To Top
Classifiche

10 ristoranti a Milano da provare a Dicembre

Location raffinate, menù variegati e novità da gustare: ecco la scintillante Milano “da mangiare”

Siamo giunti al rush finale dell’anno, un 2019 ricco di sorprese, emozioni e novità che il capoluogo meneghino ci ha invitato a scoprire, tra nuove insegne, vetrine accattivanti e degustazioni food&drink inedite. Dicembre è il mese dedicato alle feste: Natale e Capodanno bussano alla nostra porta, insieme a luminarie colorate, leccornie dolci e salate, regali inaspettati e tanti desideri e buoni propositi per il nuovo anno in arrivo, un insieme di pagine bianche tutte da riempire con gli indirizzi migliori della città.

Ma Dicembre è anche il mese dei pranzi e delle cene in famiglia, con gli amici e gli affetti più cari, all’insegna di brindisi portafortuna e momenti di puro relax, in location che scaldano l’anima e il cuore, al riparo dal gelo invernale. In una Milano avvolta da un affascinante manto dorato, lasciatevi guidare dai profumi e dai sapori di menu che strizzano l’occhio alle materie prime di stagione, tra accostamenti fumanti della cucina del Bel Paese e giri intorno al mondo, tra combinazioni stuzzicanti e saporite, per un pasto all’insegna dei festeggiamenti, in puro stile meneghino.

Abbandonate per un attimo la frenesia dei regali di Natale e dedicatevi alla scoperta dei 10 migliori ristoranti a Milano da provare a Dicembre: Flawless ha scovato per voi indirizzi scintillanti per appuntamenti enogastronomici dal successo garantito…cheers!

TANO PASSAMI L’OLIO

Via Francesco Petrarca, 4

Photo Credits

Un incontro culinario e artistico: la nuova sede della celebre insegna Tano Passami l’Olio dalle chete acque dei Navigli si è spostata in Via Petrarca, in pieno centro storico. Tano Simonato, patron e Chef della storica location riporta il suo ricettario fatto di cotture semplici senza l’utilizzo di burro, esaltando i sapori e gli aromi di materie prime stagionali; un menù che ha subito una ventata di novità, ma sempre rimanendo fedele ai piatti che celebrano la tradizione del ristorante. Due sale ospitano a pranzo e a cena gli habituè meneghini e i nuovi commensali, tra opere d’arte dalla firma di Davide Foschi, pittore milanese della corrente Metateista e una palette cromatica che gioca sull’oro e sul rosso, colori simbolo per lo Chef; sfumature che ricordano le cromie della festa e del Natale, per un appuntamento enogastronomico raffinato, da veri intenditori

L’ALCHIMIA

Viale Premuda, 34

Una prima stella Michelin per L’Alchimia, merito di un team che ha fatto dell’accoglienza il cardine del locale, creando quella sintesi perfetta tra sala e cucina, Chef e avventore, all’insegna di un’atmosfera elegante e raffinata, dove sentirsi a casa. Ma l’alchimia di questo spazio speciale si ritrova anche nella particolarità dell’insegna: un Lounge Bar e un’area dedicata all’esperienza gastronomica che si interfacciano, tra mattoni a vista, legno, oro e rosso, in una location che fa dell’attenzione al dettaglio il suo biglietto da visita. Iniziate la vostra cena con uno dei Signature cocktail realizzati ad hoc dalla Mixology Art del locale, in abbinamento a una cucina fatta di ingredienti gourmet e materie prime freschissime che giocano su un inedito mix di tradizione milanese e romana, in un viaggio unico alla scoperta dell’italianità più autentica. 

IYO AALTO

Piazza Alvar Aalto

Al primo piano di Torre Solaria, IYO Aalto ha trovato la sua casa. Dall’esperienza e passione di Claudio Liu, proprietario dello stellato IYO in Zona Sempione, nasce questa location, con l’intento di far vivere un viaggio nel Paese del Sol Levante, tramite due esperienze gastronomiche che rappresentano l’anima autentica e allo stesso tempo internazionale del Giappone. Da un lato, un Sushi Banco, simbolo dell’autentica tradizione nipponica dove otto intime sedute vi permetteranno di sperimentare un menù omakase, accompagnato da vino, sake e tè. Dall’altro, il Ristorante Gastronomico vi porterà alla scoperta di una cucina contemporanea che, grazie alla sapienza dello Chef Domenico Zizzi, mescola gli ingredienti della tradizione culinaria nipponica con un gusto cosmopolita. Partenza: Milano. Destinazione:Tokyo. Tempo di viaggio: una cena. 

URBAN CHALET 2019

Via Gesù 6/8

Urban Chalet 2019

Nel cuore del Quadrilatero della Moda, uno chalet alpino dall’animo glamour ha trasformato gli spazi del Four Seasons Hotel, offrendo un’esclusiva oasi di pace montagnina nel cuore della città. Un angolo invernale, tra cuscini in pelliccia sintetica, tappeti, rivestimenti in legno chiaro e scuro, sci vintage e ghirlande brillanti avvolti da un’atmosfera rilassante e festosa. Il menu dello Chef Fabrizio Borricino stuzzicherà le vostre papille con fumanti proposte in puro stile alpino, dall’aperitivo alla cena: pizzoccheri, canederli, fonduta di formaggio e il tradizionale Re del Natale meneghino, il Panettone. Accompagnate la vostra pausa di gusto con un drink pensato ad hoc dal Bar Manager Luca Angeli: tra un sorso di Glow Wine, uno speciale vin brulé speziato e uno Skypass a base di rum, tè nero, succo di limone e amaro Grinta Glep, l’inverno meneghino sarà solo un lontano ricordo.

