To Top
Art&Design

La Triennale

Un'istituzione culturale viva e cangiante, mai ferma su se stessa

Tra i luoghi d’arte che meritano di essere visti e soprattutto vissuti occupa un posto particolare nel mio ranking da milanese la Triennale: un’istituzione culturale viva e cangiante, mai ferma su se stessa. Anzi un luogo che propone costantemente possibilità diverse di vivere l’arte in una dimensione nella quale contemplazione e convivialità non hanno soluzione di continuità.

Nel palazzo di mattoni rossi di via Alemagna, un esempio dell’architettura primo Novecentesca, si tengono le numerose mostre di arte, fotografia, design e architettura ma si può anche soltanto passeggiare nel giardino costellato di installazioni contemporanee oppure prendere un caffè seduti su opere di design ognuna diversa dall’altra: sono i dettagli che rendono l’esperienza del visitatore emozionante.

Quando vengo qui non sono solo a Milano: sono a New York, sono a Londra, a Tokyo. Sono ovunque possa respirare il mio tempo e vivere la nostra contemporaneità. La sezione del Triennale Design Museum, che custodisce i pezzi più significativi della storia del design italiano e internazionale, quest’anno fino a fine febbraio propone la mostra “Cucine & Ultracorpi” dedicata alla lenta trasformazione degli utensili da cucina in macchine e automi: dal frigorifero al tostapane passando per la macchina da caffè il percorso della storia dell’elettrodomestico viene delineato attraverso i suoi pezzi storici.

Inoltre la vocazione artistica di questo storico museo milanese non si esaurisce nel design: infatti sua parte integrante è il Teatro dell’Arte, una sala per conferenze e performance dal vivo che la scorsa stagione, dopo aver ospitato Tim Robbins e il suo A Midsummer Night’s Dream ha lasciato spazio a Michail Baryshnikov diretto da Bob Wilson nello spettacolo Letter to a Man.

Se poi d’estate vorrete godervi un aperitivo culturale tenete d’occhio gli eventi nell’Edison Open Garden: qui nei mesi caldi di Expo si è tenuta l’iniziativa gratuita “Open Night”, ovvero una serie di concerti serali di generi fra i più svariati, dal jazz alla elettro-acustic tedesca passando per il tex-mex del profondo West americano. Ma la vitalità della Triennale di Milano troverà il suo apice proprio nel 2016, quando prenderà il via la XXI Esposizione Internazionale, intitolata “21st Century. Design After Design, precisamente da aprile a settembre. La manifestazione si diffonderà da via Alemagna verso numerosi luoghi d’arte contemporanea tra Milano e Monza, come il Pirelli Hangar Bicocca, la Fabbrica del Vapore e il Museo delle Culture MUDEC e tratterà l’evoluzione del design italiano e internazionale focalizzandosi sui cambiamenti dovuti alla crisi e al mercato globale.

Sarà quindi un’occasione straordinaria per osservare e riflettere sul nostro tempo e su come la nostra quotidianità e il nostro rapportarci alle cose che compriamo e di cui ci circondiamo stia cambiando. La Triennale quindi non è solo un museo ma un contenitore di idee e proposte per la cittadinanza: da milanese non posso desiderare di più.

Ti potrebbero interessare anche...

Milano e la Mala

Oggi Milano è sinonimo di business, design, innovazione, moda. Ma c'è stato un tempo in cui il viso scintillante del boom economico e del benessere sociale convivevano con gli aspetti più oscuri e pericolosi della vita urbana che hanno contribuito a scrivere la storia della Milano tra gli anni '60 e '80. Ed è proprio questa storia che verrà raccontata dal [...]

Lo sguardo di Narciso – The Flat

La nuova mostra "Lo sguardo di Narciso", al The Flat in via Paolo Frisi 3, racconta di un Narciso che fatica a trovare la sua immagine. Gli artisti internazionali invitati, utilizzando materiali o superfici specchianti, restituiscono figure beffarde che ci spingono a riflettere sulla nostra identità di spettatori. L’artificio degli artisti distorce, frammenta i riflessi e ostacola il rapporto [...]

L’Atlas – CRYPTOGRAMS

La Galleria Wunderkammern ospita, dal 23 Novembre al 21 Dicembre, una mostra personale di L’Atlas. Se siete esterni ai circoli d’arte è probabile che questo nome non vi dica niente, se invece vi tenete al corrente saprete di certo che si tratta di un parigino di trentanove anni, alto e bello con gli occhi chiari,che [...]

La Luna è una Lampadina. 50 anni IED

Lo IED compie cinquant’anni e li celebra con la mostra internazionale “La Luna è una Lampadina. 50 anni IED”. Cinquant’anni portati benissimo, cinquant’anni di successi e di crescita. Quando nacque, nel lontano 1966, fondato dal suo attuale presidente Francesco Morelli, lo IED voleva essere un’alternativa al mondo cattedratico delle scuole, un luogo dove il design doveva [...]

Le Sirene di Parco Sempione

Parco Sempione, 20121 Milano

C’era una volta una città attraversata da un corso d’acqua che un genio deviò sapientemente allo scopo di farne proliferare il commercio e lo sviluppo. In questa città dimoravano anche delle sirene, che con la loro benaugurale presenza allietavano i giovani della città. C’era una volta questa città, ma le sirene ci sono ancora. Hanno [...]

Flawless Milano è un progetto nato dal sogno di un gruppo di ragazzi, amici e compagni di università, oggi professionisti nei settori della moda, del lusso, della grande distribuzione e della finanza.

Bombardati quotidianamente da informazioni di ogni tipo trasmesse da un numero sempre maggiore di strumenti di comunicazione, a volte cerchiamo solo la semplificazione. Una guida.

Copyright © 2017 Flawless Living s.r.l. - Via dell'Orso 7/A - 20121 Milano - PI 08675550969