To Top
Lifestyle

La drink list invernale di Casa Mia

Avete già provato i nuovi cocktail di Manuel Quintiero?

A Milano uno dei punti di riferimento per gli amanti del buon bere è senza dubbio Casa Mia – Cocktail Bar & Bistrot. Entrando non faticherete a comprendere il senso di questo nome: scaffali in legno che al posto dei libri ospitano innumerevoli bottiglie provenienti dalle migliori etichette in circolazione, comodi divani, poltrone in pelle, un grande e luminoso lampadario al centro del soffitto: tutto contribuisce a ricreare l’atmosfera calda e accogliente del salotto di casa dove darsi appuntamento con gli amici per trascorrere una serata speciale.

La drink list invernale di Casa Mia - Milano

Per godere appieno delle meraviglie del locale, l’angolo privilegiato è il bancone dove potrete fare due chiacchiere con Manuel Quintiero, il nuovo barman che ha portato il suo contributo dimostrando un’attitudine divertente e originale. L’ispirazione alla base della drink list invernale è curiosa e suggestiva: dopo giornate trascorse a sperimentare, cercare nuovi abbinamenti e provare nuovi sapori gli è apparso in sogno il cambusiere che, non bevendo alcolici, si vede sempre costretto a rifiutare gli shot offerti a fine serata dicendo di essere solito bere solo ananas, pesca e mango. È stato un attimo abbinare il rum per dare vita a un cocktail completato con l’aggiunta della ginger beer.

La drink list invernale di Casa Mia - Milano

La personalità del barman emerge anche dai nomi presenti sulla lista, tutti frutto di un’associazione di immagini che si formeranno nella vostra mente dopo averli assaggiati. Un esempio? Il Buono come un Mon Cheri ispirato al famoso cioccolatino alla ciliegia. Tra i più richiesti spicca il Mio Martini, reinterpretazione del grande classico, in questo caso con il 57 London Dry Gin Navy Strength (ideale dopo una stressante giornata di lavoro, provare per credere!), il Grisù, e l’Herbal Fizz, vera delizia per olfatto e palato grazie al profumo delle foglie di basilico e al sapore deciso del Gin Bombay Extra Dry addolcito da una nota di miele di eucalipto.

La drink list invernale di Casa Mia - Milano

L’identità del barman e la sua spiccata vena artistica si incontrano nel Santa Margari“d”a, così chiamato quasi a voler insegnare una volta per tutte la corretta pronuncia del nome messicano, servito in una bottiglietta dalla grafica da lui stesso ideata. Difficile stabilire quale sia la ricetta più originale: certo è che il sentimento che appare più forte è quello riservato al Go to Mars, nato dopo anni di lotte sociali in difesa di importanti ideali. Con la sua filosofia ecosostenibile vuole sensibilizzare il pubblico sul tema del rispetto per il nostro pianeta, anelando una fuga su Marte. L’Ardbeg Ten Scotch Wisky single malt è mixato con lo sciroppo di polline d’api, in omaggio a una categoria a rischio di estinzione nel nostro ecosistema, guarnito da una spuma di camomilla densa e dal deciso aroma affumicato.

La drink list invernale di Casa Mia - Milano

Non una semplice lista di bevande alcoliche dunque ma una vera e propria dichiarazione di intenti e un’affermazione personale capace di destare la curiosità della clientela. La cultura del bere che privilegia la qualità alla quantità sta prendendo sempre più piede in Italia e soprattutto a Milano. Il merito è senza dubbio di locali come Casa Mia – Cocktail Bar & Bistrot che fanno della ricerca, della sperimentazione e dell’accoglienza le chiavi del loro successo.