To Top
Viaggi

Un weekend da sogno a Monte Carlo

Principi e jet setter, terrazze altissime e notti infuocate: welcome to Monte Carlo!

To read this article in English, click here.

Il Principato di Monaco è il secondo stato più piccolo al mondo per estensione, e Monte Carlo è il suo quartiere più vivo; 2 km² di terreno bagnato dal mare, dove il clima è mite e le precipitazioni rarissime. È la meta ideale per un weekend fuori porta all’insegna del bien vivre, a poco più di 3 ore da Milano, e con due bonus non da poco: chiunque qui parla italiano, e non occorre cambiare i soldi. Costituisce inoltre una sosta obbligata per chi è diretto in Costa Azzurra: in molti subiscono il richiamo dell’intrigante vita notturna di Cannes, o amano aggirarsi per il mercato di Place Des Lices a Saint Tropez, sperando di scorgere Brigitte Bardot tra la folla.

Un weekend da sogno nel Principato di Monaco

Non è soltanto glamour, yacht e rombo di Ferrari. Monte Carlo è un’attrice di Philadelphia divenuta Sua Altezza Serenissima, la Principessa Grace Di Monaco; è quella curva, appena prima di scendere verso il porto, dove chi ha l’accortezza di fermarsi può godere di una vista difficilmente descrivibile sul Principato. È un abito che raramente avremmo l’occasione di indossare, è una puntata al casinó, anche se il gioco d’azzardo ci ha sempre intimoriti. È una passeggiata al Jardin Exotique, lo shopping al Métropoleosservare i grattacieli del Larvotto, senza pensieri, assaporando quell’aria così diversa dalle altre, così posh, che non si respira in nessun altro paese al mondo.

Un weekend da sogno nel Principato di Monaco

Monte Carlo è un romanzo di Daphne Du Maurier appoggiato sul lettino, mentre le scie degli yacht creano meravigliose geometrie nel mare che mi sta di fronte. È l’abito che indosseremo stasera, che sembra provenire dall’atelier dei sogni più luccicanti di quando eravamo bambini.

NIGHTLIFE: UN FASCINO SERALE AVVOLGENTE E JET-SETTING

Un weekend da sogno nel Principato di Monaco

Monte Carlo si accende quando il sole tramonta. La vita notturna monegasca è surreale, sospesa tra luci e penombre. Regale e sfacciata, difficile non rimanerne ammaliati. Il Buddha Bar è un indirizzo iconico, dominato da luci soffuse e allusioni all’Oriente: un Orient Express in partenza ogni sera dalla Place Du Casino, per sognare il Levante senza abbandonare il Principato. Cocktail e sakè, champagne e narghilè: le serate iniziate con un brindisi al Buddha Bar, difficilmente si dimenticano.

Non è dato sapere se il Sass Café debba la propria fama al suo patron, Sassa, che riserva una calorosa accoglienza agli ospiti, alla musica, che come un canto di sirena richiama gli avventori, o ai jet setter che abitualmente lo popolano: il dato di fatto è che questo indirizzo è assolutamente imperdibile per chi volesse sperimentare un’autentica serata monegasca!

Vietato poi lasciare Monaco senza una serata danzante: e la nostra scelta, a tratti patriottica, non può che essere il Twiga. Una discoteca dalle diverse anime, con parterre de rois sempre presente, e dj di fama internazionale in consolle: una volta entrati, l’unica cosa che desidererete – oltre a un cocktail, ça va sans dire – è fermare il tempo, prolungando questa notte il più possibile.

Il tramonto sul mare si accompagna a un drink a bordo piscina al Nikki Beach. Un esclusivo beach club sulla terrazza del Fairmont Hotel, che offre una vista d’eccezione sulla curva del Loews, per un cocktail nell’orario dell’happy hour, proseguendo fino a tarda notte sospesi tra il cielo e il mare, grazie al dj-setting che anima le serate.

RISTORANTI: GUARDANDO IL MEDITERRANEO, UN VIAGGIO IDEALE ATTRAVERSO LE MIGLIORI CUCINE DEL MONDO

Un weekend da sogno nel Principato di Monaco

Il Mediterraneo, lo skyline stagliato sul cielo e gli yacht a solcare il mare: questo è ciò che si ammira dall’ottavo piano dell’Hotel De Paris, pranzando o cenando al ristorante Le Grill. Un menù di terra e mare, legato alla tradizione ma deciso a sperimentare. La magia che scaturisce quando il tetto si apre, rivelando una notte calda e tratteggiata di stelle è indescrivibile, e non può che essere il preludio di una serata da ricordare.

