To Top
Cocktail Bar

Wooding Bar

La wild philosophy del primo bar endemico del mondo

È evidente che stiamo vivendo una nuova golden age della mixology. Il vecchio coca&rhum nel bicchiere di plastica è ormai un’eresia, ci siamo abituati a cocktail di qualità, con ingredienti selezionati e sapientemente miscelati da mixologist che sembrano più alchimisti che barman. In città aprono in continuazione locali nuovi e interessanti che seguono le ultime tendenze del fine drinking, ma il Wooding Bar (o Wood*ing Bar, come lo scrivono i suoi creatori) è decisamente fra i più originali, estremi e coraggiosi che abbiamo mai provato.

Wooding Bar - Milano

Wood*ing Bar è nato grazie a Valeria Mosca Caglio, già nota nella nicchia della gastronomia radicale e grande esperta di foraginig, ossia la raccolta, nel rispetto assoluto dell’ambiente, di piante selvatiche commestibili per l’uomo, e a Stefano Tosoni, che ne cura abilmente il concept e lo sviluppo. Dopo aver fondato nel 2010 il Wood*ing Lab, laboratorio di ricerca e sperimentazione sul cibo selvatico, e dopo aver scritto nel 2016 il libro “Wild Mixology”, ricettario e manuale tecnico per una miscelazione wild, Valeria ha deciso, appunto, di dedicare alla miscelazione selvatica anche un locale.

Wooding Bar - Milano

Si trova in zona Isola, nei locali di un ex colorificio, ed è il primo bar endemico del mondo. In botanica l’aggettivo “endemico” indica specie tipiche ed esclusive di un determinato territorio. E infatti il Wood*ing Bar propone drink realizzati con ingredienti selvatici, non coltivati: radici, erbe, alghe, muschi e cortecce raccolti a mano in territori incontaminati, nel rispetto degli ecosistemi, e lavorati artigianalmente.

Wooding Bar - Milano

Basta entrare per capire che si tratta di un bar insolito e diverso. Arredamento e interni rispecchiano perfettamente la filosofia wild: ambiente semplice ed essenziale, colori tenui, muri scrostati, lunghi tavoli in legno di cedro del Libano, quadri e dettagli che rimandano alla natura e alla botanica. Ancor prima di ordinare, ecco arrivare al tavolo, come benvenuto, dell’acqua aromatizzata con un rametto di abete rosso. Aiuta a prepararsi al meglio per la degustazione dei drink perché libera il palato da eventuali altri sapori – ci spiegano – e fa anche bene, considerato che l’abete rosso contiene ben otto volte più vitamina C rispetto ad un limone coltivato.

Wooding Bar - Milano

La drink list si articola in due sezioni. La prima, classic wild, propone appunto cocktail classici, dallo Spiritz al Moscow Mule, rivisitati con ingredienti selvatici. La seconda, più estrema, è invece dedicata ai cocktail selvatici, che sono identificati non con nomi ma con numeri e i cui ingredienti sono raccontati e spiegati nel menù. A meno che non siate davvero esperti di botanica, ogni drink è di fatto un’affascinante scoperta di piante, erbe e fermentazioni. Abbiamo optato per il drink #1, a base mezcal e preparato con kombucha di foglie di rovo, terra di radici fermentate e castalda. Un cocktail estremamente piacevole, fresco e delicato.

Wooding Bar - Milano

I drink sono accompagnati da un tagliere con piccoli stuzzichini e, per chi volesse approfondire la proposta food, il menù propone sia assaggi, sia veri e propri piatti. Anche il cibo segue ovviamente la filosofia wild. Vi è un forte utilizzo di erbe selvatiche e di farine di sussistenza e sono privilegiate tecniche di cottura quali l’essiccazione e l’affumicatura a freddo.

Wooding Bar - Milano

Decisamente imperdibile per chiunque voglia bere un cocktail insolito e soprattutto conoscere una filosofia innovativa per un bere intelligente e che sostiene l’ambiente.

Noi no, per questo condividiamo ogni settimana le miglioni esperienze
di Milano e dintorni...

Ti potrebbero interessare anche...

I migliori cocktail per l’estate a Milano

Per aprire la classifica su Google Maps, clicca qui. Mentre l’estate avanza a passo svelto, c’è chi ha già avuto la sua dose di vacanze e chi, invece, rincorre affaticato l’idea spiagge assolate, tuffi in mare e tramonti infuocati. A Milano, dove ancora non si può surfare e dove - ammettiamolo - il caldo si [...]

Beergarden

Via Porro Lambertenghi 19, 20159 Milano

Nel cuore di Isola esiste un’oasi pronta ad accogliervi in qualsiasi momento della vostra giornata. Non lasciatevi ingannare dal nome: Beergarden, infatti, è sì birreria, ma è anche pausa pranzo, aperitivi, cene di gusto e dopocena. L’ambiente vi farà sentire in un vero e proprio giardino: nella luce soffusa dell’interno, sono le piante, verdi e rigogliose, a [...]

Il primo gin tonic milanese a domicilio con GIASS

To read this article in English, click here. Dimenticate le costrizioni delle sedie dei locali, i dehors affollati, i “drammi” delle prenotazioni respinte e le "uscite" rivelatesi stressanti e fallimentari; ora è tutto più semplice e a portata di click. Se vi si dovesse palesare l’irrefrenabile voglia di bere un ottimo gin tonic (e sottolineiamo ottimo) mentre siete, [...]

Sulle Nuvole

Via Garigliano, 12 20159 Milano

Nel cuore del quartiere Isola, la zona di Milano che si distingue per ospitare l’innovazione, precisamente in via Garigliano, 12: è qui che ha trovato casa Sulle Nuvole, un bistrot così intimo e accogliente da sembrare magico. Sulle Nuvole nasce dall’idea di due fratelli, Chiara e Francesco, e dall’equilibrio delle loro due personalità. È proprio la parola [...]

La drink list invernale di Casa Mia

A Milano uno dei punti di riferimento per gli amanti del buon bere è senza dubbio Casa Mia – Cocktail Bar & Bistrot. Entrando non faticherete a comprendere il senso di questo nome: scaffali in legno che al posto dei libri ospitano innumerevoli bottiglie provenienti dalle migliori etichette in circolazione, comodi divani, poltrone in pelle, un [...]