To Top
Bar & Pasticcerie

Pasticceria Marchesi

Uno dei luoghi storici della vecchia Milano, dove dal 1824 si confeziona uno dei migliori panettoni della città

L’arrivo della primavera anche quest’anno ha riservato a noi milanesi giornate calde e soleggiate, così anche oggi ho scelto di muovermi con i mezzi pubblici. Mi ritrovo a passeggiare per Corso Magenta dopo un’intensa mattinata di lavoro quando il mio sguardo viene attratto da un miraggio: è lì, all’angolo con via Santa Maria alla Porta, è la Pasticceria Marchesi, uno dei luoghi storici della vecchia Milano. Decido di entrare per ordinare un caffè shakerato.

Appena varcata la soglia mi sembra di essere catapultato in un’altra epoca: i soffitti a cassettoni decorati, le vetrine di crostatepralinebonbons coloratipasticcini di ogni sorta ordinati con cura e il bancone dei primi anni del Novecento – in legno e acciaio con dettagli in ottone – mi fanno subito capire che non sono in una pasticceria qualunque.

Questa è La Pasticceria di Milano, dove dal 1824 si confeziona uno dei migliori panettoni della città, dove si sono celebrate le vittorie ciclistiche di Fausto Coppi, dove la gentilezza non è un optional ma parte integrante dell’atmosfera “di una volta” che qui si respira (complici le dipendenti vestite d’azzurro e i camerieri in abito elegante).

Scommetto che qui venivano a fare colazione Strehler e Giorgio Gaber e già mi sembra di vederli che si confondono tra i clienti della Milano bene. Ora capisco perché il Gruppo Prada (già proprietario dei brand Prada, Miu Miu, Church’s e Car Shoe) ha acquisito una parte rilevante dell’esercizio commerciale per esportarne il marchio, lasciando tuttavia la gestione diretta alle sapienti mani della famiglia Marchesi.

Il caffè shakerato è ottimo e dolce al punto giusto, vorrei provare tutti i dolci che sono esposti, per questo mi riprometto di tornare. Magari una mattina d’autunno oppure una domenica per comprare un panettone, che la pasticceria vende 365 giorni l’anno, o anche solo per fare colazione e regalarmi una coccola, un’attenzione in più, un viaggio dei sensi nella milanesità.

Perché è vero che Milano è una città in costante evoluzione, nella stessa misura in cui è capace di conservare i suoi luoghi storici nel tempo.

Ti potrebbero interessare anche...

Il buongiorno si vede da Iter

To read this article in English, click here. Si sa, la colazione è il pasto più importante, tanto che sono moltissimi quelli che non proferiscono parola prima di bere un buon caffè. Se anche voi fate parte di questo club, Iter è la soluzione perfetta per iniziare la giornata nel modo giusto. Da Iter sono pronti a [...]

Pasticceria Iginio Massari

Via Guglielmo Marconi 4, 20122 Milano

Tra le novità milanesi di questa primavera ce n’è una che non è passata di certo inosservata agli occhi dei più golosi: la pasticceria di Iginio Massari. Da quando ha conosciuto il grande pubblico attraverso la televisione, come ospite prima, e come padrone di casa di uno show di pasticceria poi, il Maestro ha conquistato sempre [...]

Hygge

Via Giuseppe Sapeto 3, 20123 Milano

Il piacere dei piccoli gesti, degli affetti quotidiani, dei sentimenti autentici: Hygge è tutto questo ma anche molto di più. Hygge è uno stile di vita che dalla Danimarca sbarca a Milano in un locale inaugurato in autunno in via Sapeto. Il termine danese "Hygge", infatti, descrive insieme sia uno stato d'animo che un modo di concepire il living [...]

5 indirizzi per caffè e pasticcini a Milano

To read this article in English, click here. Un elemento che spesso diamo per scontato della cultura gastronomica italiana è l’accoppiata di caffè e pasticcini. Sembra una banalità, è vero, ma è una cosa tutta italiana quella di fare una breve pausa di rifornimento, un pit-stop energetico se vogliamo, accompagnando all’amaro del caffè il dolce dei [...]

Pasticceria Besuschio

Piazza Guglielmo Marconi 59, 20081 Abbiategrasso

Tappa obbligata del weekend per una golosissima pausa dopo una passeggiata tra le vie del centro storico di Abbiategrasso è sicuramente la pasticceria Besuschio in Piazza Marconi, un luogo dove il tintinnio dei cucchiaini, il profumo di dolci e il leggero brusio in sottofondo sembrano avere il magico potere di fermare le lancette dell’orologio, e diventano [...]