To Top
Bar & Pasticcerie

Caffè Fernanda

La nuova caffetteria della Pinacoteca di Brera

Unire l’utile al dilettevole. Il bello al buono. L’arte al cibo. A Milano, non è certo una novità il connubio arte e cucina, con inaugurazioni di successo all’interno di famosi musei di altrettanto importanti caffetterie e ristoranti che diventano allo stesso modo luoghi di attrazione e intrattenimento. Ne sono certo un esempio il Bar Luce per la Fondazione Prada e il più recente ristorante delle Gallerie d’Italia a cui da poco tempo si aggiunge anche l’affascinante Caffè Fernanda che va a completare e integrare gli spazi della ultra meneghina Pinacoteca Brera.

Caffè Fernanda - Milano

Piccolo ma dal forte impatto visivo, il nuovo arrivato della scena gastro-artistica milanese è molto più che un bar. Collocato al primo piano al termine del percorso museale, dove in origine c’era il vecchio ingresso principale e, più di recente, il bookshop, il Caffè Fernanda si presenta come una caffetteria di lusso, dove lo spazio raccolto e accogliente è compensato da grandeur nel design che fanno tornare alla mente e ai sensi i ricercati anni ’50. A catturare subito l’attenzione, infatti, è la scelta cromatica con accostamenti forti ma armonici, fatti di sedie in velluto rosa, pavimenti in marmo (recuperati e rimasti intatti dal progetto di Piero Portaluppi), pareti in blu ottanio e il grande bancone in noce e ottone su cui sovrasta un enorme dipinto di Pietro Damini. Sì perché il Caffè Fernanda, va oltre la sua originaria funzione di servire colazioni, light-lunch e squisiti aperitivi: è vera e propria parte integrante della Pinacoteca che lo accoglie.

Caffè Fernanda - Milano

Oltre al quadro “La conversione del Duca di Aquitania” del Damini, mentre si sorseggia un cappuccio o si gusta un negroni, si possono anche ammirare “Le tre Grazie” di Bertel Thorvaldsen e il busto di Fernanda Wittgens, colei da cui il locale prende il nome. Visionaria milanese, Fernanda Wittgens non solo è stata la prima donna a dirigere un museo in Italia (erano gli anni ’40) ma anche il motivo per cui possiamo ancora ammirare il “Cristo morto” del Mantegna o “Lo sposalizio della Vergine” di Raffaello: dopo la guerra e i bombardamenti che devastarono Milano e anche il museo, Wittgens si impegna nella ricostruzione e rivoluzione della Pinacoteca rendendola il posto di cultura che è oggi. Il Caffè le rende omaggio presentando la sua storia proprio di fianco al piccolo menù.

Caffè Fernanda - Milano

Il Caffè Fernanda è così un luogo che sa non solo di croissant, apertivi e novità per il milanese ormai abituato a queste realtà poliedriche, ma che più di molti altri fa respirare la storia e l’arte che lo circondano, diventando pit-stop raffinato e discreto, ma anche un piccolo ma accogliente punto di incontro tra il bello e il buono conferendo quell’aria internazionale che a Milano serve sempre, con quel tocco di eleganza riservata che solo a Milano si può respirare.

Noi no, per questo condividiamo ogni settimana le miglioni esperienze
di Milano e dintorni...

Ti potrebbero interessare anche...

L’Ov Milano – Vincenzo Monti

Via Vincenzo Monti, 47 20123 Milano

Dopo il successo ottenuto in viale Premuda e in via Solari, L’Ov Milano conquista nuovamente il capoluogo meneghino aprendo un terzo locale in via Vincenzo Monti, una delle strade più rinomate e affascinanti della città. Strapazzate, in camicia, alla benedict o nella classica ma buonissima carbonara, le protagoniste indiscusse rimangono sempre le uova, che dominano il menù in tutte le loro [...]

Al Bacio – Vincenzo Monti

Via Vincenzo Monti, 15 20123 Milano

In via Vincenzo Monti, nei pressi della stazione di Cadorna, si trova il ristorante Al Bacio: un luogo accogliente, dinamico e allegro dove gustare piatti buoni e sani per fare il pieno di energie e affrontare gli impegni della giornata. A differenza del fratello minore, recentemente aperto in via Vigevano per cena e per il brunch durante il [...]

Becho

Via Savona, 17 20144 Milano

Un cosmopolitan bistrot dall’offerta genuina al civico 17 di via Savona, che strizza l’occhio alla sostenibilità: questo è Becho, il bistrot, enoteca e gastronomia la cui filosofia ruota attorno al concetto di “scelta”, costruendo la propria offerta con prodotti che non intaccano il sistema alimentare, rispettando il mercato stagionale e locale. Le materie prime provengono infatti da allevamenti e territori costantemente [...]

Al Bacio – Navigli

Via Vigevano, 32 20144 Milano

Dalle terre Parmigiane/Ducali al centro di Milano, per arrivare poi a una seconda apertura meneghina in Via Vigevano, nella zona per eccellenza della movida cittadina, abbracciata dal Naviglio. Al Bacio ne ha percorsi di chilometri, dalla centrale Emilia Romagna al cuore lombardo, conquistando clienti affezionati e curiosi sperimentatori urbani grazie a un mix bilanciato di ingredienti stuzzicanti e [...]

Belle Donne Bistrot

Via Tortona, 28 20144 Milano

L’autunno porta con sé il desiderio di ambienti intimi, raccolti, dove cenare al lume di candela stappando un’ottima bottiglia di vino rosso. Se state organizzando una serata con questo mood difficilmente troverete un luogo più indicato di Belle Donne Bistrot. Situato in via Tortona, nel cuore dell’omonimo quartiere - noto agli appassionati di design per i numerosi eventi [...]