To Top
Ristoranti

Ça Va Sans Dire. Gourmet easy-eating

Un brunch alla francese

Per restare in tema linguistico, Ça va sans dire, una delle novità gastronomiche più interessanti e originali di Porta Romana, è un piccolo bijoux sia per come appare sia per la qualità e la bellezza dei piatti che propone. Ça va sans dire si definisce “gourmet easy-eating” che si può riassumere in ottimo cibo da gustare in totale relax, in modo casual, in un’atmosfera ricercata ma, appunto, “easy”.

Ça Va Sans Dire - Milano

Il tocco provenzale non manca: ambiente piccolo ma allo stesso tempo arioso, stipiti turchesi (così come il bancone del bar), fiori colorati al centro di ogni tavolo e piatti decorati che, oltre ad apparecchiare i tavoli, sono appesi anche alla parete principale e sembrano richiamare la forma di un’onda (o un arcobaleno per chi avesse un’immaginazione più fervida). Colori e sapori si ritrovano in tutto il menù a partire dalle mise en buche – gli assaggini – che spaziano dai salumi, alle polpette di carne o vegetariane, friselle con tonno, pomodoro ciliegino e cipolla rossa o lenticchie al curry. Tutto da poter condividere per un’esperienza di gusto e socialità.

Ça Va Sans Dire - Milano

Le mise en buche possono essere ordinate anche come antipasti; si può allora continuare con le zuppe e le vellutate ma soprattutto con una o più delle 14  tartare di carne che  Ça va sans dire propone e che renderebbero entusiasta anche il più esigente in fatto di mangiar bene. La tartare Portofino con pinoli tostati e pesto al basilico, la Tartare Tokio con wasabi, petali di mandorle tostate e teriaki e la TarBonara, con tuorlo d’uovo, pancetta croccante, pepe e scaglie di pecorino romano, sono solo alcuni esempi che lasciano intuire la varietà e la bontà del piatto forte del locale.

Ça Va Sans Dire - Milano

La domenica a pranzo, come la buona norma milanese vuole, il ristorante cambia la sua proposta, ma non la sua qualità,  grazie al Dejeuner De Dimanche (il pranzo della domenica): un brunch che si divide in 7 menù dedicati a diversi posti e sapori del mondo già suggeriti dai loro nomi – come  “Mascalzone latino”, “Route 66” ed “Escobar”, solo per citarne alcuni. Filo comune di ciascuno di questi menù (eccetto quello vegetariano chiamato “Né carne né pesce”) è l’immancabile tartare di carne simbolo dell’arte “gorumet easy eating” di  Ça va sans dire.

Ça Va Sans Dire - Milano

Provate il brunch Escobar: il personale vi avviserà dicendovi che è molto piccante, ma se amate il cibo messicano non sarà certo un problema. Ad ogni menù, poi, è abbinato un calice di vino per rendere completo il piatto sotto ogni aspetto. E tra i dessert invece? Per chiudere il pasto coi fiocchi potete optare ad esempio per una mousse al cioccolato, 3 diversi gusti di semifreddo, dei cantucci con Santo Spirito, o un tiramisù, che è sempre una tentazione.

Ça Va Sans Dire - Milano

In questo magico posto, fascino francese e qualità italiana regnano indubbiamente sovrani.

Noi no, per questo condividiamo ogni settimana le miglioni esperienze
di Milano e dintorni...

Ti potrebbero interessare anche...

Spica

Via Melzo 9, 20144 Milano

Il locale che mancava. In una Milano invasa da ristoranti etnici di ogni genere avevamo proprio bisogno di qualcuno che selezionasse per noi i piatti migliori di tutto il mondo, riunendoli in un unico menù fatto di viaggi e passione. Ci ha pensato Spica, proponendo una cucina globale e cosmopolita: piatti provenienti da ogni continente, [...]

I migliori ristoranti all’aperto a Milano

I raggi di sole scaldano, - forse troppo -, le strade meneghine e le giornate vengono scandite dall’alternarsi di lunghe ore di luce e tramonti accesi - che in questo periodo, ammettiamolo, si preferirebbe osservare magari da una spiaggia sabbiosa o da un mirador spagnolo. Quando il caldo estivo si fa sentire, le architetture meneghine stanno [...]

Becho

Via Savona 17, 20144 Milano

In Via Savona, a pochi passi dalla movida di zona Tortona, ha aperto Becho, un “Cosmopolitan Bistrot” - come si definisce - che caratterizza la sua offerta con proposte sostenibili, strizzando l’occhio alla cucina internazionale. La filosofia di Becho ruota attorno alla parola “scelta” che definisce il desiderio di costruire un menu sulla base di prodotti che non [...]

Locanda Carmelina

Via Cadore 2, 20135 Milano

Milano è una città insonne, instancabile, veloce. È proprio la sua frenesia la chiave di lettura ideale per cogliere gusti, tendenze, novità: nella moda, nell’arte e nella ristorazione. Il filo conduttore delle nuove aperture food più vincenti degli ultimi mesi sembra essere la partenopeità. Arriva in via Cadore la Locanda Carmelina, una moderna trattoria napoletana dove potrete assaggiare [...]

The Fisher

Viale Bianca Maria 8, 20129 Milano

Ci sono molti posti che sento definire spesso “più bello che buono”, e in una città come Milano, in cui lo stile e il design giocano un ruolo fondamentale, è facile cadere in questo tranello. Fortunatamente da The Fisher le cose sono molto diverse: come il nome stesso suggerisce si tratta di un ristorante di [...]