To Top
Hidden City

Gucci Art Wall

La maison fiorentina incontra la street art

Tra Garibaldi e Moscova, più precisamente in Largo La Foppa, sorge un murales un po’ particolare: il Gucci Art Wall. Alzando lo sguardo verso l’alto, nei pressi del Radetzky Café, è infatti possibile scorgere l’enorme tela urbana di 176 metri quadrati che da maggio 2017 racconta l’immaginario di Gucci: unendo al marketing l’arte contemporanea e regalando periodicamente ai milanesi nuove feste per gli occhi.

gucci-art-wall-palazzo

La realizzazione della prima campagna pubblicitaria è stata creata da un’artista inglese, Angelica Hicks, scoperta su Instagram dall’attuale direttore creativo del brand, Alessandro Michele, che ha deciso di creare una collaborazione tra una nuova linea di undici modelli di t-shirt in edizione limitata e la street art. La prima illustrazione promozionale, comparsa sul muro meneghino nel mese di maggio, ha visto come protagoniste due giovani ragazze vestite Gucci, sormontate dalla scritta: “Freaks and Geeks“.

gucci-art-wall-dettaglio

Oggi la “tela bianca” vuole invece raccontare un altro prodotto della maison: la nuova fragranza Gucci Bloom. Il dipinto è stato commissionato all’artista spagnolo Ignasi Monreal con l’obiettivo di ricreare un’atmosfera campestre, dominata dai fiori e dal verde. Il murales è sviluppato in verticale e riproduce come un affresco il giardino di una tipica villa all’italiana. Sulla parte inferiore della parete si possono notare la boccetta e il packaging del profumo e un frammento in pietra di un viso capovolto, dal quale sbuca un bouquet di fiori, la vera e propria ispirazione per la creazione della fragranza.

gucci-art-wall-close-up

La creatività del brand non si esaurisce qui: il team Gucci ha ha deciso di fornire, online, un insight sulla creazione del dipinto, portando così lo spettatore “dietro le quinte” del progetto attraverso racconti inediti. Per i social addicted e tutti gli appassionati d’arte e fotografia che desiderano “catturare” personalmente il Gucci Art Wall la deadline sarà fine novembre, quando una nuova collaborazione con un nuovo artista darà nuova vita alla facciata milanese.

Noi no, per questo condividiamo ogni settimana le miglioni esperienze
di Milano e dintorni...

Ti potrebbero interessare anche...

forte forte

Via Ponte Vetero 1, 20121 Milano

Di recente ho avuto l’ennesima prova dello stretto legame tra arte e moda: un connubio che finisce quasi per diventare identitario. Passeggiavo in via Ponte Vetero, nel cuore di Brera, in una delle zone di Milano che preferisco: quella sorta di piccolo borgo dall'aria romantica; mi sono fermata davanti alle vetrine della boutique forte forte e quasi inevitabilmente [...]

La primavera con il nuovo menù di Fishbar de Milan

To read this article in English, click here. Accostare la parola “mare” a “Milano” per molti può suonare strano. Eppure, il capoluogo meneghino ha un’anima “marittima” sconosciuta ai più: il mercato ittico all’ingrosso di Milano è infatti il più importante in Italia e tra i più moderni in Europa e si distingue per la quantità, qualità e [...]

ottod’Ame

Via Solferino 1, 20121 Milano

Il Made in Italy di ottod’Ame è puro e gioca tra sete, lane e cotoni, pizzi e pelle miscelati e rivisitati con cura e creatività. Iniziamo dal nome piuttosto evocativo che si presta a diversi significati: come dice la stessa Silvia Mazzoli, ideatrice e stilista delle collezioni, è un marchio con un doppio sapore, che unisce un lato italiano a un [...]

Floralia

L’arrivo della primavera a Milano è annunciato dall’appuntamento fisso di Floralia, il primo in termini di calendario degli eventi “floral chic” della città. Cromie e profumi da tutta Italia fioriscono in Piazza San Marco, che da piazza-gioiello di Brera si trasforma in piazza bouquet. Per un intero weekend, il bellissimo sagrato della chiesa diventa un coloratissimo mercato all’aperto che ospita [...]

La Briciola

Via Marsala 1, 20121 Milano

La storia inizia circa quarant’anni fa in via Solferino 25, angolo Via Marsala. La cornice d’altri tempi e l’atmosfera quasi surreale sono quelle di Brera, il cuore artistico della città meneghina. Il nostro protagonista,Gianni, è partito da molto lontano per sfidare la sorte e seguire le sue intuizioni. L’idea era quella di creare una seconda [...]