecchi a Lecco, sulle colline alle spalle del lago. In un quartiere residenziale, tranquillo e isolato dal caos del centro cittadino, un’antica [...]

Trussardi alla Scala

Piazza della Scala 5, 20121 Milano

Cosa rappresenta il ristorante Trussardi alla Scala? L' ensemble di due icone di Milano, di due monumenti di indiscutibile valore. Da una parte una storica e importantissima famiglia della moda Italiana, la famiglia Trussardi. Dall’altra il teatro per eccellenza di Milano: il Teatro alla Scala (per tutti, semplicemente, La Scala). Il connubio dei due ha dato il nome a quello che è [...]

Bussarakham

Via Valenza 13, Milano 20144

Una volta varcato il massiccio portone in legno di Bussarakham, tutto il resto smette di esistere. Il rumore del tram che attraversa porta Genova, le chiacchiere che accompagnano gli spritz serviti sul Naviglio, tutto sparisce. Siamo in una via meno affollata, eppure la sensazione è quella di ritrovarsi in Oriente, un Oriente di ritmi lenti, luci soffuse e sapori [...]

10 ristoranti per la notte di Capodanno

To read this article in  English, click here. Il cenone di Capodanno. Temuto, atteso, è una delle occasioni più importanti dell’anno. Alcuni decidono di passarlo in casa con gli amici, è una delle tante opzioni, ma altri preferiscono non doversi mettere ai fornelli e andare semplicemente in un ristorante. In qualsiasi altra città il cenone al [...]

Bao House

Via Plinio 37, 20129 Milano

Se adorate il cibo asiatico, meglio ancora se in versione street food, e in particolar modo quello di Taiwan, allora la cucina del ristorante Bao House fa per voi. Fate spazio nella vostra agenda per una pausa pranzo veloce, per uno spuntino spezza fame o per una cena alternativa tra amici del tutto informale. Destinazione Milano. Puntate [...]