To Top
Drink Etnici

Huan

Il miraggio orientale che ha abbagliato i Navigli

Huan è un locale fusion in tutte le possibili accezioni del termine: fusion nel senso che fonde insieme il ristorante e il cocktail bar di livello; fusion nel senso che la cucina, anche se guarda soprattutto alla Cina, fonde l’ispirazione orientale alle materie prime e creatività occidentali. Si tratta insomma di uno di quei posti che dovrebbe essere già da anni a Milano ma che fino ad ora si trovava solo a Londra o a New York. E invece questa gemma ha aperto sui Navigli, una zona perfetta, piena di locali di tendenza ed esplorazione fusion, dove la movida serale è più intensa.

Huan Oriental Bistrot - Milano

I muri interni del locale hanno i mattoni a vista, poltrone da salotto in stile vintage e tavolini rotondi. I due colori prevalenti sono il grigio del cemento grezzo e il ceruleo di pavimenti, arredi e pareti. Il mobilio di design fa il resto, anche grazie a tutta la luce che entra dalle grandi finestre. Il bancone, invece, è color oro e l’insieme che compone con la bottigliera alle sue spalle, composta di blocchi retro-illuminati, è davvero molto elegante.

Huan Oriental Bistrot - Milano

Essendo Huan un oriental bistrot dove la proposta food e quella drink sono quasi complementari, la cosa migliore è iniziare dai cocktail e ordinare i piatti della cucina (prevalentemente dim sum e ravioli cinesi) come un aperitivo che, volendo, può diventare una vera e propria cena. Tre cocktail per rompere il ghiaccio: l’Huan, two, three…splitz dal nome autoreferenziale e dal sapore agrumato, il Cardinale Eretico che è una sorta di Moscow Mule con un twist orientale grazie al liquore al bambù e lo Spicy Margarita, specie di fantasia messicana con tequila, nettare d’agave e sciroppo di Habanero fatto al momento. Tre cocktail spaziali.

Huan Oriental Bistrot - Milano

Ai drink va sposato l’aperitivo: i piccoli piselli al wasabi e le nuvole di drago. Poi, per continuare l’happy hour, arrivano dentro un cestino di bambù i samosa alle verdure, gli involtini primavera di verdure e gamberi, i ravioli cinesi e due piccoli panini mantou al vapore, uno con carne di maiale tritata e l’altro con i funghi shiitake e un’insalatina di ravanelli.

Huan Oriental Bistrot - Milano

E qui potrebbe chiudersi l’happy hour, ma la curiosità è troppa: perché non trasformarlo davvero in cena? Provate i dumpling alla piastra Let’s Tango con gambero e mandorle aromatizzati dai sapori freschi di lime, zenzero e coriandolo; e il The Forbidden Dumpling con filetto di maiale, arancia e pepe sansho servito con tè alle rose versato al momento. Volete continuare? Non perdetevi il Lost in Bejing al petto d’anatra, con cipolle e salsa di cachi e soia e il Mr Daikon Rabbit con coniglio, datteri, panissa di daikon e cime di rapa.

Huan Oriental Bistrot - Milano

L’atmosfera del locale è internazionale, piena di ospiti stranieri che, forse, sono più abituati di noi a fiutare la novità, come se Huan all’estero fosse già più che famoso. Nonostante tutto, però, il vibe che si sente è rilassante, la bolgia dei Navigli è lontana e l’arredamento, le luci paiono quelle del proprio salotto. Il tempo della cena vola, nessuno si accorge che sono passate ore intere. Quando usciamo ci sentiamo rigenerati, come ci si sente sempre quando ci s’imbatte in una novità. Ritorneremo. E lo farete anche voi.

Ti potrebbero interessare anche...

Shimokita

Via Archimede, 14 20129 Milano

Tra gli accattivanti e modaioli locali milanesi gestiti da Luca Guelfi arriva Shimokita, in Via Archimede, zona Porta Venezia. E ci destabilizza subito, proponendo un Giappone del tutto diverso da quello a cui siamo abituati. Dimenticatevi di musiche zen, di tendaggi velati e di fiori d’acqua. Shimokita ci porta in una Tokyo molto più street, caotica, pop. Il nome infatti rimanda alla [...]

Miss Sixty Cafè

Piazza del Duomo, 31 20121 Milano

Spesso nella frenesia di Milano, nel via vai che caratterizza le sue vie più centrali, schivando i passanti in bilico tra doveri, liste, appuntamenti e tacchi alti, capita di pensare di volersi ritirare in un ashram, in qualche villa con inclusa settimana di digital detox o di immergersi nella natura incontaminata per azzerare i pensieri. Poi, [...]

Officina

via Giovanale, 7 20136 Milano

Tra le qualità di Milano c'è senza dubbio la capacità di sorprendere chi la vive. Basta concedersi una passeggiata, meglio se all’ora del tramonto di una sera di mezza estate, per scoprire luoghi a stento segnalati sulle guide o celati dietro ingressi poco appariscenti. È il caso di Officina, un cocktail bar situato in via Giovenale [...]

Sina The Gray

Via San Raffaele, 6 20121 Milano

Se siete alla ricerca di un hotel raffinato, intimo, ma in una posizione super centrale il lussuoso Sina The Gray Boutique Hotel è il luogo per voi. Inaugurata nel 2003, la struttura si trova nel cuore pulsante della città, a soli 100 mt da Piazza Duomo e nelle immediate vicinanze di Piazza della Scala, in [...]

Torre

Via Lorenzini, 14 20139 Milano

Un incontro d’arte. Non riesco a trovare altre parole per descrivere il ristorante Torre, ultima opera a completamento della Fondazione Prada, quartiere Ripamonti. Un’area ex industriale che ha ripreso vita proprio grazie alla realizzazione della Fondazione e alla bonifica del vicino scalo Romana. L’inaugurazione della Torre, in occasione del salone del mobile 2018, è stata l’ennesima prova [...]