To Top
Ristoranti

Il Santa – Bistrò Moderno

Un indirizzo da scoprire nel panorama del fine dininig milanese

Milano è un fermento. Giorno dopo giorno la città cresce, le sue linee metropolitane si estendono, i palazzi si alzano e nuove vie prendono nome. In mezzo a tanto fervore la zona di Gioia sta conoscendo una nuova primavera, evolvendosi giorno dopo giorno in direzioni impreviste. Un fiore all’occhiello di questa stagione urbana è Il Santa Bistrò Moderno, un ristorante tutto vetrate e design, che vi lascerà sicuramente sorpresi.

Il Santa Bistrò Moderno

La cena è il momento in cui Il Santa dà il meglio di sé. A livello di location, le luci soffuse e i quadri di artisti contemporanei sempre diversi, trasformano l’ambiente in luogo raro e ricercato. Il menù è un sinonimo di raffinatezza grazie alla precisa vision culinaria dell’executive chef Stefano Grandi. Lo chef, metà veneto e metà siciliano, ha una spiccata e audace personalità facilmente riconoscibile nel carattere gastronomico di ogni suo piatto.

Il Santa Bistrò Moderno

Il baccalà è protagonista in tre varianti: carpaccio, mantecato e alla plancia. Si rincorrono con gusto carpacci di pesce e ceviche, tartare di fassona al tartufo nero e pluma di maiale iberico. Tra i primi piatti i due must sono ORO, risotto al salto mantecato in giallo milano con crema di scalogno, fondo di vitello e nocciole e il fusill’oro trafilato a 24carati, con cime di rapa, crema di broccoli e vongole veraci.

Il Santa Bistrò Moderno

Il Santa è ideale per una tarda colazione, per un pranzo veloce ma di classe, per un aperitivo accompagnato da assaggi gourmet e per una cena curata e dai sapori inaspettati. Di sera, poi, il locale si trasforma anche in location privilegiata ed esclusiva per cene aziendali e feste private. Il suo aspetto elegante con i suoi vibe internazionali, sospesi tra New York e Los Angeles, la creatività della sua cucina e la qualità del servizio ne fanno un indirizzo da scoprire nel panorama del fine dining milanese.

 

Photo credit © Federica Santeusanio

Noi no, per questo condividiamo ogni settimana le miglioni esperienze
di Milano e dintorni...

Ti potrebbero interessare anche...

La Terrazza di via Palestro

Via Palestro 2, 20121 Milano

Visti dall’alto i Giardini Pubblici Indro Montanelli colorano la cartina del centro meneghino con quel tocco di verde così prezioso a noi instancabili e indaffarati coinquilini del capoluogo lombardo: su questo parco meraviglioso si affaccia La Terrazza di Via Palestro. Chi lavora in zona sa quanto possa essere rigenerante anche solo mezz'ora di passeggiata al loro interno nella tanto [...]

L’Anlot e Oltre…

Via Raffaello Sanzio 30, 20149 Milano

Una “finestra sui colli tortonesi” ha aperto in zona Marghera nel settembre 2018, con l’obiettivo di trasmettere i sapori e gli odori di una cucina 100% piemontese. Elena e Giovanni, insieme a Pino, hanno voluto ricostruire con "L'Anlot e Oltre..." un’autentica esperienza della scena gastronomica regionale, più precisamente della zona attorno a Tortona, circondata da [...]

MU dimsum

Via Aminto Caretto 3, 20124 Milano

Colori naturali, tanto legno – da qui la parola cinese MU - e piante rigogliose...un mood che ti porta direttamente in una foresta in pieno centro a Milano per assaporare la migliore cucina di Hong Kong. Questo è ciò che colpisce subito di MU dimsum: un ambiente ricercato e accogliente che al posto di belle, [...]

Ça Va Sans Dire. Gourmet easy-eating

Via Giulio Romano 1, 20135 Milano

Per restare in tema linguistico, Ça va sans dire, una delle novità gastronomiche più interessanti e originali di Porta Romana, è un piccolo bijoux sia per come appare sia per la qualità e la bellezza dei piatti che propone. Ça va sans dire si definisce “gourmet easy-eating” che si può riassumere in ottimo cibo da [...]

SINE, Ristorante Gastrocratico

Viale Umbria 126, 20135 Milano

Procede per sottrazione chef Roberto Di Pinto, che con SINE libera l’alta cucina da gabbie e preconcetti per renderla comprensibile, inclusiva e accessibile, onorandone l’eccellenza. Si dice che non esista lusso accessibile. Si racconta che il lusso, nella sua più profonda essenza, sia esclusività, contrario di inclusione. Un concetto che, appunto, entra in netta contraddizione [...]