To Top
Classifiche

5 Cocktail Bar etnici a Milano

Un viaggio “intorno al bicchiere” nelle location più suggestive della città

Per aprire la classifica su Google Map, clicca qui.

Un’onda etnica ha invaso il capoluogo meneghino, in un susseguirsi di Cocktail Bar dai profumi, colori, culture e tradizioni che sembrano moltiplicarsi a vista d’occhio. Sarà il desiderio di viaggiare, di arricchire il nostro bagaglio culturale o un semplice sentimento di escapismo che ci rende sempre più curiosi di conoscere l’altro, il nuovo e il misterioso.

Milano risponde al nostro istinto avventuriero miscelando l’estro di paesaggi etnici, sconfinati e geograficamente distanti alla tradizione del “buon bere”, con una vasta selezione di locali dalle storie accattivanti che hanno fatto del viaggio e dell’esplorazione il fil rouge di proposte originali, tutte da sorseggiare in tempi dilatati, concedendosi una fuga dalla realtà urbana.

Ed è così che salotti dai colori forti e accesi si alternano a location oniriche caratterizzate da giochi di luci e ombre; maschere tribali e statuette polinesiane si contrappongono a soprammobili minimal; metalli dalla manifattura preziosa e legni dalle tonalità diverse dialogano con ferro battuto, maioliche colorate e pietra dura. Un turbinio di sensazioni metteranno a dura prova le vostre papille gustative, conquistate dai sapori “folk” della mixology d’oltreoceano.

Per un giro del mondo a prova di drink, ecco i nostri migliori indirizzi. Non ci resta che augurarvi buon viaggio!

RITA’S TIKI ROOM

Ripa di Porta Ticinese, 69

Rita's Tiki Room - Milano

Dalle acque dei navigli all’oceano polinesiano in un batter d’occhio. Eccoci da Rita Tiki’s Room, un locale che consacra la filosofia Tiki, inno alla spensieratezza da gustare con tutti i cinque sensi in un angolo dalle atmosfere hawaiane. Palette colorate, fantasie floreali e piante dalle sfumature del verde racchiudono uno spazio tutt’altro che asettico, illuminato da lampade in juta e da grandi vetrate che filtrano la luce naturale. La variegata lista dei cocktail prende spunto dalle ricette originali di Don The Beachcomber, il creatore di miscelazioni esotiche, qui rielaborate con ingredienti di alta qualità. Per gli appassionati del “bere bene” il fiore all’occhiello del bancone è senza dubbio il Rum, il distillato per eccellenza della cultura Tiki. Accomodatevi su una delle sedie intrecciate a pavone sorseggiando il vostro drink dalle sfumature pastello, e accompagnatelo a uno dei piatti della cucina, tapas squisite di stampo orientale. Chiudete gli occhi e vi sembrerà per un attimo di sentire il frusciare delle onde.

DHOLE

Via Tiraboschi, 2

Dhole - Milano

Dhole racconta la storia di un viaggio che attraversa l’Asia, toccando l’India, la Cina e il Giappone per giungere nelle Filippine. Da cosa deriva un percorso così ricco di spezie, aromi, frutta e bacche che compongono i cocktail di questa location a pochi passi da Porta Romana? La risposta la riscontriamo nel nome – Dhole – del cocktail bar con cucina, ispirato all’animale dalla pelliccia fulva che ha esplorato queste terre lontane. In un delizioso salottino dai toni dorati, con soffitto a cassettoni, carta da parati esotica, tavoli in legno e pietra dura e una piccola oasi con poltroncine vellutate, la lista dei cocktail miscela ingredienti inaspettati, tra note dolci e pungenti, interpreti di paesi dalla tradizione secolare. Uno sguardo al bancone è d’obbligo: bottiglie colorate riflesse da un grande specchio illuminano lo spazio, sottolineandone la cura e la ricerca dei dettagli.

NOTTINGHAM FOREST

Viale Piave, 1

I migliori cocktail bar a tema di Milano - Nottingham Forest

Un’ atmosfera ai confini della realtà che riunisce in un locale destinazioni remote e avventurose. Il Nottingham si racconta come una foresta intrisa di “disordine ordinato”, composta da maschere tribali, Buddha in pietra, piante tropicali, mappe del tesoro e cestini in vimini. Ed è proprio in questo locale alla Indiana Jones che viene servito, come narra la leggenda, uno dei migliori Martini della città; si dice infatti che il bancone del locale provenga da un celebre hotel di New York, luogo natìo del famoso drink. Abbandonato il sentiero dei cocktail della tradizione, ci si imbatte in una proposta alcolica che vi lascerà senza parole, grazie alla presentazione scenografica che, tra bicchieri dalle forme più strane, guarnizioni imprevedibili, fumo, spezie e richiami etnici, vi trascinerà in un viaggio al limite dell’ordinario.

CANTEEN

Via Archimede, 10

5-cocktail-bar-etnici-sakeya-milano-2

Una grande calaca – figura tradizionale messicana a forma di teschio – vigila su chi si affaccia al civico 10 di Via Archimede in cerca di Canteen, tempio della cucina messicana, incastonato fra imponenti palazzi e cortili segreti. Un piccolo e colorato patio ricoperto da piante rampicanti, scandito da tavolini in ferro battuto e maioliche conduce all’ingresso della location. All’interno una grande scritta a led campeggia dietro il bancone di alabastro del Tequila Bar, cuore pulsante della proposta cocktail di Canteen. Più di cento tipologie del tradizionale distillato messicano sfilano alla luce di grandi lampadari in vetro. E per chi ama osare, non mancherà l’occasione di gustare l’eccellente Mezcal dal forte aroma di agave. Quando la sera prende il sopravvento e le luci di Canteen si fanno più soffuse, non resta che ordinare il vostro drink dallo speziato sapore messicano e unirvi ai ritmi internazionali suonati da favolosi dj.

SAKEYA

Via Cesare da Sesto, 1

5-cocktail-bar-etnici-sakeya-milano-1

Prossima fermata: Tokyo. Direzione: Sakeya. Un viaggio in Giappone che a Milano si vive nella casa del Sake, a pochi passi da Corso Genova. Un locale che, oltre a offrire piatti eleganti e raffinati della cucina nipponica, raccoglie la più vasta scelta di etichette di Sake in Europa, servita nel grazioso Sake Bar, dalle pareti in mattone. L’atmosfera rilassante gioca con poltrone morbide, tappeti che ricordano casa e soprammobili di stampo giapponese che coccolano gli avventori in preparazione alla degustazione alcolica, servita da veri e propri sommelier, pronti a raccontare la storia, le origini e le caratteristiche della bevanda ottenuta dalla fermentazione di riso, acqua e spore koji. Ma non solo Sake: la lista dei cocktails è una miscela di ingredienti nipponici, tra i quali spiccano nomi di gin e whiskey 100% made in Japan. Il Paese del Sol Levante è davvero così lontano?