To Top
Viaggi

Weekend a Torino

Aristocratica ed elegantissima: due giorni nella prima capitale d'Italia

To read this article in English, click here.

Adesso che si sono finalmente abbassate le temperature e le strade sono piene di foglie rossicce, è maturo il tempo per una gita in quel di Torino. Dal capoluogo lombardo sono davvero rari coloro che scelgono questa splendida città come meta per un weekend o anche solo una gita in giornata. Vi assicuriamo che vi perdete qualcosa a non conoscere una città che ancora preserva così forte il proprio stampo aristocratico, con la sua atmosfera raccolta, le strade ancora ricche di botteghe, negozi storici, artigiani.

Torino è una città che ha indubbiamente saputo rinnovarsi e accogliere realtà più che attuali, dalla cultura, al design, all’abbigliamento senza farsi mancare iniziative e novità legate al settore food, uno dei più in fermento negli ultimi anni. Eccovi allora la nostra guida sintetica per un weekend alla scoperta della vecchia capitale d’Italia, regno del buon gusto e della signorilità.

COSA VEDERE

Camera della Fotografia - Torino

Camera della Fotografia – Torino

Tra gli innumerevoli musei e palazzi che Torino offre è imprescindibile una visita al Museo Egizio, il secondo nel mondo dopo quello a Il Cairo per valore e quantità dei reperti inerenti allo studio di questa antica civiltà. Interessante per gli adulti, impressionante e divertente per i bambini.

Più recente e unico nel suo genere è il MAO – Museo di Arte Orientale che, oltre alle classiche mostre, presenta un fitto calendario di eventi volti ad avvicinare il pubblico a una cultura e un’identità molto differenti dalla nostra.

Per gli amanti di fotografia ha invece aperto di recente Camera – Centro Italiano per la Fotografia: 2.000 mq ristrutturati all’interno di quella che fu la prima scuola pubblica italiana e oggi dedicati «alla fotografia come forma di linguaggio, di documentazione e di espressione artistica, con l’obiettivo di valorizzare e promuovere la fotografia italiana».

Più di tutti, il nostro consiglio è di attraversare a piedi il centro storico di Torino, per ammirare la bellezza dei suoi palazzi, la preziosità delle piazze, la scacchiera rigorosa di vie che la percorrono ricche di negozi, ristoranti, bar storici.

DOVE DORMIRE

Turin Palace Hotel - Torino

Turin Palace Hotel – Torino

Uno degli alberghi più belli in città è sicuramente il Turin Palace Hotel. Di recente ristrutturazione il Turin Palace presenta un comfort lussuoso, estrema pulizia, interni di design e un ottimo ristorante. Consigliato tanto per chi viaggia per lavoro quanto per chi si concede un weekend di svago.

Altra opzione per soggiornare nel lusso e nella comodità è l’Hotel NH Collection Torino Piazza Carlina, al numero 15 di Piazza Carlo Emanuele II. Quella degli NH è una catena nota e indubbiamente più business oriented ma vi citiamo questo hotel per l’eccellente ristrutturazione dell’antico Regio Albergo di Virtù che vi sorgeva precedentemente e una posizione invidiabile in pieno centro. Completamente ristrutturato e riorganizzato negli spazi, l’hotel NH presenta un design moderno e minimale con alcuni richiami architettonici all’austerità del suo passato.

DOVE MANGIARE

 

Contesto Alimentare - Torino

Contesto Alimentare – Torino

Un must per chi visita la città è sicuramente il Berbel, un locale raffinato, con tavoli ampi e arredi contemporanei. È il regno di Nicola di Tarsia che attraverso un equilibrato gioco di tradizione e modernità, accompagnato da un servizio impeccabile, ci regala una qualità da ristorante stellato. Il menù è vasto e interessante, con piatti magici quali i tortelli di coniglio, peperoni e acciughe, risotto acquerello spinaci e lemongrass, la vitella piemontese con crema di zucca e caviale di Irish coffee o il maialino nero dei Nebrodi. Amouse bouche, piccola pasticceria, pane e grissini fatti in casa faranno da corollario a una cena eccellente ed elegantissima.

Contesto Alimentare, invece, possiede un ambiente piccolo e molto raccolto, arredato in maniera semplice ed efficace. Il Contesto nasce dalle idee e dai viaggi dei proprietari che amano creare piatti dove tradizione e territorio si fanno sentire dalla pasta fatta in casa, alla selezione di formaggi locali, anche se spesso e volentieri si trovano creazioni ingegnose e audaci, del tutto nuove e originali. Inutile dire che il risultato è più che riuscito e il ristorante merita di sicuro una visita. Giusto per stuzzicare la curiosità: tortelli di nocciola e vitello, l’arrotolato di coniglio grigio in casseruola con cavolo nero stufato, l’anatra marinata e cotta al forno con radicchio e cachi, l’insalata di faraona con melograno, pistacchi, rose e verza.

Non dimenticatevi di assaggiare un tramezzino: il posto migliore per una pausa golosa in questo senso è il Caffè Mulassano in Piazza Castello, dove fu inventato nel lontano 1926 da Angela e Onorino Nebiolo che decisero di rimuovere la crosta dal pane tostato per renderlo più soffice e leggero.

SHOPPING

Bagni Paloma - Torino

Bagni Paloma – Torino

Scendendo verso il Po, tra piazza Bodoni, via Mazzini, via della Rocca, via dei Mille è facile trovare indirizzi interessanti e un po’ defilati che meritano una sosta. Tra questi i Bagni Paloma, una vecchia autorimessa dove tutto ciò che vedete è in vendita, persino i mobili da esposizione e le decorazioni. Principalmente questo è un negozio di abbigliamento: stilisti e designer sono selezionati con cura, dalla Francia alla Germania al Giappone senza tralasciare le eccellenze italiane. Scarpe prodotte artigianalmente, camicie di tessuti pregiati, stole tessute a telaio, pelletteria e molto altro.

Prima del vostro rientro a casa, come souvenir per voi e per gli amici più stretti fate un salto da Toc: un piccolo grande laboratorio-negozio dedicato al cioccolato. Cioccolato artigianale e naturale, ma questi aggettivi sono adatti non solo al prodotto ma anche ai metodi di lavoro dei due giovani proprietari, Paolo e Maria, con la loro voglia di creare qualcosa di unico e memorabile per le nostre papille. Come ci raccontano loro stessi «il cioccolato non è uno solo ma ve ne sono moltissimi e qui potrete gustare la pralineria tradizionale, i dragées, le tavolette confezionate anche su misura, ma anche creme spalmabili, gelato e, per finire in dolcezza, le gelées. Insomma non lasciate Torino senza aver provato almeno un toc (“tocco” in dialetto) di cioccolato artigianale.