To Top
Bistrot Cocktail Bar

Eppol

Ottimi drink in un micro cosmo in perfetto equilibrio tra passato e presente

Andrea Chiozzi e Sara Monza ce li si può immaginare facilmente in una serata di qualche anno fa, intenti a cucire punto per punto l’anima di quello che, all’effettivo, sarebbe diventato uno tra i locali più in del vasto panorama di Mixology dell’east side milanese. E probabilmente, nel farlo, avranno utilizzato fili colorati diversi l’uno dall’altro, perché il prodotto della loro creatività e intuizione sembra davvero essere tante cose assieme. Bistrot e cocktail bar, modernità e stile retrò, eleganza e grunge, Milano e Londra, Porta Venezia e Shoreditch.

Eppol - Milano

La storia di Eppol comincia nel 2013 tra le vie dei Navigli per volontà dei due imprenditori e in risposta alla passione comune per la buona cucina, i liquori e la vita notturna. Quella di via Malpighi, 7 è dal 2015 la “nuova location”, che cela tra le sue mura un progetto ancora più completo del precedente. Questo spazio, infatti, si pone come punto d’incontro di attività differenti che variano dalla mixology alla liquoristica, passando per ristorazione e arte, con il risultato che qui food, beverage e intrattenimento convivono in armonia.

Eppol - Milano

Una volta entrati ci s’imbatte in un battaglione di arredi vintage e dettagli curati incorniciati tra i mattoni a vista delle pareti e le travi in legno che catapultano in altre epoche. Tavolini, specchi e poltrone in vecchio stile fanno rivivere la bellezza dei salotti retrò, dando la sensazione che qui, usare cellulari e computer, scorrere le bacheche di Facebook e Instagram sia quasi fuori luogo. Gli stessi, poi, s’abbracciano in una danza piacevole a chicche del contemporaneo: quadri e stampe più underground che riportano la clientela ai giorni nostri.

Eppol - Milano

Il protagonista indiscusso di Eppol è, però, il grande bancone in legno scuro alternato a marmo di Carrara dietro il quale si destreggiano i bartender, illuminati dalla luce rilassante del maestoso lampadario a otto braccia Maria Teresa, – come in una pellicola cinematografica d’altri tempi -, e che s’ affaccia su una piccola e affascinante parete verticale di piante.

Eppol - Milano

Passando ai fatti. Il menù è ampio e diversificato: la cucina è aperta dalla colazione fino alla tarda sera, e ogni fascia oraria ha le sue proposte dedicate. Per tutto il giorno ci si può sbizzarrire, ad esempio, con croissant farciti al momento e torte da accompagnare a spremute e caffè, o optare per pancake, omlette, crêpes e french toast; gli sperimentatori delle specialità estere potranno anche osare con qualche combo tipica che fa sentire oltre i confini, – in California, Germania e Inghilterra.

Eppol - Milano

Gli aperitivi saziano a colpi di appetizer, mentre a pranzo e cena la scelta può cadere su un primo, classico come il risotto alla milanese o audace come i ravioli della casa nelle varianti bufala e basilico, fois gras e tartufo, gorgonzola e noci, su un secondo (tartare, cotolette, filetti) o su qualche opzione più street: hamburger, club sandwich (imperdibile) e burritos – che fanno sempre gola.

Eppol - Milano

La drink list, firmata da Maximiliano Ruiz, che cambia seguendo il corso delle stagioni e vi accompagna soprattutto durante happy hour e after dinner, è un crocevia di prodotti, spezie, distillati di qualità, liquori nazionali e non, che vengono abilmente miscelati per creare cocktail che sanno di tradizione della miscelazione caricata di sperimentazione.

Eppol - Milano

Non stupitevi se qualsiasi cosa qui porta oltre i confini, se il tempo è scandito dalle playlist musicali e se vi sembrerà tutto così urban e multiforme, perché Eppol ha qualcosa da raccontare in ogni angolo, e noi vi abbiamo avvisati.

Noi no, per questo condividiamo ogni settimana le miglioni esperienze
di Milano e dintorni...

Ti potrebbero interessare anche...

Beergarden

Via Porro Lambertenghi 19, 20159 Milano

Nel cuore di Isola esiste un’oasi pronta ad accogliervi in qualsiasi momento della vostra giornata. Non lasciatevi ingannare dal nome: Beergarden, infatti, è sì birreria, ma è anche pausa pranzo, aperitivi, cene di gusto e dopocena. L’ambiente vi farà sentire in un vero e proprio giardino: nella luce soffusa dell’interno, sono le piante, verdi e rigogliose, a [...]

Il sapore dell’estate con i cocktail del Rita

Tra i numerosi indirizzi che affollano i Navigli e le recenti aperture sparse per la città, il Rita&Coktails di Edoardo Nono e Gianluca Chiaruttini con i suoi 17 anni di attività, continua a viziare e divertire storici e nuovi clienti con la sua atmosfera. Anche se leggermente in ritardo rispetto agli altri, la cocktail list estiva appena presentata [...]

I migliori cocktail bar di quartiere a Milano

Per aprire la classifica su Google Maps, clicca qui. In Porta Venezia l’eccentricità del social district si riflette in quei suoi locali incorniciati tra architetture liberty; a qualche chilometro di distanza, invece, una vitalità super cool riempie Brera/Moscova. Intanto, a sud, gli affollatissimi dehors dei Navigli vengono spalleggiati dall’eterogeneità di Porta Romana, che vuole accontentare [...]

Il catering tailor made firmato MAG Cafè Fa(r)mily

To read this article in English, click here. Quella del MAG Cafè è una famiglia davvero allargata che conta tanti fratelli: il 1930, lo speakeasy in stile anni ‘30 dove ci si accede solo con una tessera esclusiva, il Backdoor 43, il bar più piccolo del mondo, Iter, l’aeroporto gastronomico di via Fusetti, e anche Barba, l’ultimogenito innamoratissimo della musica [...]

5 locali in Porta Romana dove bere bene

To read this article in English, click here. Per aprire la classifica su Google Maps, clicca qui. “Milano da bere”. Recitava così la réclame dell’Amaro Ramazzotti alla metà degli anni ‘80; la stessa che da espressione pubblicitaria e poi giornalistica ha assunto le sembianze di un tatuaggio indelebile, sancendo l’inizio di una nuova era per questa città che aspettava [...]