To Top
Hidden City

War Graffiti

Ci sono dei graffiti particolari sui muri di Milano: risalgono alla seconda guerra mondiale e sono le indicazioni dei rifugi antiaerei

I muri delle città, Milano inclusa, sono ormai per consuetudine ricoperti di graffiti e scritte, con più o meno di rilievo artistico, più o meno improvvisati, realizzati con le più disparate ragioni: dal mero sfregio o desiderio di lasciare traccia, al messaggio romantico o al proclama politico o sociale.

Ce ne sono altri invece caratterizzati da un tratto netto e distinto e da una vernice diversa. Risalgono alla seconda guerra mondiale e sono le indicazioni dei rifugi antiaerei.

Sono caratterizzati da cerchi, per renderli più visibili nei momenti concitati, chiare frecce di direzione e lettere: “R” per rifugio, “U.S.” Per uscita di sicurezza, “I” per idrante. Sono abbastanza rari, compaiono sui palazzi sopravvissuti ai bombardamenti e alle ristrutturazioni. A volte persino protetti da una lastra in plexiglas.

war-graffiti-milano-campanelli

La città fu tragicamente bombardata dal 10 fino al 20 ottobre del ‘43, e mantiene un’eredità di sotterranei e ricoveri che salvarono parte della popolazione.

Uno dei più affascinanti si trova in piazza Grandi: fu costruito nel 1935, trattasi di un labirinto di ventiquattro stanze con ingresso dalla monumentale fontana, con una capienza fino a 400 persone e corredato di acqua potabile e servizi igienici. E indicazioni di vietato fumare e (ahimè) vietato ingresso ai cani.

Ti potrebbero interessare anche...

Le case-igloo al Villaggio dei Giornalisti

Via Lepanto, 20125 Milano

Fra Isola e Greco, alle spalle della stazione Centrale, si concentra un quartiere storico di Milano, la Maggiolina, che comprende la zona residenziale detta il Villaggio dei Giornalisti. Una passeggiata da queste parti vi farà immergere in un'atmosfera d'altri tempi. Per gli appassionati di architettura, di giardini nascosti, di piazzette e ville quattrocentesche questa è una delle zone [...]

Gucci Art Wall

Corso Garibaldi 79, 20121 Milano

Tra Garibaldi e Moscova, più precisamente in Largo La Foppa, sorge un murales un po’ particolare: il Gucci Art Wall. Alzando lo sguardo verso l’alto, nei pressi del Radetzky Café, è infatti possibile scorgere l’enorme tela urbana di 176 metri quadrati che da maggio 2017 racconta l’immaginario di Gucci: unendo al marketing l'arte contemporanea e regalando periodicamente ai milanesi nuove [...]

Il Duomo di Milano svela i suoi angoli nascosti

Il Duomo di Milano festeggia quest'anno i suoi 630 anni. Sei secoli più che intensi: tra bombardamenti, restauri e ricostruzioni. Sei secoli di arte e di architettura legati indissolubilmente alla storia della città. Da settembre a dicembre 2017, la Veneranda Fabbrica del Duomo farà un enorme regalo ai milanesi, ai turisti e agli appassionati che vorranno conoscere luoghi solitamente non accessibili [...]

Le Sirene di Parco Sempione

Parco Sempione, 20121 Milano

C’era una volta una città attraversata da un corso d’acqua che un genio deviò sapientemente allo scopo di farne proliferare il commercio e lo sviluppo. In questa città dimoravano anche delle sirene, che con la loro benaugurale presenza allietavano i giovani della città. C’era una volta questa città, ma le sirene ci sono ancora. Hanno [...]

Il Giardino delle Vergini

Largo Agostino Gemelli 1, 20123 Milano

A Milano esiste un luogo dedicato e riservato solo alle donne: il Giardino delle Vergini, anche detto Giardino di Santa Caterina d’Alessandria. Si trova presso l’Università Cattolica e vi si accede dirigendosi verso l’Aula Magna, in fondo al porticato centrale che separa i due chiostri. Un’ampia vetrata si affaccia su un scorcio di verde che incanta attraverso [...]