To Top
Cocktail Bar

The Spirit

Lasciatevi tentare

Ci si sente un po’ in soggezione nel tentativo di raccontare il The Spirit. Sarà per quel portone nero borchiato dietro al quale si cela, sarà per il nome evocativo e importante, sarà perché, già dalle prime indiscrezioni a pochi giorni dall’apertura, il The Spirit possedeva già una posizione di primato all’interno del panorama milanese dei cocktail bar d’autore.

the-spirit-esterni

Il piccolo oblò che si affaccia su via Piacenza invoglia a varcare la soglia e immergersi in un’atmosfera di classe, trendy e cosmopolita dove l’arte del buon bere trova qui il suo tempio. Che siate conoscitori in materia di distillati o intrepidi sperimentatori, l’esperienza e la disponibilità di professionisti come Fabio Bacchi e Carlo Simbula insieme ad uno staff più che preparato, che vi guideranno attraverso una drink list di grande espressione e qualità.

The Spirit

Divanetti di velluto scuro, giochi di luci e specchi, un bancone in mogano dove sedersi comodamente sono protagonisti della sala principale, mentre nella seconda saletta, divisa da tende di velluto, si sviluppano altri tavolini più raccolti. The Spirit è anche un club e da questo punto di vista è unica sul panorama milanese la formula della membership: associandosi è possibile godere di alcuni vantaggi esclusivi come la possibilità di prenotare parte del locale, partecipare ad eventi speciali, gustare bottiglie “luxury” e sfruttare un servizio totalmente tailor made.

the-spirit-cocktail-mappamondo

La drink list si divide fra i classici e i Signature Cocktail. Sono tutti drink dalla miscela complessa e sapiente. Il Bushido Fizz, ad esempio, è una unione perfetta di gin giapponese, liquore alla cannella e camomilla. Il Voiron Express, invece, con bitter alla pesca, vermouth e Tanqueray possiede quella sfumatura di sapore che non vi aspettate mentre il Fairy Pools vi sorprenderà con il suo mix di whisky, calvados e liquore all’ibisco e lime.

the-spirit-cocktail-bianco

La bottigliera, ricca e da scoprire, così come una cantina accuratamente selezionata, sono a disposizione di chi preferisce variazioni sul tema o desidera provare le eccellenze del bere. Un locale in cui avventurarsi e lasciarsi guidare, insomma, e non una sola volta ma a più riprese proprio perché offerta e ambiente sono estremamente sofisticati e il tempo aiuterà a farvi apprezzare maggiormente l’animo profondo del The Spirit.

Noi no, per questo condividiamo ogni settimana le miglioni esperienze
di Milano e dintorni...

Ti potrebbero interessare anche...

I migliori cocktail bar di quartiere a Milano

Per aprire la classifica su Google Maps, clicca qui. In Porta Venezia l’eccentricità del social district si riflette in quei suoi locali incorniciati tra architetture liberty; a qualche chilometro di distanza, invece, una vitalità super cool riempie Brera/Moscova. Intanto, a sud, gli affollatissimi dehors dei Navigli vengono spalleggiati dall’eterogeneità di Porta Romana, che vuole accontentare [...]

Panificio Davide Longoni

Via Tiraboschi 19, 20153 Milano

A volte c’è bisogno di un ritorno alle origini. Un sapore familiare, che sappia di casa. Un profumo che ci accompagna da sempre, sia come singoli individui, che nel complesso della storia dell’umanità, fin dai popoli più antichi. Ecco che, istintivamente, pensiamo a un alimento che nelle sue infinite varianti è da sempre sulle tavole [...]

Il catering tailor made firmato MAG Cafè Fa(r)mily

To read this article in English, click here. Quella del MAG Cafè è una famiglia davvero allargata che conta tanti fratelli: il 1930, lo speakeasy in stile anni ‘30 dove ci si accede solo con una tessera esclusiva, il Backdoor 43, il bar più piccolo del mondo, Iter, l’aeroporto gastronomico di via Fusetti, e anche Barba, l’ultimogenito innamoratissimo della musica [...]

5 locali in Porta Romana dove bere bene

To read this article in English, click here. Per aprire la classifica su Google Maps, clicca qui. “Milano da bere”. Recitava così la réclame dell’Amaro Ramazzotti alla metà degli anni ‘80; la stessa che da espressione pubblicitaria e poi giornalistica ha assunto le sembianze di un tatuaggio indelebile, sancendo l’inizio di una nuova era per questa città che aspettava [...]

The Backdoor43 Magazine

To read this article in English, click here. Davanti a un grosso pentolone, intenti a studiare e a dosare gli ingredienti giusti da versarci dentro, per poi mischiare e farne venir fuori qualcosa di eccentrico e inusuale, - come accade sempre. Ce li immaginiamo più o meno così Flavio Angiolillo e la sua crew ogni volta che [...]