To Top
Classifiche

10 Gallerie e Musei che dovreste vedere durante la Design Week

Vi sentite ispirati durante il Salone del Mobile? Date un occhio alla nostra classifica

To read this article in English please click here

Il Salone del Mobile 2017 finalmente è arrivato, portandosi dietro un’ondata di creatività e ispirazione. Andate in giro per Milano cercando di assorbire un po’ di cultura? Ecco 10 gallerie d’arte e musei che vi aiuteranno a stare al passo con i trend.

Mudec – Museo delle Culture

Mudec - Milano

Nato da un’operazione di recupero di archeologia industriale nell’area dell’ex fabbrica Ansaldo, il MUDEC – Museo delle Culture – reinterpreta lo spazio con corpi di fabbrica modulari rivestiti di zinco e cristallo. Le officine dismesse sono state trasformate in laboratori, studi e nuovi spazi creativi che offrono al visitatore e alla città una molteplicità di proposte culturali e di servizi: dalla collezione permanente di arte extra-europea a una ricca proposta di mostre temporanee alle attività didattiche correlate fino all’esposizione del design store.

La Triennale

La Triennale

Dedicata all’approfondimento delle relazioni tra società, arte e industria, La Triennale è sicuramente uno dei musei di design più importanti di Milano, rendendo omaggio a grandi icone del passato ma sempre con uno sguardo proiettato al futuro. Numerose mostre di arte, fotografia, design e architettura vengono proposte durante l’anno ma sono i dettagli a rendere l’esperienza del visitatore davvero emozionante.

GAM – Galleria d’Arte Moderna

GAM - Galleria d'Arte Moderna

All’interno della splendida Villa Reale, di fronte ai Giardini Pubblici Indro Montanelli, la Galleria d’Arte Moderna si presenta come la più grande collezione civica di opere dell’Ottocento, esponendo i lavori di artisti italiani ed europei dal XVIII al XX secolo. Tra gli artisti di spicco della collezione civica troviamo Antonio Canova, Francesco Hayez, Andrea Appiani, Giovanni Segantini e Medardo Rosso.

PAC – Padiglione d’arte contemporanea

Padiglione d'Arte Contemporanea

Concepito nel ‘47 dal Comune di Milano in cerca di un nuovo spazio per le collezioni delle Civiche Raccolte del XX secolo, il PAC prende luce nel ‘48 con il progetto firmato dall’architetto Ignazio Gardella, che concilia la necessità di flessibilità dello spazio interno con la possibilità di dosare e differenziare la luce degli ambienti. Nel ‘79, in seguito a un lungo periodo di chiusura per restauri, il PAC riapre come casa temporanea per inestimabili opere d’arte. In seguito all’attentato del ‘93  – di origine mafiosa – il PAC è stato ricostruito e riportato al suo splendore originario dallo stesso studio Gardella, ospitando mostre di livello internazionale che coinvolgono i migliori curatori del panorama contemporaneo.

Armani/Silos

Armani/Silos

Armani/Silos è lo spazio espositivo ideato da Giorgio Armani e inaugurato in occasione dei 40 anni di moda dello stilista il 30 aprile 2015. Una superficie di 4.500 mq su quattro piani accoglie – oltre a mostre temporanee – le migliori creazioni del designer dal 1980 ai giorni nostri, selezionate e suddivise per temi: circa 400 abiti e 200 accessori.

Fondazione Prada

Fondazione Prada

Costruita sulla base di una vecchia distilleria dei primi Novecento, la Fondazione Prada presenta mostre di arte contemporanea su una superficie di oltre 19.000 mq. Arte e architettura sono sempre in movimento alla Fondazione Prada, con spazi pensati e immaginati in modo da sfidare il punto di vista del visitatore a ogni nuova visita.

Osservatorio di Fondazione Prada

Osservatorio Fondazione Prada - Give Me Yesterday

L’Osservatorio di Fondazione Prada è stato inaugurato alla fine del 2016, come spazio espositivo dedicato alla fotografia e alle arti visive. Situato al quinto e sesto piano della Galleria Vittorio Emanuele II, l’Osservatorio offre ai visitatori una splendida vista sull’ottagono, nonché l’accesso ad alcune mostre innovative.

Villa Necchi Campiglio

Scorcio della facciata della Villa

Villa Necchi Campiglio è stata progettata da Piero Portaluppi per il nucleo familiare composto da Angelo Campiglio, sua moglie Gigina Necchi e sua cognata Nedda – produttori della macchina da cucire Necchi – e costruita tra il 1932 e il 1935. Lo spazio è ora aperto al pubblico come dimora storica del circuito delle “case museo” del Comune di Milano, dove è possibile ammirare le opere di famosi artisti italiani e internazionali, così come lo stile e l’arredamento della casa stessa, caratterizzato da elementi art déco.

Studio Museo Achille Castiglioni

Fondazione Achille Castiglioni

Achille Castiglioni è stato uno dei più famosi architetti e designer italiani. Milanese fino al midollo, è stato attivo per tutta la seconda metà del Novecento realizzando un’enorme quantità di invenzioni e disegni, custoditi con cura nel suo studio museo in Piazza Castello. Tra le sue opere più famose le lampade Arco e Toio per Flos, le sedie Mezzadro e Sella per Zanotta e i posaceneri e i cucchiai per Alessi. Un must per tutti gli appassionati di design.

Frigoriferi Milanesi

Frigoriferi Milanesi

I Frigoriferi Milanesi nascono nel 1899 come fabbrica del ghiaccio e magazzini refrigeranti. Oggi, il complesso ex industriale che comprende anche lo storico Palazzo del Ghiaccio (1923), dopo una recente riqualificazione, si presenta come spazio polifunzionale che ospita enti e aziende attivi prevalentemente in ambito culturale e promuove iniziative aperte alla città quali festival letterari e incontri tematici. Nell’aprile 2016 inizia un nuovo capitolo nella storia dei Frigoriferi Milanesi: nasce FM – Centro per l’Arte Contemporanea, un polo dedicato all’arte e al collezionismo con spazi espositivi, gallerie e archivi d’artista.