To Top
Trattorie

Al Garghet

Un gioiello senza tempo di un’autenticità invidiabile

Che decidiate di andarci sotto Natale con mille lucine, il camino acceso e l’accompagnamento del pianista, o in estate, occupando uno dei tavoli in pietra del suo splendido giardino, Al Garghet resta un gioiello senza tempo.

Siamo a sud di Milano, in un edificio del XXIII secolo, nell’antica Gratum Solum – l’odierna Gratosoglio – un tempo vissuta da innumerevoli colonie di rane. Proprio dal loro gracidare prende il nome il ristorante e seppure il territorio sia stato investito da massicce trasformazioni, l’identità di Al Garghet è rimasta intatta.

Sembra di essere catapultati sul set di un film d’epoca: per una sera si vive la vecchia Milano, come si parlava, quali profumi si riversavano nelle strade. Qui si percepisce ancora il ritmo lento scandito dalla passione e dalla dedizione verso il proprio mestiere: con venticinque anni di attività alle spalle, Al Garghet preserva ancora un’autenticità invidiabile sotto molti punti di vista.

Sala Piano - Al Garghet

Sala Piano

L’edificio si compone di più parti, all’interno ci sono sale e salette di stili differenti: il cottage inglese, dove regnano il verde, il rosso e le tovaglie scozzesi; la saletta di Botero o petite chambre, dove una serie di vetrinette raccolgono ninnoli di vario genere tra cui delle bellissime ricostruzioni della vita delle case di ringhiera di un tempo. La saletta più piccola è quella chiamata “della musica” ma la mia preferita resta il chiosco, una sorta di ampia veranda lignea in stile provenzale che affaccia a 360 gradi sul giardino. Qui le tovaglie sono rigorosamente floreali.

Sala Chiosco - Al Garghet

Sala Chiosco

Quando l’aria si fa più tiepida e le giornate si allungano, optate per un pranzo in giardino in uno dei freschissimi tavoloni in pietra sotto il pergolato o un po’ più nascosti. Vi è anche una terrazza, più areata e con una vista a cavallo tra due epoche: il panorama sulla città che cresce e, alle vostre spalle, la campagna rigogliosa del Parco Sud.

Il menù di Al Garghet è rigorosamente in dialetto – con una magnanima traduzione appena sotto – e scritto a mano in calligrafia elementare nei quaderni a righe di scuola. La tradizione impazza fin dagli antipasti: nervetti, lardo con crostini e paté di fegatini, gnocco fritto e salumi, fiori di zucca fritti. Tra i primi – di produzione propria, nemmeno a dirlo – risotto ai funghi, alla milanese (gustabile anche nella combinazione ossobuco con risotto), al salto, ravioli di grano saraceno, tagliatelle di farina di castagne, gnocchi di patate. I secondi ancora più trionfali: dall’orecchia di elefante – una delle più grandi in zona – alla Cassoela, senza farsi mancare mondeghili, rognoncini e le animelle di vitello. Dolci fatti in casa.

Più o meno romantici che siate, non fatevelo sfuggire!

Photo credit: EFFIGE 2.0

Noi no, per questo condividiamo ogni settimana le miglioni esperienze
di Milano e dintorni...

Ti potrebbero interessare anche...

Barmare L’Altro

Via Lecco 4, 20124 Milano

Prendete una mappa di Milano e cercate l’angolo tra via Lecco e via Panfilo Castaldi: è lì che dovete andare oggi. Quindi chiamate qualche amico e preparatevi a fare il pieno di chiacchiere in totale relax mentre il buon bere scandisce il tempo, a sancire il vostro patto d’amore con il partner tra qualche ostrica [...]

Barmare

Corso Lodi 12, 20135 Milano

Mentre le stagioni sono impegnate nella loro ciclica staffetta fatta di passaggi di temperature e colori diversi, Barmare se ne sta tranquillo in un isolato tra le vie meneghine ad accogliere ed esaudire i desideri di chiunque voglia sentirsi per qualche istante altrove e dimenticarsi la quotidianità metropolitana. Il ristorante bistrot di Porta Romana, infatti, traghetta la [...]

Il Baretto al Baglioni

Via Senato 7, 20121 Milano

Sembra di essere tornati indietro nel tempo, basta varcare la soglia della porta per respirare subito un’atmosfera esclusiva, come quella di un vecchio club house inglese dei primi del Novecento. L’arredamento è spiccatamente in stile British: pareti in legno scuro e carta da parati sui toni del verde e oro, quadri raffiguranti scene di caccia [...]

Ba Asian Mood

Via Raffaello Sanzio 22, 20149 Milano

I tre fratelli Liu, seconda generazione cinese in Italia, sono una certezza per quanto riguarda la ristorazione orientale di alto livello: Claudio è al comando di Iyo Taste Experience, ristorante giapponese stellato, Giulia dirige invece l’elegante ristorante cinese Gong dal 2015, mentre Marco, dal 2011, è “al timone” di BA Asian Mood altra eccellenza di famiglia per stile e gusto. [...]

Osteria del Corso

Corso Garibaldi 75, 20121 Milano

Nell’Osteria del Corso, in Corso Garibaldi a Milano, si percepisce subito un’atmosfera familiare. Entrando dalla porta a vetri sotto il tendone nero affacciato su una delle vie più belle di Milano, si è subito accolti da uno membri della famiglia dei proprietari: tutti impegnati tra fornelli, servizio e bancone. Basta girarsi e osservare il proprio vicino di [...]