To Top
Lifestyle

Fiera Internazionale del Tartufo Bianco d’Alba

Alla scoperta del profumo inconfondibile del fungo "per eccellenza"

È un gioiello ma non è d’oro. Ha un profumo inconfondibile, così travolgente da farsi riconoscere anche a metri di distanza, ma sempre diverso. O piace o non piace, o è bianco o è nero. Non ci sono mezze misure. Più grande è e più aumenta il suo valore, più che proporzionale rispetto alla dimensione. È semplicemente inimitabile.  È “Il fungo” per eccellenza, tesoro nascosto del nostro paese, tutt’oggi non coltivabile e, proprio per questo, così raro. Prezioso a tal punto da avere una sua quotazione, al Borsino del Tartufo.

fiera internazionale tartufo bianco alba 2019

Se c’è un motivo per adorare l’autunno, ecco il mio: la Fiera Internazionale del Tartufo Bianco D’Alba, quest’anno all’89esima edizione, attiva dal 5 Ottobre al 24 Novembre. Aspetto con impazienza questo periodo dell’anno per concedermi uno “strappo” dalla vita milanese e già regolo la cintura con un paio di buchi aggiuntivi. Si parte.

fiera internazionale tartufo bianco alba 2019

A un paio d’ore di macchina da Milano, cari amici, verrete rapiti dal fascino di questa terra tanto silente quanto colma di sorprese. Iniziamo dai colori: l’arancio, il marrone e il verde, così brillanti da accendere gli occhi, la mente, il cuore e sicuramente lo stomaco. Siamo in Piemonte, nelle Langhe, territorio riconosciuto a livello internazionale per i suoi molteplici frutti: il tartufo d’Alba – tubero per eccellenza – in tutte le sue varianti, il vino, i prodotti gastronomici (avete mai assaggiato i ravioli del “plin”, la carne di Fassona o i formaggi DOP?), l’ospitalità, la cultura, le attività all’aria aperta e chi più ne ha più ne metta.

fiera internazionale tartufo bianco alba 2019

C’è un qualcosa di profondamente affascinante in questa terra, a tratti nostalgica e a tratti malinconica, ma sempre misteriosa e indiscutibilmente irresistibile. Mi ha da sempre attratto il contrasto tra l’apparenza severa e l’opulenza dei suoi frutti, così incredibilmente calorosi quanto conviviali. È bello andarci in coppia, da soli o con un gruppo di amici per la certezza di un weekend ad alto tasso alcolico. È bello tornarci tutti gli anni, o nello stesso anno più weekend, perché, state sicuri, l’esperienza non sarà mai la stessa e gli itinerari possibili sicuramente troppi per stare tutti nella stessa cartina.

fiera internazionale tartufo bianco alba 2019

È un’esperienza da vivere con calma, senza la fretta di correre da un borgo all’altro o da un bar all’altro. Fate fermare il tempo, mettete l’orologio un’ora indietro e rilassatevi: segnatevi quei due o tre eventi a cui tenete partecipare, la cantina prescelta e improvvisate. Sicuramente consigliata la prenotazione per le visite delle cantine e per i ristoranti, affollatissimi nei weekend. Come potrebbero non essere pieni? Ce n’è per tutti i gusti.

fiera internazionale tartufo bianco alba 2019

La mia parte preferita? Entrare in fiera e fermarmi a ogni singolo stand, parlare con ogni produttore e ascoltare le loro storie, piene di passione, per decretare infine il personale vincitore. È lì che comprerò il mio tartufo, con il profumo giusto, quello della scelta. Quello da mangiare con i tajarin al burro il lunedì sera, una volta tornati, per rimettere insieme i ricordi di un altro weekend indimenticabile.

Scaricate il programma e non ci pensate troppo!