To Top
Advertisement
Lifestyle

Il nuovo menù del Barba

Un gioiello della mixology dove bere un drink a 45 giri

Barba è uno di quei nomi che tutti gli amanti del buon bere a Milano dovrebbero conoscere. Rappresenta una perfetta sintesi di qualità, ricerca e passione, racchiuse in una location semplice, lontana dai quartieri più frequentati della movida, non per questo poco accogliente. Un locale a pochi passi dalla Stazione Centrale con i suoi divanetti in velluto, le luci soffuse, la musica di sottofondo è infatti un ottimo punto di partenza per trascorrere una piacevole serata.

Il nuovo menù del Barba - Milano

Da pochi giorni è disponibile un nuovo menu food & beverage che offre l’imbarazzo della scelta. La formula è sempre la stessa: un vinile a 45 giri con tanto di custodia, lato A e lato B, sul quale sono riportati i nomi e gli ingredienti dei drink, questa volta ispirati alla storia degli Anni ’90 e intitolati come le canzoni manifesto di quel periodo. 

Il nuovo menù del Barba - Milano

Studio del passato e utilizzo delle tecniche più avanzate della mixology sono alla base degli otto cocktail che potrete ordinare. Iniziamo con il Lato A. Il Nutshell è un omaggio al Pink Squirrel e alla canzone degli Alice in Chains, l’Around the World fa il giro del mondo come i Daft Punk e trae la sua ispirazione dal celebre Singapore Sling. Il sound di Shaggy dà il nome al Bombastick che equilibra i sapori bitter and sour miscelando un infuso alle amarene sciroppate con amaretto, salsa BBQ e orange bitter. Regina indiscussa del pop Anni ’90 è senza dubbio Madonna, alla quale è dedicato il Vogue: un drink che deve il suo colore alla vodka infusa al ribes e all’acqua di mirtillo, servito nella coppa Martini tradizionale dell’epoca.

Il nuovo menù del Barba - Milano

Il lato B non è da meno. Ad aprire le danze è il Narcotic (consigliato agli amanti del gin) servito con una B di Barba spolverata sulla foam di Aperol infuso al rabarbaro. Se ordinate un Surf City non dimenticate di farvi raccontare la sua storia, possibilmente ascoltando a tutto volume l’omonima canzone dei Ramones. Questo cocktail è infatti un omaggio all’Harvey Wallbanger, nato in California nel 1952 quando a un surfista di nome Harvey fu servito uno Screwdriver corretto con una dose eccessiva di Galliano che lo fece ubriacare mandandolo a sbattere contro il muro. Se il vostro drink preferito è il Long Island assaggiate lo Spirito: vi sarà servito caldo giocando sulla trasformazione da ice tea a hot tea. Chi non si è mai scatenato in pista sulle note di Gigi D’Agostino? Se siete particolarmente nostalgici di quei momenti, il Bla…Bla…Bla… (una vera e propria nobilitazione del Rum e Cola) è quello che fa per voi.

Il nuovo menù del Barba - Milano

Ciò che colpisce è la ricerca alla base di questa proposta che denota una grande conoscenza delle materie prime, delle tecniche di miscelazione oltre che della musica, da sempre il marchio di fabbrica del locale. Il menu food non è da meno: la cucina del Barba infatti, specializzata nell’utilizzo delle cotture a bassa temperatura e in sottovuoto, è sempre stata una fucina di meraviglie. Tra gli appetizer potrete scegliere guacamole, hummus di ceci o di carote e babaganoush, una gustosissima salsa mediorientale a base di melanzane e crema di sesamo. Per i più affamati non mancano i burger nelle versioni salmone, tonno, gambero, pulled pork o manzo. A grande richiesta torna la pappa del Barba, un classico rivisitato in chiave orientale con l’aggiunta al pomodoro di stracciatella di bufala, tartare di gamberi, zest di lime, pane panko e foglie di shiso rosso. Ma non è finita. La carta offre anche il baccalà in oliocottura, il brasato al barolo, una gustosissima clam chowder e, per finire, due varianti di poke con salmone o tonno.

Il nuovo menù del Barba - Milano

Un drink da Barba può trasformarsi in una cena ricca di proposte interessanti che vi porteranno in giro per il mondo. Se avete la fortuna di lavorare nei dintorni le vostre pause pranzo prenderanno una piega diversa, in caso contrario ricordate di prenotare un tavolo e di darvi appuntamento qui con gli amici. Il locale è sempre pieno e il successo è meritato.