To Top
Cocktail Bar

Chinese Box

Come una scatola cinese: non finiscono mai le sorprese

Dopo aver brillato di luce riflessa grazie alla fortuna della location, proprio di fronte allo storico Radetzky, due anni e mezzo fa circa Chinese Box si è rinnovato e si è ingrandito diventando una delle principali ragioni per bere un cocktail come si deve nella di Moscova, contemplando la bellezza dei murales del Gucci Art Wall, nel pieno della Milano da bere, e godendosi anche un aperitivo coi fiocchi.

Chinese Box - Milano

Un grande bancone di quasi 7 metri domina la scena del bar e mette in bella mostra il team di mixologist, dietro, che sono a lavoro dalle dieci alle due, oltre che le lunghe schiere di ottimi spiriti allineati sulla bottigliera. A destra, una scala vi porta al piano superiore da cui potrete vedere la strada e i murales dall’alto. L’arredamento curato, fatto di linee pulite ed essenziali, e le luci soffuse che accendono i colori delle pareti di cemento crudo e piastrelle ottagonali, rendono l’atmosfera al contempo familiare e piacevole.

Chinese Box - Milano

Se il piano superiore è fatto per stare seduti con maggiore tranquillità e conversare in pace in un ambiente suggestivo e giovanile mentre ci si gode con calma l’aperitivo, il dehors, che dà sul marciapiede di Corso Garibaldi e rimane utilizzabile anche durante la stagione invernale, è perfetto per immergersi nella vivacità della strada e godersi l’aria aperta mentre si va e si viene dal bar. Fra l’altro, durante le giornate estive più piene, si estende a tutto il largo marciapiede antistante rendendolo un luogo di ritrovo magico.

Chinese Box - Milano

In definitiva, Chinese Box è il luogo perfetto in cui andare per un ottimo aperitivo in compagnia o per un cocktail dopo cena grazie alla sua location altamente strategica, praticamente al centro esatto di Moscova, vicina a mezzi e ristoranti, e sempre super cool, proprio in mezzo al traffico mondano della zona.

Noi no, per questo condividiamo ogni settimana le miglioni esperienze
di Milano e dintorni...

Ti potrebbero interessare anche...

Il catering tailor made firmato MAG Cafè Fa(r)mily

To read this article in English, click here. Quella del MAG Cafè è una famiglia davvero allargata che conta tanti fratelli: il 1930, lo speakeasy in stile anni ‘30 dove ci si accede solo con una tessera esclusiva, il Backdoor 43, il bar più piccolo del mondo, Iter, l’aeroporto gastronomico di via Fusetti, e anche Barba, l’ultimogenito innamoratissimo della musica [...]

5 locali in Porta Romana dove bere bene

To read this article in English, click here. Per aprire la classifica su Google Maps, clicca qui. “Milano da bere”. Recitava così la réclame dell’Amaro Ramazzotti alla metà degli anni ‘80; la stessa che da espressione pubblicitaria e poi giornalistica ha assunto le sembianze di un tatuaggio indelebile, sancendo l’inizio di una nuova era per questa città che aspettava [...]

The Backdoor43 Magazine

To read this article in English, click here. Davanti a un grosso pentolone, intenti a studiare e a dosare gli ingredienti giusti da versarci dentro, per poi mischiare e farne venir fuori qualcosa di eccentrico e inusuale, - come accade sempre. Ce li immaginiamo più o meno così Flavio Angiolillo e la sua crew ogni volta che [...]

Rita’s TIKI ROOM

Ripa di Porta Ticinese 69, 20143 Milano

E’ stato Ernest Raymond Beaumont Gant ad aprire il primo tiki bar tra le pieghe degli anni ‘30, sotto il sole di Los Angeles e di un’America disillusa che si lasciava alle spalle il Proibizionismo. Don The Beachcomber (così si faceva chiamare), ha per primo condito la sua proposta di ristorazione con l’esotismo raccolto nei lunghi [...]

La nuova drink list del TIBI: cocktail epici e twist nipponici

Se la gastronomia francese avesse una colonna sonora di sottofondo, quasi sicuramente s’intitolerebbe “bistrot” e sarebbe fatta di note di quiche loraine, omlette, formaggi tipici, foie gras e così via, incastonate in un pentagramma con tanto di chiave musicale - di tradizione in questo caso. Da sempre colonna portante del mondo della ristorazione d’Oltralpe, i bistrot, soprattutto i [...]