To Top
Classifiche

I migliori pokè bar di Milano

L’ultimo food trend che ha conquistato Milano

To read this article in English, click here.

Per aprire la mappa della classifica tramite Google Map, cliccare qui.

Con l’arrivo dell’estate, si sa, ricorriamo tutti a diete last minute per recuperare la forma persa durante l’anno. Accantonate (per il momento) lasagne, zuppe ed elaborati secondi a favore di  qualcosa di fresco e dissetante che vi faccia sentire leggeri per tutta la giornata. Perché allora non lasciarsi catturare dal food trend del momento? L’ultima moda in ambito alimentare unisce i due concetti di street food e cucina healthy: si tratta di un piatto tradizionale delle lontane Hawaii, il pokè bowl.

Come dice la parola stessa, questo coloratissimo piatto è servito in una ciotola (bowl in inglese) ed è composto da un mix di pesce crudo tagliato a cubetti (pokè in hawaiano), riso e insalata fresca. Il tutto è condito da salse, come quella di soia, e arricchito da ingredienti sfiziosi quali sesamo, avocado, edamame, zenzero e mango. Ogni bowl è studiata per venire incontro innanzitutto a una dieta sana e bilanciata e al giusto apporto di calorie e proteine, ma allo stesso tempo per creare gustosi abbinamenti tra ingredienti e colori, che rendono la gamma delle possibili combinazioni praticamente illimitata.

A Milano ci sono svariati locali che propongono questo divertente piatto esotico, noi abbiamo selezionato i migliori Pokè Bar per voi. Buon appetito!

I Love Poke Milano

Piazza dei Mercanti angolo Passa degli Osii/ Via Tortona, 20/ Via Fabio Filzi, 4

I migliori pokè bar di Milano

Primo pokè bar a tutti gli effetti d’Italia, I Love Poke Milano apre a ottobre 2017 nella centralissima sede di piazza Mercanti, a un passo dal Duomo, grazie all’idea e alla passione della newyorkese Rana Edwards. Questa ricercatrice e professionista della nutrizione, durante il suo viaggio di nozze alle Hawaii, ha scoperto questa delizia locale e, trovandola particolarmente healthy, ha deciso di portare l’idea a Milano. Qui le pokè bowls sono in due formati, regular e large, e mixano elementi della tradizione culinaria hawaiana con quelli della tradizione italiana: è possibile scegliere la base del piatto tra riso o insalata, 4 condimenti a scelta come alghe, cetrioli, ananas o pomodorini, 2 o 3 proteine come salmone, pollo, polpo, e infine una salsa come quella di soya o teryiaki. Al momento I love poke conta tre sedi solo nella città di Milano, ma sono previste aperture a Londra, Dubai e Torino.

Maui Poke – Food & Drinks

Via S. Vittore al Teatro, 3

I migliori pokè bar di Milano

Sempre in zona Duomo e sempre di recentissima apertura è il Maui Poke. Il locale è molto luminoso, con arredi che fanno sognare di essere in una delle favolose spiagge hawaiane a sorseggiare un buon cocktail e mangiare cibo fresco e genuino! Basta fare un giro sui loro social o sul sito per farsi venire l’acquolina in bocca: divertenti e coloratissime bowl dai gusti più diversi, dal classico salmone al più sfizioso gamberi e riso, per concludere poi – per andare incontro a tutti i gusti – con il poke vegano. Nota di merito riguarda la loro attenzione alla sostenibilità dell’ambiente e alla cura e attenzione nei riguardi degli ingredienti, prettamente controllati e bio. Ideale per una pausa pranzo leggera e veloce, ma soprattutto fresca, per chi ha davvero poco tempo per staccare; in alternativa è possibile farsi consegnare l’ordine dove è più è comodo. Maui Poke offre anche secondi piatti come la cheviche hawaiana, il polpo alla piastra o l’ormai sdoganato avocado toast. I vari pokè sono poi preferibilmente accompagnati da ottimi centrifugati e cocktail e seguiti da dolci internazionali come la cheesecake.

