To Top
Lifestyle

Il menù primaverile di Posta Bistrot

Un menu di terra da gustare ricordando le prime lettere d’amore

To read this article in English, click here.

Posta Bistrot è un piccolo mondo caldo e accogliente dove tutto sa di ricordi, amore per le tradizioni e ricerca del passato. Il locale si trova nei pressi della Basilica di Sant’Ambrogio –  un luogo-simbolo della storia di Milano – ambientato all’interno di un insolito ufficio postale. Qui infatti, a timbri, lettere, impiegati e postini si sostituiscono posate, utensili da cucina, camerieri e chef ma soprattutto piatti preparati con passione.

Il menù primaverile di Posta Bistrot - Milano

L’obiettivo è rievocare i sentimenti che da sempre legano le persone, spesso espressi con lettere o messaggi. Mangiar bene è un ottimo mezzo per raggiungerlo: bastano un sapore o un profumo dell’infanzia per riportare indietro nel tempo chi assaggia e suscitare le emozioni più pure. La location è studiata in ogni particolare: tavoli e sedie in legno sono circondati da macchine da scrivere, radio vintage e altri oggetti d’epoca come un telefono a disco, bilance con piccoli pesi e un grammofono. Le pareti verde-bottiglia sono il tocco che fa la differenza.

Il menù primaverile di Posta Bistrot - Milano

Ma non dimentichiamo che Posta è un bistrot. Il focus è senza dubbio sul cibo. Uno dei punti di forza del menù è la sua stagionalità, ecco perché dopo le proposte del periodo invernale siamo andati a provare le ultime novità. Sempre coerente con la sua filosofia, la cucina tende a valorizzare materie prime e ricette italiane con qualche piccola incursione straniera.

Il menù primaverile di Posta Bistrot - Milano

Il re degli antipasti, il tagliere di salumi, apre le portate con Prosciutto Crudo di Parma, salame felino e mortadella al pistacchio, con scaglie di grana bacche rosse, pecorino di grotta e bufala. In alternativa potrete scegliere tra uno sfizioso cesto di fritture miste con verdurine pastellate, straccetti di pollo alle erbe e zeppoline alle alghe di mare o un saporito Flan al parmigiano in camicia di speck con crema al bitto.

Il menù primaverile di Posta Bistrot - Milano

I primi riprendono il capitolo dei grandi classici con gli gnocchi di patate alla sorrentina serviti in tegamino e i ravioli cacio e pepe mantecati con burro chiarificato, completati dall’aggiunta di zeste di limone e salvia. Diverso è il caso dei pizzoccheri valtellinesi serviti secondo la ricetta originale in tutta la loro bontà. La carne, protagonista assoluta dei secondi, è servita in diversi tipi e cotture. La tagliata di manzo con rucola, un evergreen, è accompagnata da pomodorini del piennolo e condita con olio alla messicana.

Il menù primaverile di Posta Bistrot - Milano

L’influenza americana spicca anche sul Brisket texano (punta di petto cotta a bassa temperatura) accompagnato da cappuccio viola marinato all’aceto di mele. Gli amanti delle specialità partenopee non resteranno delusi: la salsiccia napoletana (a punta di coltello) e friarielli con pane unto sarà tutto ciò di cui avranno bisogno. I dessert, sempre diversi, aggiungeranno invece una nota dolce alla vostra cena: scoprite le proposte del giorno e lasciatevi tentare.

Il menù primaverile di Posta Bistrot - Milano

Posta Bistrot –  aperto dalla mattina alla sera – non è indicato solo per una cena romantica o con gli amici più cari. Provatelo a colazione, a pranzo con i colleghi scegliendo una delle insalate perfette per un business lunch o per l’aperitivo: lo staff sarà a disposizione per accompagnare al meglio ogni momento della vostra giornata.