Il ristorante Cipriani racchiude quel genere di atmosfera marittima che i suoi frequentatori d’élite prediligono, declinata nel legno dei rivestimenti e nella luce che inonda le sale. È usanza che gli italiani all’estero evitino con cura la cucina italiana: ma la qualità e la materia prima di Cipriani faranno ricredere anche i palati più esigenti!

Coya è amatissimo a Dubai e ad Abu Dhabi: come poteva non piacere ai monegaschi? Un twist sulla cucina peruviana, sapori sudamericani esaltati dall’alchimia dello chef Fabrizio Fossati, a cui accompagnare i signature cocktail della casa. Una foresta da cui ammirare il Mediterraneo, godendo di una cucina coloratissima, preparandosi alla fiesta del dopo cena.

Chiudete gli occhi, le luci soffuse lo permettono. Immaginate di riaprirli in una terra esotica, assaporatela. Questo è quello che accade a chi si affida al Maya Bay, apoteosi di sapori orientali. Scegliete la destinazione, Giappone o Thailandia: corrispondono alle due zone del ristorante. L’atmosfera è vibrante, i sensi si perdono, spaesati. Lo sfarzo monegasco sposa il fascino levantino, nei piatti e negli arredi.

HOTEL: NOTTI INDIMENTICABILI ALL’HOTEL DE PARIS

Un weekend da sogno nel Principato di Monaco

In Place du Casino c’è una scalinata, e automobili opulente fanno bella mostra di sé ai suoi piedi. Un via vai di donne con abiti da copertina e uomini elegantissimi si sussegue all’ingresso, con l’aria di chi ha trovato il proprio posto nel mondo. Quel posto non può che essere l’Hotel De Paris, un’istituzione riconosciuta a livello internazionale, dal 1863: Grace Kelly e Maria Callas lo frequentarono, così come Aristotele Onassis e Salvador Dalì.

È un hotel avvolto da un fascino leggendario, figura in ogni conversazione inerente al Principato di Monaco: la novità è il lifting operato dagli architetti Richard Martinet e Gabriel Viora, per presentarsi ai visitatori provenienti da tutto il mondo nella sua veste più maestosa.

Stanze inondate dalla luce, molte delle quali guardano il mare: all’interno elementi di design e materiali nobili, e ogni comfort possibile.

Tre i ristoranti: Le Grill, dove l’occhio si perde nel Mediterraneo mentre gli ospiti godono le specialità alla griglia che danno il nome al ristorante; Ômer, posto sotto l’egida di Alain Ducasse, vuole essere una possibilità per scoprire il versante culinario di culture diverse, trasportando gli ospiti in una crociera gastronomica; e ancora Le Louis XV, dove la cucina della Riviera è presentata in modo superbo e ispirato, e la mano di Alain Ducasse è percepibile in ogni dettaglio.

Musica live e notti sognanti al Bar Américain, con atmosfera anni ‘20, e la possibilità di avvolgersi in una nuvola dall’aroma inconfondibile, scegliendo un sigaro dalla nutrita carta: se esistesse il marchio “James Bond approved”, questa lounge sarebbe la prima ad ottenerlo.

SHOPPING: TEMPLI DEL LUSSO E DEL PRÊT-À-PORTER

Un weekend da sogno nel Principato di Monaco

A Monaco le boutique del lusso si sprecano, e spesso – anche solo passeggiando per i boulevard – si ha l’impressione di partecipare a una sfilata d’alta moda. Molte delle monegasche di cui state ammirando i look probabilmente sono assidue frequentatrici di Pretty You: gli abiti di Zuhair Murad e Oscar de la Renta, a Monaco, si scelgono da queste vetrine.

K11 è concept store con un aim molto particolare: l’idea di moda che alberga tra queste mura è per chi non necessita di loghi per esprimere la propria personalità. Sofisticati e ricercati, i capi che troverete convivono con oggetti di design e cosmetica di nicchia, dando vita a uno spazio per cui (ancora) non hanno inventato una definizione.

E per ogni ulteriore acquisto, un giro al Métropole è d’obbligo: sotto il maestoso lampadario che sovrasta gli ambienti di questo shopping center, anche chi ha sempre giurato di odiare i centri commerciali dovrà ricredersi, constatandone il fascino indiscusso. Tra le boutique, consigliamo ai gentlemen dei nostri giorni un giro da Society Club: Balmain, Lanvin e Valentino sono soltanto alcuni dei nomi che troverete.