To Top
Bistrot

Belle Donne Bistrot

La tradizione toscana in un bistrot di classe contemporaneo

L’autunno porta con sé il desiderio di ambienti intimi, raccolti, dove cenare al lume di candela stappando un’ottima bottiglia di vino rosso. Se state organizzando una serata con questo mood difficilmente troverete un luogo più indicato di Belle Donne Bistrot.

Belle Donne Bistrot

Situato in via Tortona, nel cuore dell’omonimo quartiere – noto agli appassionati di design per i numerosi eventi che ogni anno animano il Fuorisalone – questo locale porta a Milano l’essenza della tradizione fiorentina, tanto da essere definito il primo Tuscan bistrot in città. Un progetto nato dall’esperienza dell’illustre famiglia Fontani, a pochi passi dalle sponde dell’Arno (è proprio lì che si trova la Via delle Belle Donne), che ha trovato una nuova sede lombarda non lontano dal Naviglio Grande.

Belle Donne Bistrot

La location è accogliente ed elegante – senza risultare eccessivamente formale – e si presta a diversi tipi di serata, dall’appuntamento di coppia all’occasione speciale di famiglia. Un numero di coperti non esagerato vi garantirà le attenzioni del personale di sala mentre gustate la cena seduti su comode poltrone di velluto intorno a tavoli apparecchiati con cura: stoviglie di qualità, mini abat-jour dal sapore vintage e un’apprezzatissima tovaglia bianca al posto delle sempre più diffuse tovagliette di carta. I dettagli fanno la differenza e si vede.

Belle Donne Bistrot

Bei fast 70% aller Männer ist die erektile Dysfunktion ein erstes Anzeichen einer koronaren Herzerkrankung. Gerade im rahmen (von) jüngeren Männern (40 50 Jahre) ist der Zusammenhang besonders stark. Die erektile Dysfunktion http://kaufenviagrarezeptfrei.com/ tritt vielmals 2 bis 3 Jahrzehnte vor anderen Symptomen (z. B. Brustschmerzen, besonders im rahmen (von) körperlicher oder seelischer Belastung) und bis zu 5 Jahre vor einem Herzinfarkt oder Schlaganfall auf.

La proposta del menù è interessante e supportata da un’ottima carta dei vini: i piatti nascono dal cuore della Toscana, come dimostrano i pici senesi, il tris di tartare di chianina con foie gras, burrata e guacamole o l’eccellente chateaubriand di vitella con porcini freschi e lamponi, per poi aprirsi al resto d’Italia con portate di pesce (tonno belle donne, crudo di ricciola o polpo grigliato) fino ai gustosissimi arancini siciliani scomposti su crema di datterini bio, burrata e basilico. La contemporaneità del bistrot risiede soprattutto nell’accostamento di ingredienti tipici nostrani ad altri più internazionali come jalapenosfoie gras della Camargue, latte di cocco, cumino e frutto della passione.

Belle Donne Bistrot

La cucina è ricca, creativa e lo dimostra anche con i dessert. I più golosi avranno difficoltà a scegliere tra la cheesecake con cioccolato croccante e composta di fragole, il cremino con more, lime e yogurt o la bavarese delicata alla vaniglia. Da non perdere per gusto e presentazione scenografica è la sfera con gelato e frutti di bosco sulla quale verrà versata davanti ai vostri occhi una colata di cioccolato caldo per scioglierla e mostrarne il cuore. Davvero irresistibile.

Belle Donne Bistrot

Per concludere al meglio la cena non possono mancare cantucci e vin santo, da gustare ammirando le stampe in stile Anni ’50 appese alle pareti sulle quali campeggiano le donne più affascinanti del periodo, locandine di film storici e personaggi celebri. Molto riuscito anche il contrasto tra i mattoni a vista dei muri portanti e il design delle strutture di metallo che attraversano il soffitto.

Belle Donne Bistrot

Dopo la prima cena al Belle Donne Bistrot la voglia di tornare sarà tanta: non solo per provare i piatti del menù non ancora ordinati ma anche per regalarsi una serata speciale, di quelle che continuano a far compagnia anche dopo che sono passate.

Noi no, per questo condividiamo ogni settimana le miglioni esperienze
di Milano e dintorni...

Ti potrebbero interessare anche...

[Lù-Po]

Via Francesco Arese, 20 20158 Milano

Il lupo è una figura estremamente evocativa. È il cattivo delle favole, è l’appellativo degli uomini solitari e scostanti, in certi racconti è perfino mannaro; ma, in realtà, è anche un animale intrinsecamente da branco, leale, il cui discendente, addomesticato, è diventato il migliore amico dell’uomo. Da Lupo Milano, o meglio [Lù-Po], potrete scegliere quale [...]

Sagami

Piazza Duca d'Aosta, 10 20124 Milano

Dove trovare l’autentica cucina giapponese a Milano? Di recente è entrato tra i nostri indirizzi del cuore Sagami, un marchio di ristorazione giapponese di fama internazionale che verso la fine dello scorso anno ha aperto proprio nel capoluogo lombardo il suo primo locale in Italia, portando un angolo di Sol Levante in piazza Duca d’Aosta, accanto alla Stazione [...]

Camparino in Galleria

Piazza Duomo, 21 20121 Milano

Nella storica cornice della Galleria Vittorio Emanuele II, a due passi dal Duomo, dal 1915 Camparino in Galleria è stato testimone di epoche storiche e fenomeni sociali, visitatori curiosi e habituè meneghini, risollevando animi e celebrando momenti di spensieratezza grazie alla celebre formula del suo iconico aperitivo. Voluto da Davide Campari per offrire uno spazio di divertissement all’elegante città di [...]

H Club>Diana

Viale Piave, 42 20129 Milano

Nella splendida cornice liberty di Porta Venezia, il maestoso Sheraton Diana Majestic incanta gli occhi dei passanti con la sua meravigliosa facciata. Situato all’angolo con Viale Piave, a pochi passi dai Giardini Pubblici Indro Montanelli e accanto allo sferragliare milanese delle linee tramviarie, accoglie all day and night long abitanti della città e forestieri internazionali. Ma il cuore pulsante [...]

Becho

Via Savona, 17 20144 Milano

Un cosmopolitan bistrot dall’offerta genuina al civico 17 di via Savona, che strizza l’occhio alla sostenibilità: questo è Becho, il bistrot, enoteca e gastronomia la cui filosofia ruota attorno al concetto di “scelta”, costruendo la propria offerta con prodotti che non intaccano il sistema alimentare, rispettando il mercato stagionale e locale. Le materie prime provengono infatti da allevamenti e territori costantemente [...]