RISTORANTE BIANCA

Via Bartolomeo Panizza, 10

Immergetevi in un’atmosfera immacolata, tra design, materia prima eccellente e una selezione di cocktail in perfetto abbinamento. Questi gli ingredienti di Bianca, una location bianca, appunto, che fa del pescato fresco il cuore pulsante del suo menù: crudo o cotto, base per primi e secondi piatti delicati, dai sapori e dai profumi del mare più autentico. Una location che gioca fra esterno e interno, con un grazioso e intimo dehors e una sala curata nei minimi dettagli, tra lampadine a sospensione, quadri colorati alle pareti, lume di candela e apparecchiato minimal. Accomodatevi al vostro tavolo e lasciatevi guidare dalla proposta ittica di giornata e dai suggerimenti della cucina; tra un drink home made e un calice di vino la vostra cena a base di pesce sarà l’augurio migliore per le vostre feste.

VALHALLA

Via Gaetano Ronzoni, 2

Il primo ristorante vichingo del Bel Paese svela la sua insegna a pochi passi dalle acque dei Navigli, con una proposta enogastronomica che si fa portavoce di una cultura mitologica, propria di quelle popolazioni che abitarono la Scandinavia e la Germania. Con una cucina che indaga gli usi e i costumi di un popolo antico, reinterpretata in chiave moderna, le portate giocano con un’attenta lavorazione, cottura e affumicatura della carne, accompagnata a materie prime della terra, tra cui spiccano tuberi, vegetali e prodotti del sottobosco; un menù che gioca sulla rotazione stagionale, proponendo ogni tre mesi nuove combinazioni di sapore dal nome accattivante, in onore delle divinità nordiche. Accomodatevi nella nuova brace degli Dei, tra arredi di design, tocchi di pelliccia e richiami alla natura, per un pasto in pura tradizione norrena.

ALL’ORIGINE

Via Alfonso Lamarmora, 36

Nel cuore di Porta Romana, All’Origine ci invita alla scoperta di una cucina di pesce tradizionale e creativa, dove materie prime e ingredienti di stagione si incontrano in una celebrazione della mediterraneità e del mare più autentico. In un ambiente intimo e riservato, legno e palettes naturali ci accolgono in un’atmosfera ovattata, tra luci soffuse e candele, dove avvolgenti archi accolgono i tavoli elegantemente apparecchiati e una selezione di etichette fanno capolino dalle bottigliere a muro, tra quadri ordinati e specchi a parete. Curiosate fra le portate à la carte: crudi di mare e riferimenti al Bel Paese stuzzicheranno il vostro appetito, per una cena romantica da concludere con un brindisi e un goloso dessert della casa. 

MONKEY IN THE CITY

Via Carlo Foldi, 1

Un angolo in città dove musica, tradizione e allegria cubana si mescolano in un turbinio di sapori, odori e colori. Questo l’obiettivo di Pedro Fiol, originario di una piccola città in provincia di Santiago de Cuba, che, a partire delle sue origini, ha creato un punto di ritrovo caleidoscopico, tra cocktail home made e materie prime dall’inconfondibile gusto esotico. Carte da parati dallo stile coloniale, mattoni a vista, lampadari stravaganti e dettagli di design vi porteranno alla scoperta di una cultura autentica. Iniziate dalla drink list, con un giro di Cuba in 10 cocktail, ognuno originario di una zona geografica del Paese e proseguite con una selezione di pesce o carne, riso e vegetali dall’aroma speziato. Sorseggiate il vostro Mojito e chiudete per un istante gli occhi: il tepore di una spiaggia sabbiosa bagnata dalle onde non è mai stato così vicino.

IL MANNARINO

Via Carlo Tenca, 10

Da De Angeli a Repubblica, Mannarino di strada ne ha fatta. È infatti proprio nella brulicante zona di passaggio nei pressi della Stazione Centrale che ha deciso di aprire la sua seconda location, una Repubblica delle Bombette, dove tagli di carne succulenta, contorni gustosi e le immancabili bombette della tradizione pugliese – capocollo, manzo e tacchino – conquisteranno il vostro appetito. Entrate e lasciatevi stuzzicare dal bancone: un ritorno alle autentiche macellerie di quartiere vi aspetta, dove veri esperti della materia prima vi offriranno preziosi e gustosi consigli sul taglio migliore da consumare in loco – dopo una lenta cottura sulla griglia – o portare a casa, per una cena a base di carne dal successo garantito. 

ICHI STATION

Via Gustavo Fara, 33

I sushi addicted e gli amanti dello scatto social saranno entusiasti: Ichi Station – il Japan Delivery milanese che ha spopolato sui Social Network – ha aperto una seconda location a pochi passi dalla Stazione Centrale. Dopo l’esordio come Sushi Master da IYO, eccellenza nipponica della ristorazione milanese, Haruo Ichikawa decide di elaborare un concept più pop e divertente, unendo la freschezza e l’alta qualità delle materie prime – pesce fresco in primis – all’estetica accattivante di portate colorate e sfiziose, pronte a essere fotografate tra un boccone e l’altro. Tra un sushi donut, un mosaic sushi e un pokè le vostre pause di gusto appagheranno papille e pupille, per un comodo viaggio dal Paese del Sol Levante alla vostra tavola imbandita.