To Top
Lifestyle

Il Santa: protagonista dell’Isola Design District

Quando arte e gastronomia vanno a nozze

To read this article in English, click here.

Si autodefinisce, già dal suo nome, un bistrò moderno ma Il Santa, al Palazzo Lombardia, è molto, molto più di questo. Chi entra percepisce subito che non è un ristorante come gli altri: la sua architettura dialoga e respira fianco a fianco con quella del colossale Palazzo della Regione e ne condivide le vetrate, i soffitti alti, gli scorci audaci. Questo dialogo costante, questa simbiosi e traspirazione fra i due mondi, quello della gastronomia e quello del design, torna poi a farsi sentire e soprattutto vedere dall’arredamento della sala fino all’ultimo dei piatti in menù.

Il Santa - Bistrò Moderno | Milano

È chiaro che questo mutuo scambio, o meglio ancora questa fusione tra l’arte del cibo e quella della progettazione non potrebbe avvenire senza una mente, una personalità, un’anima centrale che organizzi intorno a sé questo microcosmo di linee e sapori, di decor e sensazioni, come il nucleo di un atomo organizza intorno a sé gli elettroni che lo circondano. Questo nucleo centrale è lo chef Stefano Grandi, sempre a lavoro nella cucina e nella sua mente, alla costante ricerca dell’ultima frontiera da superare.

Il Santa - Bistrò Moderno | Milano

La sua personalità e la sua visione saturano ogni angolo de Il Santa, rendendo questo ristorante un organismo vivo, un raccordo delle tendenze che circolano nel sangue stesso della città di Milano. Impossibile, allora, sorprendersi sapendo che proprio per la prossima Design Week, a partire da Martedì 17 fino a Domenica 22, il ristorante diventerà un luogo di scambio e di dialogo proprio con il mondo dell’ arte e del design grazie al JOY DESIGN. Due affermati artisti e designer, Margherita Premuroso e Stefano Rossetti, presenteranno le proprie opere e installazioni sia dentro che fuori il ristorante dello chef Grandi. Le opere “OrtodiSegni” di Margherita Premuroso sono riconoscibili per la loro miscela di tecniche tradizionali e moderni mentre le installazioni di Stefano Rossetti riflettono sull’integrazione di culture diverse.

Il Santa - Bistrò Moderno | Milano

Due caratteristiche, la miscela di tecniche e l’unione di culture separate, che si rispecchiano nella filosofia gastronomica dello chef e patron de Il Santa, creando un’esperienza totalizzante che coinvolgerà ogni cosa: dai sensi dei clienti, alle opere d’arte esposte, fino al cibo e all’architettura stessa del locale. Una serie di onde concentriche che si propagheranno tutt’intorno per celebrare l’eccellenza di una Milano che, in questa settimana come non mai, è sotto i riflettori del mondo.

Il Santa - Bistrò Moderno | Milano

Il programma sarà semplice ma ricco: martedì sera si terrà il vernissage inaugurale su invito seguito da aperitivo gourmet e cena. L’aperitivo e la cena si replicheranno ogni sera, arricchiti nel giovedì da musica live e dj set, fino a culminare nel weekend con l’aggiunta del brunch #joydesign. Per la cena, lo chef Grandi proporrà un menù-tributo alla bellezza di Milano, con un prezzo fisso di 35€ a persona: cannolo di farina di polenta in farcia di mousse di trota salmonata e la sua tartare con germogli, un risotto giallo Milano con uovo di quaglia e buccia di cedro e infine un gelato al mascarpone con granita di caffè.

Il Santa - Bistrò Moderno | Milano

Modernità e tradizione, convergenza di culture vicine e lontane. Tutto che convive nello stesso spazio, replicato in ogni dettaglio, moltiplicato dal sodalizio di questi artisti della cucina, del design e della urban art grazie alla collaborazione con Inrete, società specializzata nella comunicazione integrata, e che riempirà con un programma sostanzioso e imperdibile il calendario di appuntamenti dell’Isola Design District.