To Top
Bar & Pasticcerie

Pasticceria Cucchi

È come tornare indietro nel tempo, a quella “dolce vita” amata e dimenticata

Ci sono quei posti che fanno venir voglia di essere sempre all’altezza, di vestirsi bene senza strafare. Di curare se stessi, di sentirsi chic. Ecco, la Pasticceria Cucchi fa venire voglia di tutto questo ma anche di andarci da soli nel weekend per trovare il tempo di leggere la rivista preferita con calma.

pasticceria-cucchi-caffe

Di ordinare un cappuccino e una brioscina alla crema oppure un caffè e una torta salata (alla faccia della dieta!) e osservare. Guardarsi intorno. Guardare l’ampia gamma di clientela che casualmente, senza essere stata invitata (se non dal richiamo delle squisitezze offerte) sembra comporre il set di una scena di un film d’epoca: signore impellicciate che chiacchierano con l’amica di sempre, famiglie con bambini, un anziano signore che fuma il sigaro con l’amico a quattro zampe sotto il tavolo, due giovani donne impeccabili che dietro i loro occhiali da sole nascondono i postumi di una nottata difficile da dimenticare. Ciack: si gira!

Pasticceria Cucchi | Sala

Da Cucchi non si viene solo a mangiare, ma anche a scoprire i tesori della pasticceria milanese. Oltre al panettone e alla colomba (incredibile quella al cioccolato) che si trovano fresche tutto l’anno, la loro lista è piena di delizie: la bignolata, ad esempio, oppure la Cecca, con la buccia candita di cedro e arancia e le mandorle. Ma per la merenda il meglio si dà con El Meneghin, un dolce “originale” con canditi perfetto per tutta la giornata che il signor Cucchi consiglia di gustare col maraschino, e i due più tipici Amor Polenta e Pan Meino. Il primo è una specie di plumcake da affettare e accompagnare alla crema gianduia, il secondo è un antichissimo biscotto tradizionale che si mangia su un fondo di panna liquida.

Pasticceria Cucchi | Brioche

Consigliamo sempre, tempo permettendo, uno dei tavolini all’aperto, anche nelle mattinate d’inverno. È come se la storia portasse indietro nel tempo a quella “dolce vita” amata e dimenticata. Si ritrova il gusto delle piccole cose, fatte con calma. Ordinate ancora un caffè e trasognati e a pancia piena alzatevi sentendo di avere contribuito, anche voi, a uno dei più bei film mai girati della vecchia Milano dei giorni nostri.

Ti potrebbero interessare anche...

Gay-Odin

Via San Giovanni sul Muro19, 20121 Milano

Nel centro storico milanese, a pochi passi da Corso Magenta, si incontra Gay-Odin, una bottega dedicata all’arte del cioccolato che ha saputo incantare i cuori e i palati dei milanesi grazie a una tecnica dolciaria artigianale ricca di storia e passione. Tutto ha inizio nel lontano ‘800, quando il giovane e talentuoso Isidoro Odin parte dal [...]

Gelsomina

Via Carlo Tenca 5, 20124 Milano

Quello che mancava. É stato questo che ho pensato la prima volta in cui sono entrata da Gelsomina, pasticceria adorabile in una traversa di viale Tunisia, tra Repubblica e Porta Venezia. Gelsomina si distingue dagli altri locali di Milano già dal nome: semplice, non pretenzioso ma evocativo. Ci fa capire la sua scelta di portare in [...]

15 Pasticcerie dove fare colazione a Milano

To read this article in English, click here. Per aprire la mappa della classifica tramite Google Map, cliccare qui. “La colazione è il pasto più importante della giornata”. Lo dice il dottore, il nutrizionista, la pubblicità in tv, la mamma, la nonna e ce lo ricordano perfino le confezioni dei biscotti che compriamo - le stesse che, al [...]

L’Angolo di Casa

Viale Piave 17, 20129 Milano

Il mare fa sempre pensare all’avventura, all’ignoto, a luoghi e destinazioni lontane. È scoperta, ritrovo, punto di partenza e di arrivo. Però capita anche di trovare il mare in un piatto e cominciare da lì il viaggio, più comodo rispetto a quello che prevede zaini in spalla e aerei. È un viaggio che mette in gioco i [...]

I 15 Panettoni artigianali più buoni di Milano

To read this article in English, click here. Il panettone a Milano non è una semplice tradizione, è il dolce caratteristico per antonomasia. Esiste una vera e propria scuola di pensiero (e di palato) che nelle chiacchiere natalizie si concretizza nella domanda "tu da chi lo prendi?". Molte sono le leggende circa la nascita di [...]