Poku Poke Place

Corso Sempione, 12

I migliori pokè bar di Milano

In zona Corso Sempione, precisamente al numero 12, c’è un locale che sembra provenire direttamente dalle Hawaii, il Poku Poke Place. Sulle sue parete troverete tutto quello che ci si aspetta da un locale di Honolulu: tavole da surf, ananas e coloratissime collane di fiori che gridano “Aloha” proprio all’ingresso! L’atmosfera è molto calma e rilassata, in pieno clima da vacanza esotica, così come sono pienamente esotiche e oltretutto originali le 13 varianti di pokè proposte dal locale: 11 di pesce, servite direttamente nelle classiche ciotole, e qualche opzione di carne, proposta all’interno di un ananas tagliato. Le prime, fresche al palato, sono un mix di pesce crudo e vari tipi di insalata, e unite a particolari ingredienti come fiori di loto, barbabietola, gazpacho, pompelmo, o sesamo; le seconde sono invece frutto di un incrocio tra carne (di pollo o di manzo), salse, riso e elementi come coriandolo, peperoni o cipollotti. Le bowl sono servite sia in versione medium che large e sono pronte a stupire il vostro palato, regalandovi un’esplosione di nuovi sapori.

Pokeia

Via Magolfa, 25/27

I migliori pokè bar di Milano

Le menti dietro la nascita di Pokeia sono quelle di Stefania Giotta, creator e manager del format, di Marco De Crescenzio, co-founder del Milanese Imbruttito, che segue la comunicazione, e di Flavio Angiolillo, co-founder del Mag Cafè1930 Secret BarBackdoor43Barba e Iter che cura la selezione di drink d’ispirazione tropicale pensati appositamente per il nuovo locale. Pokeia nasce dall’amore e dalla curiosità di Stefania e Marco per questo nuovo trend: è così che dopo un viaggio di approfondimento a New York decidono di farsi affiancare da Flavio e dalla sua Farmily crew in questa nuova avventura. Inaugurato due settimane fa nella mondana ambientazione dei Navigli, come recita il pay off, il loro piatto principale è troppo buono per non essere conosciuto anche in Italia, e noi non possiamo che essere d’accordo! Oltre alle 4 Signature Bowl create dall’abilità dello chef Vincenzo Mignuolo, che si ripropone di rispettare le materie prime locali, e una special bowl del mese, che invece vuole avvicinare questo piatto alla cultura culinaria italiana, il menù propone degli sfiziosi antipasti (già richiestissimi) come il Poke Toast, i Poke Tacos e il Rice Paper Roll Poke, dei freschissimi smoothies bowls, delle mousse cremose e la possibilità di creare una bowl a piacimento sulla base de propri gusti personali. Attenzione però, Vincenzo non vi lascerà stravolgere il concetto stesso di Poke, guidandovi sempre con cura e dedizione nella selezione degli ingredienti che meglio si accostano.

Poke House Garden

Via Giovenale, 7

I migliori pokè bar di Milano

La nascita di Poke House Garden è frutto di un viaggio negli Stati Uniti della sua founder, Vittoria Zanetti, che quotidianamente amava cimentarsi nella preparazione di un bel piatto di poke in riva al mare della California. Una volta tornata ha ben pensato di importare questa tipologia di fast food a Milano, città più all’avanguardia d’Italia in tematiche di mode oltreoceano. Il locale, momentaneamente situato come temporary corner all’interno della suggestiva location di Al Cortile in via Giovenale, ha un menù di poke fissi quali il salmon pokè, l’ahi tuna pokè (con riso bianco, tonno, edamame, cipollotto, cetrioli e crispy onion), il chicken pokè (con pollo teriyaki, riso, zenzero e pomodorini), o la variante vegan (fatta di cocco, quinoa mista, tofu, carote e avocado). Ma sono tante le combinazioni possibili a scelta del cliente, sempre con la formula large o regular, sempre pensate per soddisfare le esigenze più particolari e seguendo i gusti personali. Un’altra specialità di Poke House sono gli hawaiian mochi, dessert creati con pasta di riso e riempiti di gelato, ai gusti di tè verde, cioccolato o frutto della passione. Al momento Pokè House offre anche un servizio di consegna a domicilio ma la bella notizia è che a settembre aprirà due ristoranti in zona Centrale e Isola.

