To Top
Drink Etnici

Huan

Il miraggio orientale che ha abbagliato i Navigli

Huan è un locale fusion in tutte le possibili accezioni del termine: fusion nel senso che fonde insieme il ristorante e il cocktail bar di livello; fusion nel senso che la cucina, anche se guarda soprattutto alla Cina, fonde l’ispirazione orientale alle materie prime e creatività occidentali. Si tratta insomma di uno di quei posti che dovrebbe essere già da anni a Milano ma che fino ad ora si trovava solo a Londra o a New York. E invece questa gemma ha aperto sui Navigli, una zona perfetta, piena di locali di tendenza ed esplorazione fusion, dove la movida serale è più intensa.

Huan Oriental Bistrot - Milano

I muri interni del locale hanno i mattoni a vista, poltrone da salotto in stile vintage e tavolini rotondi. I due colori prevalenti sono il grigio del cemento grezzo e il ceruleo di pavimenti, arredi e pareti. Il mobilio di design fa il resto, anche grazie a tutta la luce che entra dalle grandi finestre. Il bancone, invece, è color oro e l’insieme che compone con la bottigliera alle sue spalle, composta di blocchi retro-illuminati, è davvero molto elegante.

Huan Oriental Bistrot - Milano

Essendo Huan un oriental bistrot dove la proposta food e quella drink sono quasi complementari, la cosa migliore è iniziare dai cocktail e ordinare i piatti della cucina (prevalentemente dim sum e ravioli cinesi) come un aperitivo che, volendo, può diventare una vera e propria cena. Tre cocktail per rompere il ghiaccio: l’Huan, two, three…splitz dal nome autoreferenziale e dal sapore agrumato, il Cardinale Eretico che è una sorta di Moscow Mule con un twist orientale grazie al liquore al bambù e lo Spicy Margarita, specie di fantasia messicana con tequila, nettare d’agave e sciroppo di Habanero fatto al momento. Tre cocktail spaziali.

Huan Oriental Bistrot - Milano

Ai drink va sposato l’aperitivo: i piccoli piselli al wasabi e le nuvole di drago. Poi, per continuare l’happy hour, arrivano dentro un cestino di bambù i samosa alle verdure, gli involtini primavera di verdure e gamberi, i ravioli cinesi e due piccoli panini mantou al vapore, uno con carne di maiale tritata e l’altro con i funghi shiitake e un’insalatina di ravanelli.

Huan Oriental Bistrot - Milano

E qui potrebbe chiudersi l’happy hour, ma la curiosità è troppa: perché non trasformarlo davvero in cena? Provate i dumpling alla piastra Let’s Tango con gambero e mandorle aromatizzati dai sapori freschi di lime, zenzero e coriandolo; e il The Forbidden Dumpling con filetto di maiale, arancia e pepe sansho servito con tè alle rose versato al momento. Volete continuare? Non perdetevi il Lost in Bejing al petto d’anatra, con cipolle e salsa di cachi e soia e il Mr Daikon Rabbit con coniglio, datteri, panissa di daikon e cime di rapa.

Huan Oriental Bistrot - Milano

L’atmosfera del locale è internazionale, piena di ospiti stranieri che, forse, sono più abituati di noi a fiutare la novità, come se Huan all’estero fosse già più che famoso. Nonostante tutto, però, il vibe che si sente è rilassante, la bolgia dei Navigli è lontana e l’arredamento, le luci paiono quelle del proprio salotto. Il tempo della cena vola, nessuno si accorge che sono passate ore intere. Quando usciamo ci sentiamo rigenerati, come ci si sente sempre quando ci s’imbatte in una novità. Ritorneremo. E lo farete anche voi.

Noi no, per questo condividiamo ogni settimana le miglioni esperienze
di Milano e dintorni...

Ti potrebbero interessare anche...

Il sapore dell’estate con i cocktail del Rita

Tra i numerosi indirizzi che affollano i Navigli e le recenti aperture sparse per la città, il Rita&Coktails di Edoardo Nono e Gianluca Chiaruttini con i suoi 17 anni di attività, continua a viziare e divertire storici e nuovi clienti con la sua atmosfera. Anche se leggermente in ritardo rispetto agli altri, la cocktail list estiva appena presentata [...]

Il primo gin tonic milanese a domicilio con GIASS

To read this article in English, click here. Dimenticate le costrizioni delle sedie dei locali, i dehors affollati, i “drammi” delle prenotazioni respinte e le "uscite" rivelatesi stressanti e fallimentari; ora è tutto più semplice e a portata di click. Se vi si dovesse palesare l’irrefrenabile voglia di bere un ottimo gin tonic (e sottolineiamo ottimo) mentre siete, [...]

Rita’s TIKI ROOM

Ripa di Porta Ticinese 69, 20143 Milano

E’ stato Ernest Raymond Beaumont Gant ad aprire il primo tiki bar tra le pieghe degli anni ‘30, sotto il sole di Los Angeles e di un’America disillusa che si lasciava alle spalle il Proibizionismo. Don The Beachcomber (così si faceva chiamare), ha per primo condito la sua proposta di ristorazione con l’esotismo raccolto nei lunghi [...]

Ba Asian Mood

Via Raffaello Sanzio 22, 20149 Milano

I tre fratelli Liu, seconda generazione cinese in Italia, sono una certezza per quanto riguarda la ristorazione orientale di alto livello: Claudio è al comando di Iyo Taste Experience, ristorante giapponese stellato, Giulia dirige invece l’elegante ristorante cinese Gong dal 2015, mentre Marco, dal 2011, è “al timone” di BA Asian Mood altra eccellenza di famiglia per stile e gusto. [...]

Fratelli Ravioli

Via Casale 3, 20144 Milano

Una vetrina che si affaccia su Porta Genova, una lavagnetta fuori ad indicarne le proposte. All'interno un bancone stretto e lungo, che separa l'ipnotica cucina a vista dove gli chef appianano continuamente la pasta, dosano il ripieno e richiudere il tutto sapientemente, con efficienza totale e dedizione assoluta. Varcata la soglia si viene avvolti da un'atmosfera esotica che catapulta la clientela dall'altra [...]