To Top
Bistrot

God Save the Food – Tortona

Menù semplice, impeccabile, bilanciato per qualsiasi dieta e con quel tocco esotico in più

Finalmente è arrivato il momento del “secondo me è più da pranzo”. Alla voce scetticismo la Treccani ritrae la mia faccia all’apertura del primo God Save The Food.

Aprì in via Tortona più di qualche anno fa. Al tempo ero un fortunato impiegato alla corte del Sig. Armani in via Bergognone 59. (#Tip) Qui l’HQ commerciale della casa di moda fondata nel 1975 dallo stilista piacentino che – per i 40 anni d’impresa – ha regalato al comune di Milano un museo sulla maison, Armani/Silos: visita decisamente Flawless.

In pochi metri, in zona Tortona, si era apparentemente installato un altro semidio, questa volta legato al cibo. All’apertura i colleghi mi spinsero ad abbandonare le abitudini Asian in favore dell’innovazione di God Save the Food. (#Tip) via Tortona 2. Basara Milano, Sushi Pasticceria. Libidine. Dietro il banco Sushi Hiro, ex Nobu. In cucina una signora Giapponese che si occupa della pasticceria e dei cibi della tradizione.

Le prime impressioni mi ingannano: sembrava asettico, freddo, affollato, lento. “Sono scettico ragazzi. Siete sicuri? A me sembra una mensa per turisti.” Mi arrendo. Entro con il petto gonfio dell’intenditore che pregusta le critiche da Sig. “Velavevodettoio”. E’ odio a prima vista. Nell’arco della mia permanenza nella zona mi sono fatto trascinare in una serie di seconde chance: il servizio migliora. La qualità cresce. Il manager è un ragazzo che non si può non notare: ci sa fare. Mi ha conquistato.

Semplici le ragioni per cui entra di diritto nella shortlist da tenere sempre a portata di mano. Le cito per priorità. Vi è mai capitato di svegliarvi alle 15:00 dopo aver generosamente elargito emozioni alla scena notturna pensando: “E ora dove vado a mangiare?. Al “God”, se hai fame, mangi. Nessuno ti dirà che è tardi, come se la fame avesse degli orari. Per me, che il sabato e la domenica sostituisco “il brunch” con l’invenzione del più originale “brinner” pomeridiano, è una risorsa preziosa.

Da God Save The Food il menù è semplice, impeccabile, bilanciato per qualsiasi dieta tu stia affrontando. E lo so, la stai affrontando, chiunque tu sia, se vivi a Milano, stai affrontando una dieta. O la affronterai. O l’hai affrontata e la riaffronterai. Rispettano i golosi dedicando una delle due mani dello chef anche a loro. Le pretese alla cassa sono un simbolo di onestà ed etica nella jungla di predoni dei sette palati che circondano Madonnina&co.

Centrifugati, insalate ricercate, Quinoa, tocchi esotici tra Wok e Fajitas. (#Tip) “pro” sono piatti proteici, veg” piatti vegetariani,om3” scorpacciata di omega 3. Concreto e senza fronzoli. Non millantano di essere interpreti delle arti figurative enogastronomiche. Offrono solidità.

Quest’estate piazza del Carmine gli ha concesso un posto d’onore per la seconda apertura di God Save the Food. Clima permettendo potrete mangiare all’aperto coccolati dal servizio e dal carisma sacro della facciata di Santa Maria del Carmine, da cui prende il nome uno degli spot più belli della città.

Se fosse una canzone sarebbe Solid Air di John Martyn.

Noi no, per questo condividiamo ogni settimana le miglioni esperienze
di Milano e dintorni...

Ti potrebbero interessare anche...

Panificio Davide Longoni

Via Tiraboschi 19, 20153 Milano

A volte c’è bisogno di un ritorno alle origini. Un sapore familiare, che sappia di casa. Un profumo che ci accompagna da sempre, sia come singoli individui, che nel complesso della storia dell’umanità, fin dai popoli più antichi. Ecco che, istintivamente, pensiamo a un alimento che nelle sue infinite varianti è da sempre sulle tavole [...]

Avo Brothers

Corso XXII Marzo 25, 20129 Milano

La consistenza particolare, quasi burrosa, il suo sapore e la sua assoluta versatilità in cucina, lo rendono inconfondibile: l’avocado è indiscutibilmente bello: forma, lucentezza, colore verde e giallo lo rendono il protagonista perfetto per tutti i piatti creativi. Ma c’è anche sostanza oltre la bellezza; è questo il mix vincente: l’avocado è ricco di grassi [...]

Caffè Fernanda

Via Brera 28, 20121 Milano

Unire l’utile al dilettevole. Il bello al buono. L’arte al cibo. A Milano, non è certo una novità il connubio arte e cucina, con inaugurazioni di successo all’interno di famosi musei di altrettanto importanti caffetterie e ristoranti che diventano allo stesso modo luoghi di attrazione e intrattenimento. Ne sono certo un esempio il Bar Luce [...]

Barmare L’Altro

Via Lecco 4, 20124 Milano

Prendete una mappa di Milano e cercate l’angolo tra via Lecco e via Panfilo Castaldi: è lì che dovete andare oggi. Quindi chiamate qualche amico e preparatevi a fare il pieno di chiacchiere in totale relax mentre il buon bere scandisce il tempo, a sancire il vostro patto d’amore con il partner tra qualche ostrica [...]

Babouche

Via Maestri Campionesi 16, 20135 Milano

Godersi una bella colazione fuori, prima di andare al lavoro o durante il week end quando si è più rilassati, è uno dei piccoli piaceri della vita che merita di essere vissuto in un posto accogliente, con personalità ma soprattutto capace di offrire prodotti di qualità, buoni e magari pure belli. E questo posto è [...]