To Top
Lifestyle

Viaggio in Asia con la nuova drink list del 1930

Un itinerario segretissimo tra i Paesi dell’est, firmato dal locale più sussurrato della città

È datata a qualche anno fa l’apertura, ma del 1930 poco ancora si sa e in pochi ancora sanno. La cosa certa è che chi ne varca la soglia è pronto a lasciare Milano per fare un salto indietro nel tempo, in epoche lontane. Questo cocktail bar chiacchieratissimo, che fa parte dell’impero di mecche del buon bere di Flavio Angiolillo & Co., è un concentrato di atmosfere anni ‘30 che si “attaccano” ai vestiti della clientela, portandola dritta nella vecchia America del proibizionismo.

Viaggio in Asia con la nuova drink list del 1930 - Milano

Speakeasy vestito di un mantello di misteri, devoto alla Mixology più sperimentale, il 1930 gioca a celarsi sotto le mentite spoglie di un altro locale, e – ammettiamolo – non si lascia scoprire facilmente. Allora, mentre voi cercate di entrare a far parte dell’inner circle, vi raccontiamo intanto cosa abbiamo visto noi, che siamo andati a provare la nuova drink list.

Viaggio in Asia con la nuova drink list del 1930 - Milano

Il menù proposto per questi mesi – che ci terrà compagnia fino a settembre – sembra quasi voler seguire le orme dell’Orient Express di Agatha Christie. È, di fatto, un omaggio all’Asia, alle sue vaste terre che esplora a diverse latitudini e longitudini con l’intento di regalarci un “fotogramma” completo fatto di tradizioni, storie e leggende dell’affascinante est, e trova nell’allestimento vintage dalle contaminazioni esotiche la sua cornice perfetta.

Viaggio in Asia con la nuova drink list del 1930 - Milano

Innanzitutto, sappiate che alla base dei 10 cocktail in lista (divisi tra “liquidi” e “solidi”) c’è una straordinaria creatività – da sempre marchio di fabbrica della MAG Cafè squad – a cui vengono aggiunti ingredienti originali di 10 territori diversi: il risultato è che, sorseggiandoli, si prende parte a un viaggio (segretissimo, ça va sans dire) che dalla Russia e dal Medio Oriente conduce fino alla Cina e alla Terra del Sol Levante. Dopodiché, scordatevi i soliti bicchieri da cui siete soliti bere in tutti gli altri locali: qui tutto è spalleggiato da side eccentrici.

Viaggio in Asia con la nuova drink list del 1930 - Milano

Passando ai fatti. A quanto pare, noi per il nostro itinerario siamo partiti dall’Afghanistan: il drink Nuur, infatti, miscelato con un distillato raro in Italia (Arrack), infuso con azoto liquido e accompagnato da un caffè a tre bolliture, rose, cardamomo, orzata e masala, è servito su una sfera di ghiaccio irregolare che inesorabilmente richiama proprio le montagne di Kabul. Poi, ci siamo inoltrati in Cina con uno Zhongyi e un Ink. Il primo si rifà alla medicina cinese: è ricco di spezie tipiche – di cui se ne assapora meglio il gusto grazie all’incenso -, unite a un distillato di gin e a un distillato di terra homemade; il secondo è un botanical spirits del marchio Farmily mixato a Amaro Lucano che viene portato sotto forma di calamaio assieme a un foglio di marzapane, entrambi commestibili.

Viaggio in Asia con la nuova drink list del 1930 - Milano

L’Asian Essence più vera dedicata a Russia, India, Medio Oriente, Cina e Giappone, l’abbiamo scoperta mangiando 4 “ravioli alcolici” di pasta fatta in casa, ripieni di gelatina inebriante, accompagnati nientemeno che da bacchette e brodo di tonno essiccato in cui intingerli. Infine, quando pensavamo di aver visto tutto, ci siamo ritrovati in Indonesia grazie a un Bali in Flowers: solo a leggere il nome vien voglia di primavere ed estati perenni. Colorato con le sfumature di fiori di loto e rose, ha il sapore della calma e della meditazione e viene portato al tavolo su una statuetta di 50 centimetri. Mica male.

Viaggio in Asia con la nuova drink list del 1930 - Milano

Tra le mura del 1930 desideri, terre, alchimia e fantasia non hanno più confini. E voi se poteste scegliere su due piedi una meta, dove andreste?

 

Nota dell’editore: è con orgoglio che ti informiamo che questo articolo è sponsorizzato da Maio Srl e promosso da Flawless Milano. Ti ringraziamo per supportare gli sponsor che rendono Flawless Milano possibile.