The Botanical Club

Via Pastrengo, 11/ Via Tortona 33

I migliori pokè bar di Milano

In zona Porta Genova, per la precisione in Via Tortona, si trova The Botanical Club, primo locale a Milano a inserire nel proprio menù questa specialità d’oltreoceano: Alessandro Longhin e Davide Martinelli, proprietari del locale, hanno deciso di introdurre il poke in Italia dopo un loro viaggio a New York, dove hanno scoperto questo trend. La varietà è ampia: di tonno, di salmone, conditi con coriandolo, olio di sesamo, jalapeño o alga nori, e indubbiamente si distingue dalle altre pokerie della città per la versatilità del menù, aggiornato spesso, che consente di provare un’esperienza diversa a ogni nuova visita. Inoltre sono molte le proposte di fast lunch a un prezzo moderato, di 14 euro a piatto, che permettono al cliente di uscire sazio, appagato e sicuro di aver fatto un’autentica esperienza di gusto, più che di aver semplicemente mangiato. Un consiglio? Accompagnate il vostro poke a un bel gin tonic, punta di diamante tra i cocktail del locale, famoso per essere con la sua sede in via Pastrengo, la prima ad aver aperto, la più piccola distilleria di Gin in Italia. L’ambiente è moderno, arioso e di design, grazie anche alla presenza di piante di felci e luci soffuse che creano un’atmosfera intima e rilassata. Da provare assolutamente!

Temakinho

Via Guglielmo Marconi, 4

I migliori pokè bar di Milano

Temakinho è ormai un’istituzione in città. Dopo il primo locale aperto nel 2012 sui Navigli, il ristorante ha aperto altre tre sedi: in Brera, in zona Magenta e dal 9 giugno di quest’anno anche in Duomo. La formula è quella già nota della cucina fusion nippo-brasiliana, che unisce in un inaspettato mix di sapori il Sud America con il Giappone. In ogni ristorante targato Temakinho gli arredi super colorati e di design e la vivace musica di sottofondo trasmettono allegria e positività e senza dubbio richiamano alla mente il tipico carattere solare e spontaneo degli abitanti dell’America Latina. Temakinho è stato a tutti gli effetti il primo a Milano a inserire il poke nei suoi menù: già dal 2016 nella sede di Magenta era possibile assaggiare questo particolare piatto. Oltre agli ormai famosi temaki, roll, uramaki e tartare, trovate infatti anche la pokè di tonno (con riso, avocado, alga wakame, mango, edamame, tonno condito con zenzero, salsa di soia e sesamo, e guarnizione di erba cipollina), di salmone (composta da riso, avocado, alga wakame, salmone condito con zenzero, salsa di soia e sesamo, guarnizione di erba cipollina) e quella mista (riso, avocado, alga wakame, mango, edamame, tonno e salmone conditi con zenzero, salsa di soia e sesamo, e infine guarnizione di erba cipollina). La vera novità dell’ultima apertura in Duomo è invece il poke vegano con riso nero, salsa poke, avocado, mango, alga wakame, edamame, mela verde, tofu e salsa verde. D’obbligo è l’accompagnamento del piatto scelto con la caipirinha, tipico cocktail brasiliano, preparata con frutta fresca, cachaça Leblon, zucchero e lime. Non ve ne pentirete!

Hi poke

Via Caminadella, 2

I migliori pokè bar di Milano

Hi Poke è situato nei pressi delle Colonne di San Lorenzo e dell’Università Cattolica e ha inaugurato neanche da un mese. Questa pokeria ha uno slogan che non lascia molto all’immaginazione “PokeScuse”: l’invito all’azione è chiaro ed efficace. Hi poke propone una veloce pausa pranzo tipica delle isole Hawaii, fatta di ingredienti sani e rinfrescanti adatti ad ovviare alle alte temperature della città. È inoltre aperto a pranzo dal lunedì al venerdì dalle 12 alle 15 e offre la possibilità di personalizzare la propria bowl con gli ingredienti che più ci piacciono seguendo sempre la formula base+ proteina+ verdure+ parte croccante+ salsa. Le Hawaii le ritroviamo anche nelle bevande: assaggiate le tipiche birre del luogo, le Kona, proposte in 4 differenti varianti… non ve ne pentirete!